martedí, 28 aprile 2015


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

catamarani    finn    tan    regate    volvo ocean race    ambiente    minialtura    aziende    windsurf    mare    roma per 1/2/tutti    ucina    salone nautico    optimist    marta maggetti   

AMBIENTE

Vascello Anagramma: giovedì la posa della "prima bottiglia"

vascello anagramma gioved 236 la posa della quot prima bottiglia quot
redazione

Giovedì 21 Giugno presso il DIMA SHOPPING CENTER alle ore 11:30 si svolgerà la posa ufficiale della prima bottiglia per la costruzione del Vascello riciclato del Team di ragazzi diversamente abili dell’Associazione Anagramma Onlus. 

A promuovere e sostenere il Team Anagramma Onlus sarà il “social brand” Rebibbia Fashion che vestirà i panni di “Eco Armatore” sposando una nuova iniziativa dai forti risvolti sociali.  

In quest’occasione, infatti, i contenuti del recupero e del riciclo si riflettono tutti nelle vite di chi affronta questa nuova avventura, con gioia e vero spirito sportivo e con il solo obiettivo di partecipare.

Partendo dal recupero di vite, quelle di chi ha sbagliato una volta e sta pagando a caro prezzo con una condanna al carcere; per arrivare al recupero della normalità di chi – diversamente abile – si sente invece protagonista di una storia sicuramente “divertente”, ma assolutamente “utile alla collettività normodotata”.

“Quest’avventura, fatta di coraggio e di sfide” sottolinea Fabrizio Clavenzani, consigliere del Municipio Roma IV “porta infatti con sé un messaggio forte e provocatorio, rivolto alla gente comune: possibile che per parlare di recupero, riuso e riciclo, si debbano “scomodare” dei ragazzi diversamente abili?”

 “Questa è la domanda che frulla nella testa dei ragazzi di Anagramma Onlus” – ribadisce il Presidente della onlus Cristiano Ceccato – “semplicemente questa: NOI FACCIAMO LA COSA GIUSTA! E VOI NORMODOTATI…  CHE FATE?”

E, proprio a questo “E Voi… che fate?”, ha risposto Pietro Rossi, Presidente della Cooperativa Sociale Verde Artemisia e ideatore della “marca sociale” Rebibbia Fashion.

 “Rebibbia è solo carcere, oltre a quartiere di Roma e alla stazione metropolitana linea B, capolinea” - dice Pietro Rossi - “e la maschera di Rebibbia Fashion, che rappresenta un casual giovane e intelligente, vuole fare del recupero di detenuti alla vita - attraverso le idee e il lavoro – qualcosa di straordinariamente normale”.

E’ per questo che Rebibbia Fashion non ripudia l'origine del territorio, ma lo sfrutta per un messaggio di riscatto; e il valore aggiunto è proprio nell'opportunità sociale da cui si parte e dalla chance che ogni persona deve avere alla fine di ogni ciclo: ricominciare, ripartire. Iniziare ogni giorno nuovi percorsi mantenendo la propria identità visibile, riconoscibile: io so che tu sai chi sono io.

Ecco perché Rebibbia Fashion ha sposato l’idea di sostenere in una sorta di “recupero terapeutico” i ragazzi dell’Associazione Anagramma onlus nella costruzione dell’imbarcazione riciclata “VASCELLO ANAGRAMMA”.

Sarà solo una delle tante occasioni per un reinserimento attivo, dunque, non solo di materiali che si pensavano non più necessari, ma di persone troppo spesso emarginate nel loro ruolo di cittadino – considerato di serie B – che in questo caso porta un messaggio di grande spessore civile, in un momento di grande decadenza morale.

Dunque Giovedì mattina si darà lo start ufficiale alla “eco-festa più creativa della Capitale” dedicata al riciclo e a tutte le energie “pulite e rinnovabili”, che per tutta l’Estate vedrà impegnati tanti “team estemporanei” nella costruzione della propria imbarcazione riciclata.

Tante le realtà del territorio – tra cui il Comitato di quartiere – che sosterranno l’impresa.

Ci sarà tempo inoltre anche per la solidarietà: nel DIMA SHOPPING BUFALOTTA si raccoglieranno generi alimentari che verranno inviati nei territori dell’Emilia Romagna colpiti dal terremoto del 20 maggio 2012.

L’iniziativa fa parte del più vasto progetto “FAI LA DIFFERENZA, C’E’ LA RE BOAT RACE”, che ha preso il via a Maggio con due importanti iniziative: la sfida della RE BOAT RACE e il concorso CONTESTECO. Due attività diverse che si pongono gli stessi obiettivi: diffondere, attraverso l’Arte, lo Sport, il Gioco e l’Intrattenimento, in un pubblico eterogeneo – e in particolare tra i giovani –, i temi del riciclo, sensibilizzandoli alla conoscenza delle fonti d’energia pulite e rinnovabili.

Sull’onda del riciclo, chi ricicla non affonda! Questo è lo slogan di tutti i “ricicloti” che da Maggio a Settembre potranno iscriversi con i loro “GREEN TEAM”, alla regata più pazza e colorata di fine estate: la RE BOAT RACE, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero e riciclo!

Un tutorial online su www.failadifferenza.com e uno staff di consulenti saranno a disposizione per “progettare e personalizzare la Re Boat”.

il progetto “FAI LA DIFFERENZA, C’E’ LA RE BOAT RACE”, si compone di diverse attività che si andranno a ordinare alla fine dell’Estate, in un vero e proprio “evento eco/green”, quando dal 19 al 23 Settembre il parco centrale del Lago dell’EUR di ROMA si tingerà dei colori dello Sport, dell’Arte e dell’Ecologia, con tante differenti iniziative, tra cui un villaggio eco-friendly dove si svolgeranno work-shop, esposizioni dedicati all’arte del riciclo, rassegne di corti dedicati ai concetti dell’eco-sostenibilità e laboratori sui temi dell’Ambiente per grandi e piccini.

L’idea nasce dalla collaborazione tra l’Agenzia di Comunicazione Integrata Creare e Comunicare, l’ASD Sunrise1 e la Società SunnyWay con l’obiettivo di spiegare ed illustrare in modo ludico e divertente qual è il modo più corretto per RICICLARE


18/06/2012 7.35.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Va a L'elagain la prima tappa del campionato nazionale J/70

Uji Uji si aggiudica la seconda manche - ph. Fabio Taccola

Sanremo: nel week-end in acqua i J70

Sanremo, una linea molto affollata: 30 barche al via per il secondo atto del Campionato Nazionale Italiano Open riservato al J/70, un “must” tra i one design

Roma per 2: sui social vincono Gazzetta dello Sport e Gaetano Mura

Gaetano Mura e bet1128 i più virali sui social. I media sardi fanno la differenza, ma si difendono bene Fare Vela, Giornale della Vela, ItaliaVela, Saily, Zerogradinord. Tra gli sponsor ride Lombardini con 2 milioni e mezzo di contatti

Il ritorno della vela antica: nel 2018 riparte il Golden Globe Challenge

Per questa edizione del 2018 i partecipanti dovranno utilizzare gli stessi tipi di barche a vela e le attrezzature disponibili nella prima edizione. Nella foto l'arrivo di Sir Robin Knox-Johnston nel 1969 © Bill Rowntree/PPL

Volvo Ocean Race: Dongfeng ha sete e non solo di vittoria

Il dissalatore elettrico di bordo ha smesso di funzionare e i velisti hanno dovuto ricorrere alla forza delle braccia per produrre acqua potabile

Per la "barca solare" pannelli di ultima generazione

E’ stato raggiunto un accordo di collaborazione tra Gioco Solutions ed Electric Motor News, per la fornitura di pannelli solari fotovoltaici destinati ad aggiornare la barca solare

ItaliaVela: il N° 106/107 è su App Store e Google Play

E’ ON LINE ITALIAVELA N. 106/107 - Disponibile su iPad e iPhone (APP STORE) e su tutti i dispositivi Android (GOOGLE PLAY) a € 0,89

VIDEO - La Roma per 1 raccontata dai video del solitario Hugues Le Cardinal

il link ai 5 brevi video con cui il solitario Hugues Le Cardinal racconta la sua Roma per 1

Anche la Volvo Ocean Race per la Giornata della Terra

La Giornata della Terra (Earth Day in inglese) è la più grande manifestazione del pianeta dedicata ai temi della protezione dell’ambiente, e conta migliaia di iniziative in tutti i paesi del mondo

A Cino Ricci il Premio Marincovich per la saggistica

“Odiavo i velisti” (Longanesi), l’autobiografia scritta da Cino Ricci con il giornalista de La Stampa Fabio Pozzo ha vinto il Premio Marincovich 2015 per la sezione Saggistica