sabato, 31 luglio 2021


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

windsurf    mini 6.50    vela olimpica    420-470    420 - 470    laser    ilca 6    team    giancarlo pedote    cantieristica   

PRESS

Varato il nuovo OTAM 70HT

varato il nuovo otam 70ht
redazione

OTAM conferma ancora una volta la sua forte identità ed intenzione di costruire yacht caratterizzati da customizzazioni estreme ad altissime prestazioni e affidabilità, che fanno dell’artigianalità il tratto distintivo del cantiere italiano. A dimostrarlo è il nuovo OTAM 70HT, appena varato, che farà il suo debutto mondiale davanti al grande pubblico al Cannes Yachting Festival 2021, dal 7 al 12 settembre.

Design firmato da BG Design Firm, ingegnerizzazione e linee di carena concepite da Umberto Tagliavini Marine Design in collaborazione con OTAM, il nuovo OTAM 70HT è il simbolo delle performance estreme e dello stile senza tempo che ha reso il brand italiano immediatamente riconoscibile in tutto il mondo.

Il design è fortemente ispirato al mondo aeronautico e a quello delle automobili sportive di lusso”, racconta BG Design Firm. “Nel progettare questo nuovo 70 piedi era essenziale rispettare l’identità del Cantiere tenendo a mente le proporzioni e le line che hanno sempre distinto gli yacht OTAM”.

Forte attenzione è stata attribuita ai dettagli e stilemi già propri del marchio OTAM come il baricentro basso, le grandi prese d’aria in coperta ai lati del prendisole di prua, così come sull’ hard top. Questo ricorda le forme di una manta enfatizzando la sensazione di movimento ed aerodinamicità. Tutte le prese convogliano aria direttamente alla sala motori di grandi dimensioni come in ogni prodotto OTAM. Gli scarichi della ventilazione della sala macchine sono abilmente integrati e nascosti a poppa a lato della piattaforma bagno, enfatizzate con luci diventando loro stesse un altro forte elemento di design distintivo.


La customizzazione estrema, come per ogni yacht OTAM, è un marchio di fabbrica ed una chiara scelta aziendale. Con una lunghezza fuoritutto di 22,30 metri, un baglio di 5,40 e 21 gradi di deadrise assicura una tenuta di mare che non teme confronti, un comfort ai massimi standard per un fast luxury cruiser con efficienza fuori dal comune.


L’armatore del primo OTAM 70HT ha voluto un pozzetto e un salone con un divano a babordo, così da ospitare un grande numero di ospiti. Una caratteristica interessante del design è rappresentata dalla parete vetrata up-and-down che separa la lounge interna dal pozzetto, richiesta espressamente dall’armatore. La vetrata si ritrae completamente tra i due divani a C e quando è abbassata permette di creare un unico grande ambiente en plein air, così da permettere all’armatore e ai suoi ospiti di interagire indipendentemente dal fatto che siano all’interno o all’esterno. Il nuovo 70 HT offre un confortevole prendisole a poppa sopra al garage del tender ed un secondo, anch’esso di notevoli dimensioni, è posizionato a prua ed integrato al muscolo centrale.

L’armatore stesso ha disegnato un layout custom a 3 cabine, ha scelto di non avere il garage del tender, così da massimizzare la superficie del beach club e ottimizzare il peso per ottenere le massime performance. Nessun OTAM infatti, è uguale all’altro, questa è l’unicità del Cantiere che sceglie di non limitare la Clientela ma gli premette di costruire la barca ideale e riflettente le loro personali esigenze e gusto estetico”, spiega Matteo Belardinelli, Commercial Director di OTAM. Queste sono solo alcuni esempi, tra le innumerevoli opzioni disponibili, di come questo yacht possa essere personalizzato in base a ogni singola richiesta. 

Per quanto riguarda gli interni, la plancia futuristica anch’essa disegnata da BG DESIGN FIRM si ispira al design aeronautico e automobilistico ricordando la plancia di un aereo. 

Sono disponibili diverse opzioni anche per il ponte inferiore dove Otam non impone semplici soluzioni ma al contrario, disegna gli interni con il Cliente consegnando sempre un prodotto finale esclusivo ed unico. Questa prima unità prevede un layout a tre cabine, con la suite armatoriale, cucina separata, due guests e cabina doppia per l’equipaggio a prua con accesso indipendente per la massima discrezione. I clienti sono comunque liberi di perfezionare il proprio layout e le soluzioni interne: la personalizzazione senza limiti è il biglietto da visita di OTAM sinonimo di artigianalità di lusso nel mondo. 

Lo scafo n°1 è equipaggiato con due motori MTU da 2000 cavalli, accoppiati con trasmissioni Arneson ed eliche custom OTAM-Rolla. Il cantiere propone in oltre la versione più potente con CAT da 2400hp offrendo una velocità superiore 53 nodi che uniti ed alla carena disegnata da Marine Design di Scorzoni Tagliavini e Moltedo assicurano un’efficienza difficilmente eguagliabile. Per ottenere il miglior comfort in navigazione e all’ancora, lo scafo può essere dotato di stabilizzatori giroscopici Seakeeper.

Il primo OTAM 70HT farà il suo debutto internazionale al Cannes Yachting Festival 2021.


06/07/2021 16:46:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Italia e Israele dominano agli iQFOiL Junior & Youth World Championships

La seconda giornata degli iQFOiL Junior & Youth World Championships, organizzati da Univela Sailing e Canottieri Garda Salò, è iniziata a Campione del Garda con vento oscillante

Optimist, Bari: si conclude il Trofeo Kinder

Con un vento di Levante tra i 15 e i 20 nodi su raffica, con onda formata, sono state tre le prove portate a termine dai 260 partecipanti nell’ultima giornata di regate

Tokio, ci siamo!

Domenica 25 alle Olimpiadi di Tokyo 2020 parte anche il programma della Vela, che assegnerà medaglie in 10 discipline. L’Italia è presente in 6 di queste.

RS:X, Tokio 2020: bene Maggetti e Camboni

Il civitavecchiese Mattia Camboni è al 4° posto della classifica generale, a pari punti con il terzo. La cagliaritana Marta Maggetti con i tre piazzamenti del giorno 6-3-3 Marta è terza nella classifica generale

Tokio 2020: Azzurri tutti in zona podio

Mattia Camboni (1°), Marta Maggetti (4°), Silvia Zennaro (4°) alimentano la speranza di medaglie

Pedote: Fastnet e Jacques Vabre in coppia con Martin Le Pape

Il navigatore francese Martin Le Pape sarà il co-skipper delle regate in doppio in programma per la stagione 2021

Tokio 2020: 3° giorno di regate a Enoshima, Silvia Zennaro ottava

Domani giornata ricca con tanti velisti azzurri impegnati: tornano in acqua Mattia Camboni e Marta Maggetti; prime 3 regate in programma per Ruggero Tita e Caterina Banti; prime 2 per Elena Berta e Bianca Caruso; Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò

Tornano le Vele Storiche Viareggio dal 14 al 17 ottobre 2021

A conferma di un graduale ritorno alla normalità, dopo la stagione 2020 inesorabilmente cancellata dalla pandemia, sono aperte ufficialmente le iscrizioni al XVI Raduno Vele Storiche Viareggio.

Ultima prova per Alberto Riva e EdiliziAcrobatica prima della Mini Transat

Domani 28 luglio Alberto Riva è sulla linea di partenza della Mini Gascogna-Puru Challenge, una regata in 2 tappe per un totale di 580 miglia, da Port Bourgenay a Getxo, e ritorno

Tokio 2020: Camboni e Maggetti sempre "sul pezzo"

Windsurf: Mattia Camboni (8-13-4), è 2° in generale a 3 prove dalla Medal Race; Marta Maggetti (5-6-3), sempre al 4° posto dopo 9 prove- 470: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (9-9) sono al 9° posto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci