lunedí, 13 luglio 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

circoli velici    libri    vendée arctique    giancarlo pedote    garda    cnsm    la duecento    pesca    vendee arctique    melges 32    maxi-tri    fiv    porti    turismo    scuola vela   

DRAGONI

Paul & Shark Trophy: vincono i russi di Bunker Prince all’ultimo respiro

paul amp shark trophy vincono russi di bunker prince all 8217 ultimo respiro
redazione

Che la lotta per aggiudicarsi la tredicesima edizione del Paul & Shark Trophy, International Dragon Cup, sarebbe stata all’ultimo bordo era prevedibile, ma oggi il campo di regata di Sanremo ha dato davvero tante emozioni, soprattutto ai team in corsa per le prime posizioni del podio.

Alla vigilia dell’ultima giornata i russi di Bunker Prince, guidati dall’olimpionico Yevgeni Braslavets e che corrono per lo Yacht Club Sanremo, sembravano quasi inattaccabili grazie a un ampio margine, ma ci ha pensato il campo di regata della città dei fiori a rimescolare le carte. Le due prove conclusive si sono corse con vento di ponente leggero e con salti di direzione che hanno messo alla prova l’abilità dei dragonisti, facendo emergere tecnica e tenuta psicologica. 

La prima regata ha visto la vittoria proprio di Blue Haze e un dodicesimo posto per Bunker Prince, risultato poi scartato, secondo il team russo Annapurna . Mentre nella seconda la vittoria è andata ai monegaschi di Jeanie con Jens Rathsack al timone, seguiti da Blue Haze e dagli svedesi di High Times di Karl Gustaf Lohr.

La classifica generale dopo sette prove quindi vede due team a pari punti, gli inglesi di Blue Haze i russi di Bunker Prince, che tuttavia grazie a migliori piazzamenti parziali si aggiudicano il Paul & Shark Trophy 2019. Malgrado risultati molto regolari l’altro team russo di Annapurna, dello skipper Anatoly Loginov, non è riuscito in un recupero più forte ma è comunque salito sul terzo gradino del podio.

 “Siamo molto felici di questo risultato, la competizione è stata forte. Nelle ultime due regate abbiamo dovuto combattere per la vittoria del Trofeo. Siamo molto felici anche perchè noi corriamo per il Club e possiamo farlo restare qui. Vorrei ringraziare il mio team. Abbiamo avuto condizioni complicate, come spesso succede quando è nuvoloso. Oggi abbiamo fatto qualche errore, ma succede a tutti.” Ha dichiarato un felice Yevgeni Braslavets, una volta giunto a terra. “Ci saremo per la 90th Anniversary Regatta, penso sarà un grande evento e non vediamo l’ora che arrivi ottobre, perchè Sanremo in autunno è magnifica e sono certo che ci sarà competizione ma anche molto divertimento.”

Alle spalle dei primi tre è continuata la lotta per le posizioni di rincalzo: grazie a due belle prove la quarta piazza è andata all’equipaggio tedesco di Khaleesi, guidato dalla timoniera donna Nicola Friesen, mentre gli svizzeri di Sophie Racing di Hugo Stenberg, si sono dovuti accontentare del  quinto posto a causa di una prima prova un po’ opaca. 

Migliore degli italiani Giuseppe Duca portacolori della Compagnia della Vela di Venezia, con il francese Jean-Sébastien Ponce e Vittorio Zaoli, su Yanez che ha chiuso al quindicesimo posto ma ha conquistato il Campionato Italiano Dragoni, battendo Little Diva di Michele Benvenuti dello Yacht Club Imperia. Terzo Javelin di Fabio Mangione per il Circolo Nautico Rimini. Il titolo italiano si è assegnato sui risultati combinati dell’Alassio Dragon Trophy e del Paul & Shark Trophy. 

“Siamo soddisfatti.” Ha dichiarato il presidente dello Yacht Club Sanremo Beppe Zaoli. “Abbiamo portato a termine sette prove ad altissimo livello, regate tutte difficili dal punto di vista tecnico, ma alla fine i migliori sono emersi. Sono state regate con condizioni molto varie, rese più complicate dalla corrente. Ora continuiamo a lavorare per l’organizzazione della 90th Anniversary Regatta, che avrà uno stile un po’ diverso ma ci auguriamo grandi numeri.”

Nel corso della premiazione, oltre al Trofeo, sono stati assegnati anche premi ai primi cinque e al primo Corinthian (non professionista), alla prima barca classica e agli italiani.

 


17/03/2019 21:25:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

L'estate di Lignano tra buon vino, cibo e navigazione

Navigazione verso Marano e Aquileia con degustazioni dei prodotti della Strada del Vino e dei Sapori FVG

Caorle: venerdì 10 luglio parte "La Duecento"

La prima regata offshore italiana in periodo Covid sarà La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita lungo la rotta Caorle-Grado-Sansego e ritorno dal 10 al 12 luglio 2020

Il Governo "affonda" i porti turistici

Assomarinas: è inaccettabile, ancora una volta nel Decreto Rilancio il Governo ignora i problemi dei porti turistici

Caorle: tutti i vincitori de "La Duecento"

Con l’arrivo di Sheherazade di Nevio Zagaria alle 21:20 di sabato 11 luglio, vincitore del Trofeo Soligo Never Give Up, si è conclusa ufficialmente la ventiseiesima edizione de La Duecento, la prima regata offshore italiana in tempi Covid

Vendée Arctique: nella piatta lotta tra Beyou e Dalin

Qualche problema per Giancarlo Pedote che si difende e festeggio in solitario i suoi 9 anni di matrimonio con Stefania

Melges 32 World League: la prima giornata del 2020 è un gioco di equilibri

Secondo weekend italiano di regate e stavolta i protagonisti sono gli equipaggi della Classe Melges 32 che, da ieri fino a sabato, sono impegnati nella prima frazione delle Melges World League 2020 a Malcesine.

Liguria: operatori in fuga dai porti

Merlo, Federlogistica-Conftrasporto: “Fino a fine emergenza pedaggi autostradali alle AdSP per mantenere competitività"

L'ottusità della burocrazia blocca la vela sul lago di Bracciano

Iniziativa della Federvela del Lazio per sbloccare la situazione delle regate a Bracciano: il presidente FIV IV Zona Giuseppe D'Amico scrive a Zingaretti. Il caso di una norma del 2014 interpretata male che blocca le regate

Conerissimo: vince Interceptor di Luca Mosca

Grande successo ad Ancona per la “Conerissimo”, la costiera lungo le bellezze del Conero che ha inaugurato la stagione post lockdown

Optimist: concluso il VI Trofeo Ezio Astorri

La vittoria per il sesto anno consecutivo al CVTLP -Scuola Vela Mankin. Sei le regate disputate nelle acque del lago di Massaciuccoli da sessanta giovani timonieri.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci