sabato, 25 marzo 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

turismo    formazione    fraglia vela riva    barcolana    regate    suzuki    press    cala de medici    vela oceanica    guardia costiera    circoli nautici    altura    nautica    fincantieri   

CENTOMIGLIA

Nel weekend la "Centomiglia remake" del Lago di Garda

nel weekend la quot centomiglia remake quot del lago di garda
Roberto Imbastaro

Nel week end il Garda ricorda la storia della vela lacustre. Il Circolo Vela Gargnano lo farà con la "Centomiglia Remake", regata riservata alle barche classiche, costruite prima del 1980 (si parte sabato alle 13). La prima festa sarà per il  “Galeotto”, il Cutter dei fratelli Magrograssi. Ricorderà  i suoi 86 anni di attività agonistica. La sua lunga carriera iniziò, infatti, il 6 luglio del 1930 durante la gara dei “Bragozzi” di Riva del Garda, quando vennero ammesse anche la barche non da trasporto. Tra queste c’era “Galeotto” portato dal comandante rivano Bortolo Cretti e che si impose fin da subito nella Categoria “Cutter”. Il "Galeotto" con il nome di "Sirius" fu la barca del vice re d'Austria. A loro si aggiungono i primi 50 anni del “Raffaella” della famiglia Visconti Curuz di Desenzano, il primo cabinato di Ettore Santarelli, colui che nel suo lavoro di costruttore e progettista realizzò un “Guia” per Giorgio Falck, le “Cassiopea” dei Nocivelli, le “Ines” dei Sangiacomo, "Uragan" per Andrea Castellani, l’Asso 99, i Dolphin e altre carene ancora. “Raffaella” è datata 1966 e vinse la Centomiglia in classe Rorc nel 1968. Il primo appuntamento è dunque con la storia,  dipinta negli anni ’50, addirittura da Wiston Curchill.  La versione “Remake” vedrà in scena tra Marina di Bogliaco, Gargnano e lo sfondo di Brenzone le barche costruite prima del 1980 . L'anno scorso, alla prima edizione, c'erano carene dal lungo passato come il 6 metri “Laura” (di fatto una barca simile al 6 metri "Airone" che vinse la prima edizione del 1951), le Rennjollen (prime nel 1953), il 5.5 metre “Volpina” progetto dall'ingegnere della Moto Guzzi, Giulio Cesare Carcano (prima nel 1966), il Falcone “Septembre”, primo nel 1976 con l’attuale presidente del sodalizio sportivo di Gargnano, Francesco Capuccini, e primo in entrame le prove del 2015. Quest'anno si aggiungerà il bellissimo 40Mq che è ormeggiato nel porto della Canottieri Garda a Salò e altre carene che arriveranno grazie al circuito internazione "Vele d'epoca". 
La Centomiglia fa parte del circuito multi sport territoriale di "Sognando Olympia" e del circuito internazionale 
"Interlake 2016" che prevede le tappe del Bol d'Or Mirabaud del lago di Ginevra e il Keszlag del lago Balaton, di fatto la Coppa del Mondo dei laghi. 
La "vernice" della 66° Centomiglia a tutto lago (10 settembre) e del 50° Trofeo Gorla (4 settembre) è fissata per il 25  di luglio, nella cornice di Villa Sostaga, sulla collina sopra Gargnano, dove saranno svelate tutte le novità alla stampa internazionale. 

PARTNERS CVG-CENTOMIGLIA

The realities that support the year 2016 CVGargnano are: Argivit, Gaastra & Gaastra Shop Gargnano, Biscotti Lazzaroni-MIDI Gruppo Casalini, Banca del Territorio Lombardo, Xeos, Aron-Team Dolphin, Dap Brescia, Univela Campione di Tremosine, Hotel Bogliaco, Hotel Villa Sostaga, Kalyos, Garda Computers, One Sails, Centrale del latte di Brescia, Funivia Malcesine Monte Baldo, Consorzio Garda Lombardia, Brescia Tourism; La Perla del Garda, gli Sciroppi della Distilleria Valgoglio.  

Partner sociali e patrocinio: XIV° Zona di Federvela, Comune  di Gargnano, Consiglio Regionale della Lombardia, Abe, Volontari del Garda. 
Progetti: Lab CVG (le idee portate dal vento) con i progetti Hyak Onlus, Abe Brescia, Cus Brescia, il gemellaggio sportivo con lo Y.C. Cortina d'Ampezzo.


08/07/2016 15:30:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Il Centro Velico Caprera compie cinquant’anni

E per l’occasione ha presentato oggi a Milano il suo progetto di responsabilita’ ambientale, etica e sociale in partnership con realta' di eccellenza

Mini 6.50: all'Arcipelago 650 si cerca il vento

Corrono insieme anche due dei protagonisti della prossima Roma per 1/2/Tutti, Ambrogio Beccaria e Luca Sabiu. DOpo i 10 nodi di ieri, oggi solo 4 nodi da Ovest per una flotta compatta

Roma per 1: la vela "No Frills" di Riva di Traiano fa tendenza

Sette solitari e diciannove equipaggi in doppio. Al momento più della metà della flotta in partenza per la Roma per1/2/Tutti non è in equipaggio

CICO 2017: Mattia Camboni è Campione Italiano con un giorno d'anticipo

Un titolo che invece è ancora in ballo nella flotta femminile, dato il distacco tra la leader Marta Maggetti (Fiamme Gialle) e l’Olimpionica di Rio Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle)

Mini 6.50: Andrea Fornaro vince l’Arcipelago 650 in classe Proto

Di nuovo in coppia col canario Oliver Bravo de Laguna Fornaro sembra soddisfatto di questa prima regata italiana della stagione, nonostante le difficoltà dovute ad una messa a punto avvenuta praticamente in acqua

Coppa Adriatico, la novità targata Il Portodimare

La regata si disputerà a Chioggia dal 12 al 14 maggio ed ai vincitori di classe garantirà l'iscrizione gratuita al Campionato Italiano Assoluto di vela d'altura di Monfalcone

Morgan IV vince il Campionato Invernale di Vela d'Altura di Bari

Vincitori per la minialtura “Cocò” di Natuzzi Vitantonio con Marco Magrone al timone (CN Bari). A loro si aggiungono i vincitori delle diverse categorie e quelli della classe libera

La conclusione del CICO 2017 di Ostia

I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er)

Fincantieri: a Marghera al via i lavori in bacino per “Nieuw Statendam”

Il blocco dell’unità, lungo 11,3 metri, largo 34,8 e dal peso di 260 tonnellate, fa parte della sezione di centro nave di “Nieuw Statendam”, la cui consegna è prevista alla fine del 2018

L'Arcipelago 650 in salsa francese

All’1 e 44 minuti della mattina del 19 marzo i primi a tagliare il traguardo sono gli skipper di FRA 868 Alternative Sailing, i bravissimi Remì Aubrun e Nicolas Ferrelel

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci