lunedí, 23 settembre 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

giancarlo pedote    tp52    the ocean race    rs:x    circoli velici    dolphin    melges 24    regate    salone nautico di genova    optimist    yacht club costa smeralda    millevele    imoca 60   

VELA OLIMPICA

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

mondiali aarhus sei le classi qualificate per tokio 2020
Roberto Imbastaro

L’impegnativa settimana del Campionato del Mondo a classi unificate di Aarhus, in Danimarca si è conclusa con la vittoria del titolo iridato per Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza - CC Aniene), che si aggiunge al titolo Europeo vinto un mese fa e a quello italiano conquistato a marzo: è triplete per Tita - Banti nel 2018!

Nessuna Medal Race per i Nacra 17 oggi a causa della mancanza del vento, ma che non toglie il valore di un titolo conquistato dopo tredici dure prove. Partiti in testa si sono ad un certo punto trovati fuori dai migliori dieci a metà settimana, e poi due ultime giornate brillanti, degne di quello che hanno dimostrato essere nell’ultimo anno, li hanno riportati in testa ed oggi coronati Campioni del Mondo.

 

Ruggero Tita:
“E’ fantastico concludere così con la vittoria mondiale, un anno in cui abbiamo vinto tutti gli eventi importanti! L’anno scorso l’abbiamo perso all’ultima prova e ci ha lasciato l’amaro in bocca, ma rende ancora più bello questo momento”.

Caterina Banti:
“Non ci sono segreti per noi, non abbiamo trucchi, abbiamo vinto tutto perchè amiamo quello che facciamo, ci divertiamo in barca e ci alleniamo il più possibile cercando di fare del nostro meglio in regata”.

 

Sono invece riusciti a disputare le Medal Race in programma gli RS:X maschili e femminili. Nei primi una splendida prova di Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) che fino all’ultimo traverso prima dell’arrivo era in testa, proprio sull’ultima boa un ingresso discutibile dell’inglese l’ha fatto chiudere in seconda posizione: è sesto in classifica generale ed è lui che ufficialmente qualifica l’Italia per la classe delle tavole a vela maschili ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza) è ottavo in classifica generale con un settimo posto nella Medal, nonostante avesse girato primo la prima bolina.
 

Nelle ragazze dell’RS:X parte bene Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) nell’ultima prova a punteggio doppio, ma il vento è in calo - tanto che non sarà possibile disputare la terza Medal della giornata - e chi era in testa si trova in fondo, infatti chiude decima ed è settima in generale, mentre Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) registra un quinto posto di giornata e recupera una posizione rispetto a ieri, è nona.
 

Si conclude oggi un Campionato lungo, impegnativo non solo dal punto di vista sportivo, ma anche logistico e mentale. Molti i campi, i boat park, i giorni di regata, i cambi di programmi; una trasferta di quasi due settimane per atleti, allenatori e dirigenti che ha però evidenziato le grandi potenzialità dei giovani velisti azzurri e la squadra lascia la Danimarca guardando ai prossimi due anni con positività.
 

Francesco Ettorre, Presidente Federazione Italiana Vela:
“Un bilancio molto positivo, oltre al titolo mondiale Nacra 17 che è un risultato eccezionale, c’è un risultato di squadra eccellente, oggi per esempio avevamo sei equipaggi in Medal Race, che significa un alto livello complessivo della squadra italiana. In queste due settimane si è evidenziata la maturità degli equipaggi più giovani che hanno dimostrato di poter competere con i grandi delle classi olimpiche.”

Sono sei le classi qualificate per le Olimpiadi di Tokyo 2020 per l’Italia del Direttore Tecnico FIV, Michele Marchesini, alla prima occasione utile, sei sulle dieci totali: Nacra 17, RS:X maschile, RS:X femminile, 470 maschile, 470 femminile e Laser Radial. Sei classi come Nuova Zelanda e Olanda, appena dietro alla Francia che ne qualifica sette, con la Grand Bretagna in testa a questa sorta di medagliere delle qualifiche, che qualifica tutte e dieci le classi olimpiche.
 

A Santander nel 2014, dove si qualificavano il 50% dei posti nazione, l’Italia aveva qualificato sette classi su dieci, con Olanda e Danimarca, mentre avevano fatto en plein Nuova Zelanda, Gran Bretagna e Francia.
 

Sono otto in totale gli atleti italiani che hanno conquistato un posto in Medal Race, nelle classi: RS:X maschile e femminile, Nacra 17 e 470 maschile e femminile.
Delle 58 nazioni qui presenti la Gran Bretagna è quella con più atleti nei top 10, ne ha 14, seguono Francia e Italia con otto, Olanda con sette e Cina ed Australia con cinque.

 

CLASSI QUALIFICATE PER ITALIA

Nacra 17 Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza - CC Aniene) 1°
RS:X M Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) 6°
RS:X W Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) 7°
470 M Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) 9°
470 W Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano) 7°
Laser Radial Carolina Albano (CV Muggia) 17°

 


12/08/2018 19:46:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Campionato Italiano Este24: vince Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi

Con grande consistenza tattica, Ricca d’Este 27 di Federica archibugi si laurea Campione Italiano della Classe Este24, davanti a Ricca D’Este 37 di Marco Flemma, medaglia d’argento e a La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini, medaglia di bronzo.

Vele d’epoca: Pia, Nembo II, Flora e Shahrazad vincono l’lnternational Hannibal Classic 2019

Pia del 1936 nella categoria ‘Epoca’, Nembo II del 1964 tra le ‘Classiche’, Flora nei Classici FIV e Shahrazad nella categoria ‘Sciarrelli’

Offshore: finisce in tragedia il record sulla Montecarlo/Venezia

L'imbarcazione si è schiantata su una diga prima dell'arrivo ed era condotta dal pluricampione Fabio Buzzi, deceduto insieme a due piloti inglesi che lo accompagnavano nel tentativo di record

Figaro: il Tour de Bretagne va a Alexis Loison e Frédéric Duthil

Per Giancarlo Pedote e Anthony Marchand un buon nono posto che consente alla coppia di affiatarsi in vista dei successivi impegni sull'Imoca 60

Parte il Dèfi Azimut, con in acqua Prysmian di Pedote

Giancarlo Pedote ritorno sul suo imoca con ANtony MArchand dopo l'esperienza sui Figaro 3

Il Cantiere Postiglione riporta in mare lo storico yacht in legno “Grazia II”

È stato varato venerdì scorso, 6 settembre 2019, Grazia II, yacht a motore interamente in legno costruito nello storico cantiere Chris Craft negli anni Sessanta

CAMBUSA - BIWA: Sassicaia Tenuta San Guido miglior vino italiano 2019

Al secondo posto il Barolo Monvigliero DOCG di Burlotto seguito da Terminum Gewurztraminen vendemmia tardva. L’ELENCO DEI MIGLIORI 50 VINI ITALIANI SELEZIONATI DA UNA GIURIA INTERNAZIONALE (by First&Food)

Pedote e Marchand verso la Transat Jacques Vabre

I due sembrano essere una coppia che non scoppia e si sono concentrati soprattutto ad affinare la fiducia reciproca e la visione comune in regata

Salone Genova: visite a bordo della fregata "Alpino"

In occasione della cerimonia inaugurale e per tutta la durata del Salone, la fregata "Alpino" della Marina militare, sarà ormeggiata nel porto di Genova presso il Molo Doria di Levante

CNRT: 10 giorni alla Roma Giraglia

Parte da Civitavecchia una delle regate più belle del Mediterraneo, con 255 miglia da percorrere tra il fascino discreto delle isole toscane

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci