sabato, 15 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    mini 6.50    youth america's cup    cambusa    circoli velici    rs feva    persico 69f    trasporto marittimo    fiv    porti   

MAXI YACHT ROLEX CUP

Maxi Yacht Rolex Cup: le classifiche cominciano a prendere forma

maxi yacht rolex cup le classifiche cominciano prendere forma
redazione

Terzo giorno di regata alla 30^ edizione della Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda con il supporto del Title sponsor Rolex e dell'International Maxi Association. La flotta di oltre 50 maxi presenti è stata accolta stamani sulla linea di partenza da un Grecale di 14/15 nodi che, come sempre in questo tratto di costa, ha sollevato un'onda ripida che i Maxi hanno cavalcato offrendo un grande spettacolo nelle prime fasi del percorso.

Mentre la Wally Class ha svolto due prove a bastone su un campo di regata a parte, il resto della flotta è stato impegnato su un percorso costiero che prevedeva il periplo dell'Arcipelago di La Maddalena in senso orario dopo aver lasciato a sinistra l'isolotto dei Monaci, quindi la secca di Tre Monti a destra prima di far rotta nel canale di La Maddalena. Maxi Racer, Super Maxi - dove regatano i due J Class - e Maxi Racer/Cruiser hanno lasciato a dritta il faro di Barrettinelli prima di scendere al lasco lungo la costa settentrionale di La Maddalena e Caprera, per un percorso totale di 34,5 miglia. Tutte le altre classi hanno invece compiuto il solo periplo di La Maddalena e Caprera. Nel corso della giornata il vento è andato a calare, costringendo il Comitato di Regata a ridurre il percorso sulla rotta per Porto Cervo al passaggio dei Monaci per gran parte della flotta, con l'esclusione dei Mini Maxi Racer1 e dei Maxi Racer.

I vincitori di giornata nelle 8 categorie sono: Cannonball del socio YCCS Dario Ferrari (Mini Maxi R1), Spectre di Peter Dubens (Mini Maxi R2), lo Swan 601 Lorina (Mini Maxi RC), Kiwi di Mario Pesaresi (Mini Maxi CR), l'R/P 82 Highland Fling XI (Maxi Racing), il Cookson 85 Vera (Maxi RC), il J Class Velsheda (Supermaxi), Lyra di Terry Hui (Wally Class).

La classifica generale inizia a delinearsi e in alcune classi i leader provvisori hanno uno scarto molto ridotto sugli avversari. Tra i Mini Maxi R1 nuova vittoria per Cannonball che mantiene il comando seguito a soli due punti da Vesper, oggi secondo. Due punti di distacco anche nella classe Mini Maxi R2, dove la vittoria odierna di Spectre interrompe la striscia vincente di SuperNikka, oggi secondo. Classifica cortissima tra i Mini Maxi Racer/Cruiser, dove troviamo ben 4 barche racchiuse in soli tre punti guidate dallo Swan 601 Flow davanti a Walliño e Lorina 1895, vincitore di giornata. In classe Mini Maxi Cruiser/Racer, lo Swan 651 Lunz Am Meer mantiene la sua leadership seguito da H2O e Six Jaguar. 

 

Tra i Maxi Racer, Highland Fling vince nuovamente e porta a due punti il vantaggio su Rambler 88; situazione simile in classe Maxi Racer/Cruiser, dove Vera consolida la sua leadership davanti al SW-RP90 All Smoke e allo Swan 90 Nefertiti. Lo spettacolare duello che vede fronteggiarsi quotidianamente i J Class Topaz e Velsheda (Super Maxi) è andato oggi a favore di quest'ultima, dopo un vero match race che ha visto questi splendidi yacht alternarsi al comando. Decisivo l'approccio a Barrettinelli dove Velsheda ha ripassato Topaz. Con un primo e un secondo posto nelle due regate a bastone, Lyra mantiene il comando nella Wally Class. 

La classifica generale provvisoria vede al comando: Cannonball (Mini Maxi R1), SuperNikka (Mini Maxi R2), Flow (Mini Maxi RC), Lunz Am Meer (Mini Maxi CR), Highland Fling XI (Maxi Racer), Vera (Maxi RC), Topaz (Super Maxi), Lyra (Wally Class).

Michele Regolo, tattico su Vera: "Un'altra ottima giornata, quando l'aria cala la nostra barca risulta avvantaggiata, ma è stato l'equipaggio a far la differenza, tutte le manovre sono state eseguite al meglio, senza alcuna sbavatura. Dopo cinque eventi insieme abbiamo sviluppato un perfetto automatismo, supportati da una leggenda come Bouwe Bekking (stratega) che ha dato un grande ordine a bordo. Stiamo facendo un'ottima stagione e desidero ringraziare l'armatore per l'opportunità che ha offerto a tutti noi. La regata di oggi si è decisa nelle prime fasi, con la scelta coraggiosa di rinunciare al vantaggio di partire sul pin per optare sulla destra, dove abbiamo trovato una maggiore pressione che ci ha consentito di girare al comando sia la boa di disimpegno che i Monaci, tallonati da All Smoke con cui abbiamo combattuto fino a Barettinelli, cercando di coprirli. Oggi il gioco è riuscito!".

Domani, 5 settembre, il programma prevede un giorno di riposo. Alla sera tutti gli equipaggi sono invitati al crew party, organizzato dallo YCCS, che si terrà presso il Cantiere di Porto Cervo. Le regate riprenderanno il 6 settembre con il consueto weather briefing a cura di Quantum Sails alle ore 9,30 e il segnale di avviso alle ore 12. ph. Max Ranchi 

 


04/09/2019 23:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

MINI 6.50: Mengucci e Caparrotti raccontano la 1a tappa della SAS 6.50

Les Sables - Les Açores en Baie de Morlaix - Intervista a Domenico Caparrotti e a Giovanni Mengucci che ci raccontano il loro impatto con la corsa

Garda: due sole prove per la Persico 69F Revolution

A comandare oggi sulla sponda bresciana del Lago di Garda è stato il vento: le condizioni meteo, infatti, hanno rallentato il programma della Persico 69F Revolution.

Mini 6.50, Les Sables d'Olonne: partita la 2a tappa verso Roscoff

Domenico Caparrotti: "Per me è come stare all'Università"

La vela si ferma per la scomparsa di Carlo Rolandi, presidente onorario FIV

Carlo Rolandi è stato la storia stessa di quasi un secolo di Vela sportiva italiana. Nove Olimpiadi, Otto anni Presidente FIV, protagonista in Italia e nel mondo

Optimist: sul Garda vento leggero per la "Ora Cup Ora"

Domenica la conclusione; al comando tra i più piccoli Mattia Benamati (nella foto) e tra gli juniores il romano Alessandro Cirenei. Gaia Zinali passa in testa tra le femmine

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci