domenica, 12 luglio 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

cnsm    melges 32    maxi-tri    garda    fiv    porti    turismo    scuola vela    guardia costiera    vela    vele d'epoca    vendée artique    optimist   

CAMPIONATI INVERNALI

Invernale Fiumicino: un'ottima giornata per Mart d'Este

invernale fiumicino un ottima giornata per mart este
Roberto Imbastaro

Un vento leggero, una bella giornata di sole e tanto divertimento hanno caratterizzato il primo appuntamento del Campionato Invernale d’Altura di Roma - Trofeo Città di Fiumicino dopo la pausa Natalizia. Domenica scorsa le oltre 80 imbarcazioni al via si sono ritrovate in acqua per una nuova prova, questa volta sul campo di regata posizionato davanti a Fiumicino Nord, per sfruttare al meglio il vento di terra che, in questo tratto di costa non trova ostacoli.
L'appuntamento organizzato dal Circolo Velico di Fiumicino, sotto l'egida della Federazione Italiana Vela, ha preso il via dopo le 10.00, come da programma, non ha spaventato gli equipaggi nei primi posti della classifica che hanno dimostrato ancora una volta grandi capacità sull’acqua. A tagliare per primo il traguardo nella classifica con rating ORC è Mart d’Este, il 31 piedi di Edoardo Lepre, con a bordo giovani regatanti provenienti quasi tutti dal mondo delle derive. Dartmilla, l’MN38 di Pino Stillitano non ha deluso le aspettative che si è posizionata al secondo posto davanti all’X-332 Sport No Fix di Carlo Colabucci che già prima delle feste natalizie aveva dato prova di essere in splendida forma, tanto da guidare la classifica provvisoria Orc dopo quattro prove. Se il podio è occupato tutto da imbarcazioni di classe 1, al quarto posto troviamo Jolie Brise, il First 35 di Federico Ceccacci con a bordo un gruppo di giovani e appassionati velisti, seguito da Geex di Angelo Lobinu che sta portando avanti un campionato davvero spettacolare. A bordo si fa sentire la presenza di Francesco Cruciani che ha messo a punto un nuovo gioco di vele che sta facendo volare questo Vroljk 37.
In classe Crociera è il Sun Odyssey 37 Zucchero e Cannella a tagliare per prima il traguardo, recuperando punti importanti ai fini della classifica generale dove è Flama di Giacomo Miraglia a occupare il primo posto, dopo una splendida seconda posizione nella regata di domenica. Il Balanzone di Miraglia ha scalzato dalla vetta della classifica generale l’imbarcazione di Giovanni Carusio Panta rei che slitta così in seconda posizione.
Nella classifica IRC è ancora Mart d’Este a dominare la prova di giornata, lasciandosi alle spalle No Fix di Colabucci. Per loro posizioni invertite nella classifica generale dopo quattro prove, mentre il First 35 Jolie Brise ha chiuso terzo domenica, mantenendosi nel podio anche in generale overall.
Solo metà della flotta della categoria “Vele Bianche” ha completato il percorso: ad avere la meglio è stato il Genesi 43 Take Five che porta a casa il suo terzo primo posto di questo XXXIX Campionato invernale. Dietro di lui c’è l’armatore Mauro Tripiciano con il suo Sun Odyssey 45 “Trip” che ha dato un distacco di oltre dieci minuti al terzo classificato, il Sun Fast 32 “Speedy” di Guido Pagano.
Abbiamo avuto un fine settimana davvero ‘a gonfie vele’, iniziato con l’incontro di approfondimento organizzato sabato scorso al circolo, che ha avuto ancora una volta un gran seguito” ha commentato il direttore sportivo del Circolo Velico Fiumicino, Massimo Pettirossi che ha aggiunto “Gli equipaggi sono tornati in acqua più preparati e questo soddisfa il nostro obiettivo primario che è quello di formare nuovi marinai”. “A inizio marzo concluderemo questa XXXIX edizione dell’Invernale di Roma – ha invece commentato il presidente del club, Franco Quadrana -  a quel punto gli equipaggi saranno pronti per affrontare il primo evento della stagione, il Trofeo Porti Imperiali, in programma dal 27 al 29 marzo. Quest’anno introduciamo anche un Memorial intitolato a Emanuela Paola Re, scomparsa nel 2019, che ha rappresentato per il nostro circolo un elemento davvero importante nell’organizzazione degli eventi sportivi”.

 









I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

L'estate di Lignano tra buon vino, cibo e navigazione

Navigazione verso Marano e Aquileia con degustazioni dei prodotti della Strada del Vino e dei Sapori FVG

Caorle: venerdì 10 luglio parte "La Duecento"

La prima regata offshore italiana in periodo Covid sarà La Duecento, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita lungo la rotta Caorle-Grado-Sansego e ritorno dal 10 al 12 luglio 2020

Il Governo "affonda" i porti turistici

Assomarinas: è inaccettabile, ancora una volta nel Decreto Rilancio il Governo ignora i problemi dei porti turistici

Vendée Arctique: nella piatta lotta tra Beyou e Dalin

Qualche problema per Giancarlo Pedote che si difende e festeggio in solitario i suoi 9 anni di matrimonio con Stefania

"100 Vele Rendez Vous", oltre 200 barche al primo evento post lockdown

In acqua anche medici e infermieri che sono stati in prima linea negli ospedali romani per combattere il virus COVID-19

Beda di Timifey Sukhotin vince la Coppa Europa Smeralda 888

Si è conclusa oggi la Coppa Europa Smeralda 888, prima regata della stagione sportiva dello Yacht Club Costa Smeralda

Melges 20 King Of The Lake Cup, Siderval è il vincitore della prima regata italiana

La vela agonistica italiana è ufficialmente ripartita e lo ha fatto grazie alla flotta Melges 20 che, riunitasi nel weekend appena concluso a Malcesine, ha completato le prima serie di regate del 2020

Liguria: operatori in fuga dai porti

Merlo, Federlogistica-Conftrasporto: “Fino a fine emergenza pedaggi autostradali alle AdSP per mantenere competitività"

Melges 32 World League: la prima giornata del 2020 è un gioco di equilibri

Secondo weekend italiano di regate e stavolta i protagonisti sono gli equipaggi della Classe Melges 32 che, da ieri fino a sabato, sono impegnati nella prima frazione delle Melges World League 2020 a Malcesine.

L'ottusità della burocrazia blocca la vela sul lago di Bracciano

Iniziativa della Federvela del Lazio per sbloccare la situazione delle regate a Bracciano: il presidente FIV IV Zona Giuseppe D'Amico scrive a Zingaretti. Il caso di una norma del 2014 interpretata male che blocca le regate

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci