martedí, 24 novembre 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vendee globe    fincantieri    windsurf    ambiente    giancarlo pedote    solidarietà    manifestazioni    emirates team new zealand    j24    america's cup   

CHIOGGIAVELA

ChioggiaVela, a Why Not? la Meteorosa

chioggiavela why not la meteorosa
redazione

Con il weekend appena trascorso si è di fatto aperta la settimana di eventi dedicati a ChioggiaVela, la rassegna nata grazie alla volontà ed alla collaborazione tra il Circolo Nautico Chioggia ed il Comune di Chioggia, con lo scopo di riproporre la centralità della vita di mare in una città tradizionalmente, culturalmente ed economicamente votata al mare.
Ad aprire la serie di appuntamenti è stata nella giornata di sabato la regata Meteorosa, evento organizzato dallo Yacht Club Padova in collaborazione con Darsena le Saline, Circolo Nautico Chioggia, Yacht Club Vicenza, Il Portodimare, la sezione di Chioggia della Lega Navale Italiana, Vela Veneta e riservato ad equipaggi interamente femminili, che si sono sfidati a bordo di imbarcazioni classi Meteor lungo il percorso di gara situato all'interno della Laguna nel canale della Perognola.
Una sola prova portata a termine dalla flotta di partecipanti, con il comitato di regata presieduto da Stefano Bragadin che decideva di annullare la seconda a pochi metri dal traguardo a causa di un totale calo di vento. Ad aggiudicarsi l'evento è Why Not di Mariagrazia Stimamiglio dello Yacht Club Vicenza, davanti al meteor condotta da Giulia Biasio. Terza posizione per lo scafo con a bordo le giovani promesse del Circolo Nautico Chioggia capitanate dalla giovane Nicole Santinato.
Nella giornata di domenica condizioni meteo ottimali con sole e 18 nodi di libeccio sono stati invece la cornice perfetta per la disputa della Bart's Bash, la regata in contemporanea intercontinentale per ricordare Andrew Simpson, il velista inglese tragicamente deceduto nell'incidente di Coppa America che coinvolse l'imbarcazione svedese Artemis. Una kermesse entrata già nel Guinnes dei Primati per il maggior numero di imbarcazioni presenti allo stesso evento. Trentotto le imbarcazioni che si sono presentate sulla linea di partenza e che, grazie ai 119 atleti partecipanti hanno fatto diventare quello chioggiotto il quinto evento più numeroso a livello mondiale. Quanto alla veleggiata è stata vinta in tempo reale da Enjoy, il Melges 24 di Stefano Bragadin con Silvia Verza, Massimo Zambonin e Domenico d'Avanzo. Per la classifica definita bisognerà però attendere la segreteria centrale dell'evento, che elaborerà i dati con il Bart's Number creando una nuova classifica in tempo compensato a livello locale e Mondiale.
Gli eventi di ChioggiaVela proseguiranno a partire da martedì 19 con l'inizio del Trofeo Meteorsharing. Ogni pomeriggio, fino a venerdì 22 settembre, emozionanti sfide con percorso lagunare a bordo di quattro imbarcazioni messe a disposizione da Meteorsharing. Il vincitore di ogni match si garantirà la partecipazione alla Meteor al Crepuscolo di sabato 23 settembre.
Il main event di ChioggiaVela, che si svolgerà da venerdì 22 a domenica 24 settembre, sarà presentato mercoledì 20 settembre alle ore 11 presso la sede del Circolo Nautico Chioggia nel corso di una conferenza stampa.


17/09/2017 18:41:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Vendée Globe: ancora non chiari i problemi di Hugo Boss; acqua a bordo (risolta) per Pedote

Hugo Boss procede lentamente e gli ingegneri sperano di poter riparare il danno in corsa. Per Pedote un'infiltrazione d'acqua dovuta ad una trappa del ballast

America's Cup: New Zealand presenta in nuovo AC75 "Te Rehutai"

Sarà lo scafo che scenderà in acqua per difendere l'America's Cup. Il nome scelto come sempre dall'Associazione per la cultura maori Ngāti Whātua Ōrākei

Vendée Globe: in serata Equatore per Pedote

Giancarlo sta finalmente navigando negli Alisei, dirigendosi ad alta velocità verso l'Equatore grazie ad una situazione metereologica molto particolare: una zona di convergenza intertropicale quasi inesistente

Ripartito! Per Jérémie Beyou un nuovo Vendée Globe tutto da scoprire

Alex Thomson è entrato nel Pot au Noir seguito da Thomas Ruyant che sta recuperando. Riparte Jérémie Beyou mentre Nico Troussel si avvia mestamente verso Capo Verde

Vendée Globe: Thomson si ferma per tentare la riparazione

Guai grandi e piccoli per tutta la flotta. Anche il leader, Thomas Ruyant è dovuto salire in testa d'albero

Vendée Globe: Thomas Ruyant al 2° posto davanti a Jean Le Cam

Alex Thomson continua a guidare la corsa e questa mattina dovrebbe entrare nella zona del Pot au Noir con poco vento, temporali e grossa variabilità

America's Cup: primi bordi per New Zealand

Bene le prime prove in acqua, la barca vola e il Team è molto soddisfatto

Vendée Globe: Thomson conquista l'Equatore, ma Ruyant incalza a 7 miglia

L’aggiornamento di questa mattina ci regala un duello serrato con gli immediati inseguitori, perché Thomas Ruyant è a sole 7.8 miglia da Alex Thomson e Charlie Dalin a 36.1 miglia (alle ore 10:30)

Il Vendée Globe e i suoi piccoli amici

Alex Thomson è sempre in testa e Jean Le Cam scivola in 4a posizione. A bordo con i solitari anche tanti piccoli amici che impareremo a conoscere

Vendèe Globe: match race tra Dalin e Ruyant verso l'Indiano

Per Pedote un 13° posto nel gruppo degli inseguitori. Un controllo alla barca rivela che è assolutamente pronta per il Grande Sud (foto on board Prysmian Group)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci