lunedí, 24 novembre 2014

AMERICA'S CUP

L'America's Cup e le Oasi protette del WWF

america cup le oasi protette del wwf
Redazione

Anche a Venezia l'America's Cup, tramite l'Healthy Ocean Project, conferma il suo impegno a favore di un ambiente marino pulito e in salute. Questa mattina, infatti, una delegazione comprendente rappresentanti dei media, dell'America's Cup Event Authority, dell'America's Cup Race Management e dei team si è unita ai responsabili di WWF Italia e dell'area protetta Duna degli Alberoni, Venezia, per un attività tesa alla salvaguardia del fratino.
Il fratino, la cui storia è significativa di molte specie che vivono in queste zone, è un uccello piccolo e raro della famiglia dei Charadriidae ed è solito nidificare sulle coste; più esattamente in mezzo alla sabbia, dove depone le uova.
Nelle oasi costiere protette dal WWF Italia che a livello locale si avvale della collaborazione dei servizi forestali regionali, si lavora per garantire al fratino le condizioni ideali per la deposizione e la schiusa della uova.
In occasione dell'attività svolta alla Duna degli Alberoni i rappresentati dell'America's Cup hanno collaborato alla realizzazione di un recinto teso a proteggere un tratto di arenile da destinare al fratino.
Un impegno che sta dando ottimi risultati. Proprio in questi giorni, infatti, in una delle cento oasi protette, localizzata lungo la costa abruzzese di Martinsicuro, sono nati alcuni pulcini di fratino che, sfruttando l'habitat sicuro, avranno modo di crescere in tranquillità.
Per supportare l'attività del WWF Italia, e permettere l'acquisizione di nuove oasi protette, è possibile donare 2 Euro mandando un sms al numero 45503. Il servizio sarà attivo fino al 20 maggio, giorno in cui il WWF Italia ha indetto la Festa delle Oasi.


14/05/2012 15.18.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

MSC Armonia: più lunga e più bella dopo la cura Fincantieri

I lavori hanno previsto l’inserimento al centro dello scafo della nave di un nuovo troncone, varato alla fine del mese di luglio, ottenendo in questo modo circa 200 nuove cabine

Route du Rhum: la ricetta di zia Anne per cucinare Andrea Mura

Anne Caseneuve è la terza donna a vincere questa difficile corsa in solitario dopo Florence Arthaud (24 anni fa) e Ellen MacArthur (12 anni fa)

Invernale Riva di Traiano: video colllisione Milu - Costellation

Riva di Traiano, 1a giornata del Campionato Invernale Trofeo Paolo Venanzangeli. Collisione Milu - Costellation

Guardia Costiera: il filmato dei salvataggi di oggi in acque libiche

Le segnalazioni sono giunte alla Centrale Operativa di Roma tramite telefonate satellitari che indicavano la presenza in acque S.A.R. libiche di 11 unità con a bordo migranti in difficoltà - il filmato dell'operazione

VOR: condizioni "orrende" nella prima notte di regata

Per rischio cicloni stabilita una ulteriore zona di esclusione alla navigazione nel tratto verso l'arcipelago delle Seychelles

Route du Rhum: Pedote rallenta e poi riparte

Un nuovo problema (risolto) per Giancarlo Pedote e Fantastica in corsa verso Guadalupe. Il racconto di Giancarlo Pedote dall'Oceano

Route du Rhum: avaria al sistema di comunicazione satellitare di Giancarlo Pedote

Il nuovo imprevisto rende più difficile per Giancarlo Pedote e il Class 40 Fantastica di Lanfranco Cirillo affrontare le ultime 350 miglia

(Dai team) VOR: il Team SCA si prepara per la partenza della seconda tappa

Allenamento fisico, riposo e corretta alimentazione per le ragazze del Team SCA, in preparazione alla navigazione da Città del Capo ad Abu Dhabi. Si parte mercoledì 19 novembre alle ore 18:00

Andrea Mura: piedi in Guadalupa, testa al Vendée Globe

Qualche battuta tra Andrea Mura e i giornalisti in banchina. Questa Route du Rhum è già alle spalle. Il pensiero corre al Vendée Globe.

Route du Rhum: secondo posto in classe Rhum per Andrea Mura

Una corsa contraddistinta da una splendida rincorsa: Mura, scivolato al quinto posto, ha coraggiosamente e inesorabilmente risalito le posizioni fino al secondo posto assoluto finale e primo dei monoscafi