giovedí, 25 aprile 2024


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

nacra 15    regate    mini 6.50    ran 630    ufo22    swan    class 40    niji 40    melges 24    america's cup    interviste    guardia costiera    turismo    trofeo princesa sofia    cnsm    la duecento    foiling   

CONFINDUSTRIA NAUTICA

Chiuso il METSTRADE di Amsterdam

chiuso il metstrade di amsterdam
redazione

Si è conclusa la 35esima edizione del METSTRADE di Amsterdam che ha visto l’Italia ricoprire un ruolo di primo piano con la partecipazione più rappresentata e qualificata della manifestazione.

Il meglio dell’eccellenza Made in Italy del settore è stata infatti in esposizione, rappresentata da 66 aziende riunite da Confindustria Nautica e Agenzia ICE nella Hall12 e presso il Superyacht Pavilion, un unicum espositivo capace di valorizzare progettazione e produzione di superyacht e componentistica di cui l’Italia è primo produttore al mondo.

Entusiasmo e partecipazione hanno caratterizzato la presenza italiana ad Amsterdam: “E’ sempre più chiaro alle nostre aziende il grande valore di partecipare al Metstrade di Amsterdam all’interno della collettiva italiana che si inserisce all’interno delle molteplici azioni messe in campo con Agenzia ICE nell’ambito del Piano Made in Italy promosso dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale – ha dichiarato Saverio Cecchi, Presidente di Confindustria Nautica.  Fare rete e promuovere il Sistema Paese è assolutamente strategico per l’internazionalizzazione delle aziende che esportano all’estero qualità, eccellenza e innovazione. A partire dalla sinergia nelle azioni di comunicazione che hanno valorizzato e amplificato il ruolo di leader di mercato del Made in Italy.”


Visita entusiasmante anche per l’Ambasciatore d’Italia all’Aja, Giorgio Novello che al Metstrade 2023 ha incontrato le aziende italiane presenti, i vertici organizzativi della fiera e i vertici di Confindustria Nautica: “Ho toccato con mano il significato globale del settore nell’incontro con Saverio Cecchi, Presidente di Confindustria Nautica, che ha contribuito all’organizzazione della partecipazione collettiva italiana: l’88% del fatturato viene esportato, cresce l’attenzione alla sostenibilità, la cifra d’affari continua a crescere a doppia cifra, il collegamento col territorio è strutturale, tradizione e continua innovazione (come nel foil) ed eleganza di materiali e design procedono affiancati. Le istituzioni italiane nei Paesi Bassi da parte loro hanno contribuito alla visibilità del sistema Italia. Ciò vale in particolare per ICE Agenzia che ha curato la partecipazione di quasi 70 imprese italiane”.

 

Soddisfazione espressa anche dalle aziende che hanno preso parte alla collettiva italiana riunita nella Hall 12 della manifestazione.

 

Anton Francesco Albertoni – CEO Veleria San Giorgio: “La fiera sta andando molto bene, abbiamo avuto due bellissime giornate. Abbiamo lavorato molto bene, i presupposti per un’ottima stagione 2024 ci sono tutti. La collettiva per noi è assolutamente funzionale, è bello avere un’area italiana, essere vicino ai colleghi e poter lavorare insieme. Tutto questo lo si riesce a fare solo con il coordinamento di un’Associazione di categoria che ti supporta, il valore aggiunto c’è e si vede. I feedback sul settore sono molto positivi, nonostante la preoccupazione iniziale abbiamo fatto un fantastico Salone Nautico Internazionale di Genova e qui ad Amsterdam è andata altrettanto bene, sarà una bella stagione 2024 con tanti bei risultati per tutti”. 

Alessandro Gianneschi – CEO Gianneschi Pumps&Blowers: “Due giornate ottime per noi, abbiamo avuto numerosi visitatori e persone molto interessate. Le grandi aspettative che avevamo non sono venute meno, c’è stata parecchia affluenza con visitatori provenienti da Europa, Middle East, Turchia e Asia. È il secondo anno in cui esponiamo nella nuova location, questo ha rafforzato ancora di più quella che è l’immagine sia dell’accessorio che della collettiva italiana, nella quale abbiamo molte aziende che sono numeri uno del settore riconosciuti a livello internazionale. Unire le forze e fare gruppo è funzionale e regala un’immagine molto forte che sta dando grossi riscontri. Vogliamo continuare così, a fare gruppo e organizzare eventi, cercando di coinvolgere sempre più aziende”.

Piero Formenti – CEO ZAR Formenti: “Ottima qualità, oggi è stata una giornata interessante e con contatti importanti. Producendo tender, da qui siamo vicini al Superyacht Pavillion e per questo la location va bene. La collettiva è molto importante per l’identità italiana, anche per dare un segnale ai buyers di cosa sia il bello e ben fatto italiano. Le aziende che non fanno parte della collettiva dovrebbero unirsi a noi, sicuramente trarrebbero molti benedici nel fare parte di un gruppo importante, che lascia il segno in questo Salone”. 

Andrea Razeto – CEO F.lli Razeto e Casareto: “Il METSTRADE è una fiera con un livello sempre molto alto, abbiamo avuto tante visite e riusciamo a conoscere molta gente nuova, siamo molto soddisfatti. Per quanto riguarda l’affluenza gioca a nostro favore il posizionamento, il METS si riconferma una fiera che, sia qualitativamente che quantitativamente, resta importante per noi e per il nostro lavoro. La formula della collettiva è sempre vincente, una delle caratteristiche italiane è quella di avere tante aziende, anche piccole, e il fatto di riuscire ad apparire tutti assieme - soprattutto in un settore in cui rappresentiamo l’eccellenza della tecnologia e del design facendo massa critica - ci fa riconoscere e dà un’identità di brand Made in Italy importantissima”. 

A conferma del ruolo di leader dell’industria nautica da diporto italiana, l’apertura dell’edizione 2023 del METS è stata affidata, nell’ambito del tradizionale appuntamento del Breakfast Briefing con i leader dell'industria nautica mondiale, al keynote speech di Massimo Perotti, Presidente e CEO di Sanlorenzo SpA e Past President di Confindustria Nautica al quale è stato inoltre riconosciuto il premio Lifetime Achievement nell’ambito dei Boat Builder Award tenutisi la sera del 16 novembre presso il National Maritime Museum di Amsterdam. 

La partecipazione di Confindustria Nautica al METS è stata strategica anche sul fronte del confronto internazionale a livello tecnico e regolamentare. L’Associazione nazionale di categoria ha preso parte a numerosi working group di ICOMIA (International Council of Marine Industry Associations che riunisce 43 nazioni) e, in particolare, alla presentazione ufficiale dello studio sulla decarbonizzazione nel settore nautico, tema che era stato affrontato nell’ambito del World Yachting Sustainability Forum organizzato da Confindustria Nautica al 63°Salone Nautico Internazionale di Genova.

I prossimi appuntamenti che vedono Confindustria Nautica e l’industria nautica da diporto italiana protagonisti si terranno a Roma il 14 dicembre con l’Assemblea dei Soci dal titolo “Nautica: Industria, politica, economia” e, nell’ambito dell’attività di promozione internazionale con ICE Agenzia, con una presenza istituzionale al BOOT di Düsseldorf, dal 20 al 28 gennaio 2024.

 


17/11/2023 17:58:00 © riproduzione riservata






I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Caorle, La Duecento: già 90 barche a 15 giorni dalla partenza

A due settimane dal via de La Duecento, gli iscritti raggiungono quota 90 imbarcazioni, un record assoluto per la regata del Circolo Nautico Santa Margherita di Caorle che festeggia quest’anno la 30°edizione

America's Cup: anche Ineos Britannia è bellissima!!!

Rivelata la barca che tutti i fan britannici sperano abbia la migliore possibilità di vincere la 37ª America's Cup di Louis Vuitton in 173 anni di vani tentativi

Ufo 22: partita la Turbocup 2024

Imprevedibile Sebino, Pura Vida al comando prima tappa Turbocup '24.

Medaglia d’Oro al Valore Atletico per gli uomini del Moro di Venezia

Mercoledì 17 aprile alle ore 12.00, presso il Centro di Preparazione Olimpica Acquacetosa a Roma l’equipaggio de Il Moro di Venezia è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valore Atletico alla presenza del Ministro dello Sport e i giovani Andrea Abodi

Gli Swan ripartono da Scarlino

ClubSwan Racing conferma le eccezionali sedi del 2024 per Swan One Design in giro per il Mediterraneo. La Rolex Swan Cup a Porto Cervo a settembre rappresenta il clou della stagione con l'atteso Swan One Design Worlds di ottobre

Mini 6.50, l'altura sono loro!

Parte la Roma-Barcellona ed è la Classe Mini a tenter alto il vessillo della vela "dura". Pochi i partecipante nelle regate lunghe come la RAN 630 e la Roma; boom di presenze alla 151 Miglia

Intervista al comandante di Nave Vespucci C.V. Giuseppe Lai

L’intervista “live” di Gianni Loperfido dal Circolo ufficiali della M.M.I. a Roma, al comandante di Nave Vespucci C.V. Giuseppe Lai durante il premio "Carlo Marincovich"

Melges 24, Trieste: il croato Razjaren si conferma leader

Nulla cambia in vetta alla classifica con il leader della prima giornata il croato Razjaren di Lukasz Podnieski che conferma e consolida il primato (2,2 i suoi parziali di oggi). Alle sua spalle si incendia la lotta per il podio

Niji40: primo Xavier Macaire, secondo Alberto Riva

Poco meno di un'ora ha separato all'arrivo Acrobatica da Group SNEF. Alberto Riva e il suo equipaggio sono stati gli unici a tener bene testa al francese Xavier Macaire

Scatta domani da Trieste la stagione europea 2024 della classe Melges 24

26 i team iscritti a questo appuntamento in rappresentanza di 9 Nazioni (Germania, Gran Bretagna, Slovenia, Croazia, Danimarca, Svizzera, Austria, Ungheria, Italia)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci