sabato, 15 agosto 2020


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

optimist    mini 6.50    youth america's cup    cambusa    circoli velici    rs feva    persico 69f    trasporto marittimo    fiv    porti   

FIV

La Fiv premia le "sue" medaglie olimpiche

la fiv premia le quot sue quot medaglie olimpiche
redazione

Il terzo giorno del CICO 2019 si è concluso con la serata organizzata dalla FIV e dedicata alle “Stelle della Vela”, gli atleti italiani che hanno vinto una medaglia olimpica nella loro carriera. Presenti Alessandra Sensini con le sue quattro medaglie (Oro a Sydney 2000, Argento a Pechino 2008 e Bronzo ad Atlanta 1996 e Atene 2004) nella classe Windsurf, Giorgio “Dodo” Gorla bronzo nella classe Star a Mosca nel 1980 e Los Angeles 1984, Luca Devoti argento a Sydney 2000 nei Finn, Diego Paschetta Romero bronzo a Pechino 2008 nei Laser.
 
ALESSANDRA SENSINI
“E’ bello essere qui, perché sono passati un po’ di anni e ricordare le medaglie insieme gli altri è qualcosa di unico e speciale. Ricordo di aver festeggiato con Straulino subito dopo il mio Oro di Sydney ed è un momento che porterò nel cuore. Le medaglie sono tanta fatica e sacrificio, allenamento intenso per tutto il quadriennio. La prima medaglia, bronzo, è arrivata ad Atlanta, ma per me la vittoria di Sydney è stata la migliore, perché la baia mi è entrata nel cuore l’atmosfera era magica, era tutto giusto. Il bronzo di Atene che è stata quella più sofferta perché è stato un oro mancato, ero diventata l’avversario più forte di me stessa e quando succede è durissima. Ho chiuso con l’argento di Pechino che è arrivato con tutto nuovo, dai materiali, alle persone del mio team, ai metodi di allenamento, e chiusa con la vittoria persa per un punto con la cinese. Per me le Olimpiadi sono state un sogno fin da bambina, non in uno sport specifico, poi è arrivata la vela e mi ha stregato. Ai giovani dico di non mollare mai, di continuare fino al giorno in cui tutti i puntini si uniranno e avverrà il miracolo.”
 
LUCA DEVOTI
“Oggi è bello perché il lavoro sui materiali non è più importante quanto l’allenamento continuo del velista nella perfezione delle manovre, nell’accrescimento della parte tattico-strategica e della mente, che alla fine è quella che determina la prestazione sotto pressione e che fa la differenza. Noi abbiamo dei grandi campioni, speriamo che abbiano quel quid in più che permette di arrivare all’eccellenza. Il gioco è sempre lo stesso, un po’ più spostato sulla fisicità e sulla quantità di lavoro in acqua.”
 
GIORGIO ‘DODO’ GORLA
“Ringrazio per questa manifestazione e questo premio che arriva dopo tanti anni di carriera e che purtroppo sono qui a ritirare da solo… manca il mio grande prodiere Alfio Pieroboni che è stato colui che mi ha permesso di raggiungere tutti questi risultati, lui è stato un grande compagno ma soprattutto un grande amico. Questa serata mi riavvicina alla vela olimpica di adesso che è molto diversa dalla mia, le barche sono cambiate, l’età degli atleti si è abbassata, quindi è un mondo diverso che seguo sempre con passione.”
 
DIEGO PASCHETTA ROMERO
“Sono ancora e sempre un appassionato della vela, anche se a livello internazionale sono cambiate molte classi e io non sono del tutto d’accordo con la direzione che sta prendendo questo sport. Con spettacolari giornate di vento e onda quando sarebbe fantastico per qualunque velista uscire, ci sono barche che non possono navigare… però è la mia opinione, a molti piacciono gli scafi foiling.”
 
Sul palco con i medagliati italiani e con il giornalista RAI Giulio Guazzini, anche il Presidente FIV Francesco Ettorre e nientemeno che il Presidente del CONI Giovanni Malagò.
 
FRANCESCO ETTORRE
“L’idea di questa serata è nata dal fatto che avevamo il CICO con tantissimi giovani e tanti atleti in fase di preparazione per le Olimpiadi di Tokyo. Era da tanto tempo che come Federazione volevamo offrire un riconoscimento a chi negli anni ha reso grande la vela olimpica italiana e ci è sembrato che questo contesto fosse il migliore. Inoltre la location è bellissima e si affaccia proprio sul lago dove tutti hanno regatato e continuano a regatare.”
 
GIOVANNI MALAGÒ
“Ci sono grandi significati in questa serata perché siamo all’ultima volata preolimpica che si sta intensificando, la vela italiana è in una fase di attività molto complessa in grande evoluzione. Io la seguo da vicino e dobbiamo ammettere che a Rio non siamo andati bene nonostante il talento degli atleti, sono successe cose anche a livello sportivo che non possiamo dimenticare, forse dovute anche a sfortuna e ingiustizia sul campo, ma purtroppo questo è stato il responso e dobbiamo accettarlo. Mentre adesso invece ci sono le premesse per fare qualcosa di diverso, di più grande, che si merita gli sforzi di questa federazione, che è stata la prima a guadagnare la carta olimpica.”
 
Molto partecipata la serata, nel pubblico molti dei velisti impegnati in questi giorni proprio nel Campionato Italiano Classi Olimpiche sul Garda, che fino a poche ore fa hanno regatato nello specchio d’acqua italiano più famoso al mondo.
Domani sabato 14 settembre le flotte torneranno in acqua per l’ultima giornata di regate, con partenze mattutine per tutti, tranne per i 2.4 che invece avranno il primo segnale alle 13.
 
TOP 3 PROVVISORI A VENERDÌ 13 SETTEMBRE
 
LASER
1.Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza)
2.Lorenzo Brando Chiavarini (GBR)
3.Alp Rodopman (TUR)
 
LASER RADIAL
1.Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza)
2.Marie Barrue (FRA)
3.Matilda Zoy Talluri (CN Livorno)
 
470 M
1.Giacomo Ferrari – Giulio Calabrò (Marina Militare)
2.Matteo Capurro – Matteo Puppo (YC Italiano)
3.Andrea Totis – Alice Linussi (LNI Mandello del Lario)
 
470 F
1.Elena Berta – Bianca Caruso (CS Aeronautica Militare – Marina Militare)
2.Benedetta Di Salle – Alessandra Dubbini (Marina Militare – SV Guardia di Finanza)
3.Luisa Penso – Anna Pagnini (YC Adriaco)
 
Nacra 17
1.Lorenzo Bressani – Cecilia Zorzi (CC Aniene – CS Aeronautica Militare)
2.Vittorio Bissaro – Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre – CC Aniene)
 
49er
1.Uberto Crivelli Visconti – Gianmarco Togni (Marina Militare)
2.Simone Ferrarese – Valerio Galati (CV Bari/LNI Trani)
3.Max Haenssler – Joshua Richner (SUI)
 

49er FX
1.Victoria Yurczok-Anika Lorenz (GER)
2.Enia Nincevic-Vitturi De Micheli (CRO)
3.Maria Ottavia Raggio-Jana Germani (CV La Spezia/Sirena CN Triestino)


RS:X M
1.Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza)
2.Nicolò Renna (CS Torbole)
3.Matteo Evangelista (LNI Civitavecchia)
 
RS:X F
1.Giorgia Speciale (CC Aniene)
2.Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza)
3.Laura Linares (CC Roggero di Lauria)
 
FINN
1.Federico Colaninno (YC Gaeta)
2.Juan Perez Soltero (ESP)
3.Matteo Iovenitti (CC Aniene)
 
2.4 mR
1.Antonio Squizzato (SC Garda Salò)
2.Davide Di Maria (SV Garda Salò)
3.Stefano Maurizio (Compagnia della Vela)
 
Kitefoil
1.Mario Calbucci (CV Portocivitanova)
2.Alessio Brasili (CV Fiumicino)
3.Lorenzo Boschetti (CN Cesenatico)

 


14/09/2019 10:05:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Persico 69F: a Gargnano primo giorno di "Revolution"

In evidenza alla fine della prima giornata gli equipaggi di Botticini, Gallinaro, e Caldari oltre ai fuoriclasse da Hong Kong

Caos istituzionale e il porto di Venezia soffre

La Venezia Port community chiede di quali poteri possa disporre il neonominato Commissario all'Autorità di Sistema Portuale e quali confini circoscrivano la cosiddetta ordinaria gestione

Optimist, "Ora Cup Ora": conclusione con un bel vento teso da nord

Nella categoria juniores la spunta il campione britannico Santiago Sesto Cosby; la napoletana Caracciolo vince tra le femmine Tra i più piccoli netta vittoria di Mattia Benamati; rimonta della rivana Berteotti, che supera la tedesca Brinkmann

ASSARMATORI: vinta la prima battaglia per rilanciare l’economia del mare

“L’emergenza Covid, nella sua drammaticità, ha in queste ore provocato quella che va considerata una reazione positiva insperata: far comprenderealle Istituzioni nazionali l’importanza dell’economia e dell’industria del mare”

Optimist: prime prove per la "Ora Cup Ora"

Iniziata al Circolo Vela Arco la 25^ Ora Cup Ora, classe Optimist.Tra gli juniores in testa l’azzurra Ginevra Caracciolo, tra i più piccoli parità di punteggio nei primi tre

MINI 6.50: Mengucci e Caparrotti raccontano la 1a tappa della SAS 6.50

Les Sables - Les Açores en Baie de Morlaix - Intervista a Domenico Caparrotti e a Giovanni Mengucci che ci raccontano il loro impatto con la corsa

Garda: due sole prove per la Persico 69F Revolution

A comandare oggi sulla sponda bresciana del Lago di Garda è stato il vento: le condizioni meteo, infatti, hanno rallentato il programma della Persico 69F Revolution.

Mini 6.50, Les Sables d'Olonne: partita la 2a tappa verso Roscoff

Domenico Caparrotti: "Per me è come stare all'Università"

La vela si ferma per la scomparsa di Carlo Rolandi, presidente onorario FIV

Carlo Rolandi è stato la storia stessa di quasi un secolo di Vela sportiva italiana. Nove Olimpiadi, Otto anni Presidente FIV, protagonista in Italia e nel mondo

Optimist: sul Garda vento leggero per la "Ora Cup Ora"

Domenica la conclusione; al comando tra i più piccoli Mattia Benamati (nella foto) e tra gli juniores il romano Alessandro Cirenei. Gaia Zinali passa in testa tra le femmine

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci