domenica, 25 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    reale yacht club canottieri savoia    ucina    perini    press    volvo ocean race    soldini    saetec    altura    nautica    crn    radar    mascalzone latino    giovanni soldini    pesca    marevivo   

MELGES24

Gran successo la 14a Coppa Favini Melges 24 all’Avav di Luino

gran successo la 14a coppa favini melges 24 all 8217 avav di luino
redazione

Si è con conclusa con grande successo la 14a edizione della Coppa Lino Favini, manifestazione riservata alla classe Melges 24 e organizzata dall’Associazione Velica Alto Verbano di Luino. La regata era valida anche come ultima prova stagionale (la sesta) del Circuito Europeo e di quello italiano (quarta tappa) come pure del Campionato Svizzero di classe. Venticinque le imbarcazioni schierate sulla linea di partenza provenienti da Austria, Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Italia, Svizzera, Ungheria e USA.
La regata è dedicata a Lino Favini, grande velista verbanese nonchè padre di Flavio Favini che proprio in questi giorni porterà il nome del sodalizio velico luinese sui mari della Cina dove prenderà parte alla Volvo Hong Kong to Vietnam Race con il team Mascalzone Latino.
Tre giorni di gara sul campo di regata del “canalone”, con la regia impeccabile del giudice genovese Fabio Barrasso, in cui è stato possibile portare a termine 6 delle 8 prove previste dal programma con venti prevalentemente da sud (con intensità fino a 14 nodi), la tipica “inverna” del lago Maggiore; solo la penultima manche veniva disputata con vento leggero di tramontana.
Le regate sono state caratterizzate da un alto livello di competizione: la vittoria finale è andata al team ungherese di “FGF Sailing Team”, vincitore della prima e della quinta prova. Lo seguivano in classifica (stilata con uno scarto) rispettivamente al secondo e terzo posto l’equipaggio danese di “Soffe” con una serie di risultati regolarissimi senza mai vincere una prova e il team Italiano di “Taki” , portacolori dello Yacht Club Italiano, di Niccolò Bertola(timoniere) e marco Zammarchi. “Taki” vinceva anche il trofeo Corinthian riservato all’armatore/timoniere e non solo nella classifica luinese, ma anche in quella del Circuito europeo. Solo sesto posto finale per “Maidollis” di Carlo Fracassoli campione del mondo 2017 e 2012 con il luinese Giovanni Ferrari: il team portacolori dello Y.C. Cortina iniziava bene con due secondi e il primo posto nella terza prova, ma poi era costretto al ritiro per motivi di salute di un membro dell’equipaggio; settimo posto finale per “Altea” del verbanese (portacolori del Circolo Velico Canottieri Intra) Andrea Racchelli cui non era sufficiente, agli effetti della classifica, un primo di giornata per guadagnare posizioni. Infine da ricordare il 17° posto dell’altro equipaggio del lago Maggiore, quello di “Forever-G” di Giulio Tallacchini (LNI Laveno) con il timoniere Marco Di Natale.
Il titolo di Campione Svizzero era appannaggio dell’equipaggio zurighese di “Andele”, 13° classificato nella classifica finale della Coppa Favini.
In occasione della premiazione il presidente AVAV Giovanni Moroni ha dichiarato:”Siamo molto orgogliosi di poter organizzare una manifestazione così importante che ricorda uno dei più apprezzati e capace velisti che possiamo annoverare fra le nostre glorie. Anche quest’ anno abbiamo avuto condizioni meteorologiche pressoché perfette che hanno premiato il nostro impegno di organizzatori e permesso agli atleti presenti di portare a termine regate di alto livello tecnico”. Anche alcuni ragazzi giovani velisti portacolori dell’AVAV hanno consegnato le medaglie ai concorrenti premiati per il Circuito Europeo 2017.
Durante la cerimonia ha consegnato un riconoscimento al giudice gemoniese Giovanni Salvini per la sua preziosa e continua collaborazione, ha ringraziato gli sponsor, il presidente della Camera di Commercio di Varese Giuseppe Albertini che con la Varese Sport Comission ha fornito un importante sostegno alla manifestazione; il sindaco di Luino Andrea Pellicini e l’assessore Alessandra Miglio che ha anche consegnato il Trofeo all’equipaggio vincitore del campionato elvetico.
Contestualmente alla premiazione della 14a Coppa Favini si è svolta la premiazione dell’European Melges 24 Sailing Series 2017, il trofeo è stato consegnato dal presidente della XV Zona FIV Fabio Mazzoni all’equipaggio inglese di “Gill Racing Team”, in questa occasione quarto classificato. 
Fra meno di due settimane, nei giorni 27-29 ottobre 2017, l’AVAV organizzerà l’Italian Open H-Boat Class sempre con il patrocinio di Varese Sport Commission e Camera di Commercio di Varese, del Comune di Luino e il supporto di Gottifredi Maffioli, Liberty Home e Nauticaluino
Il Melges 24 (24 è la lunghezza in piedi 7,50m) è stata disegnata nel 1992 dai progettisti americani Reichel & Pugh e costruita sempre negli USA dal cantiere Melges Performance Sailboats. La classe italiana nasce ufficialmente nel 2004.
La manifestazione organizzata dal sodalizio velico luinese, attivo in campo agonistico nazionale e internazionale fin dall’anno della sua fondazione nel 1938, ha potuto contare sull’importante sostegno di Varese Sport Commission e Camera di Commercio di Varese, sul patrocinio del Comune di Luino e sul supporto di Gottifredi Maffioli, Trac Trac, Liberty Home e Nauticaluino. Gli sponsor hanno anche offerto numerosi premi assegnati con un sorteggio in occasione della cena di gala offerta dall’AVAV a tutti i concorrenti.


18/10/2017 10:41:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

La lunga stagione velica dei "Protagonist" sul Lago di Garda

Un calendario agonistico ricco e variegato dunque, con molte conferme e importanti novità. Alle tradizionali regate suddivise tra i circuiti Sailing Series, Long Distance e Campionato Nazionale, si aggiunge il Trofeo Protagonist nella sua prima edizione

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Volvo Ocean Race: donne al comando

La skipper britannica Dee Caffari e il suo giovane team (tra cui c'è Francesca Clapcich) si stanno preparando a guidare la flotta nella zona della seconda barriera corallina più grande del pianeta

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

Soldini e Maserati a 1.000 miglia dall'arrivo

Ultime 1000 miglia per Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70. L’arrivo a Londra è previsto nella mattinata di venerdì 23 febbraio

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Invernale Riva di Traiano: un week end che vale doppio

Si regaterà sabato e domenica per il recupero delle prove perse questo inverno. Iniziano a crescere le iscrizioni alla Roma per 1/2/Tutti

Volvo Ocean Race: alla ricerca del vento

La flotta della Volvo Ocean Race sta affrontando altre ore di navigazione difficile, essendo entrata in pieno in una ampissima zona di aria leggera

Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70 nel Golfo di Biscaglia

L’arrivo a Londra è previsto nella mattinata di venerdì 23 febbraio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci