venerdí, 26 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

giraglia rolex cup    federagenti    j24    guardia costiera    nautica    formazione    regate    protagonist    lega italiana vela    scuola vela    dinghy    yahama   

GIANCARLO PEDOTE

I commenti di Giancarlo Pedote su una stagione che si chiude e non solo

commenti di giancarlo pedote su una stagione che si chiude non solo
redazione

Si è concluso domenica il Campionato Italiano Moth a Foil, l’ultima regata del calendario 2016 italiano e ultima regata in programma quest’anno per Giancarlo Pedote. Stefano Rizzi si aggiudica il titolo. I commenti di Giancarlo Pedote in un incontro a Punta Ala.

 

10 prove in tutto, 4 venerdì, 4 sabato e 2 domenica, hanno avuto luogo nel mare del golfo di Follonica durante questo primo weekend di settembre. 24 i Moth a foil protagonisti di manovre leggere e voli sul pelo dell’acqua che hanno incuriosito gli ultimi bagnanti della location marittima toscana mentre si contendevano il titolo di Campione italiano Moth 2016.

Dopo la conclusione delle prove, che hanno visto Stefano Rizzi vincitore, Giancarlo Pedote, navigatore oceanico in “stage” sui Moth a foil ha commentato la stagione appena conclusa in una piccola intervista rilasciata mentre disarmava Prysmian ITA 4171.

 

- Come è andata?

« Quattordicesimo. Questo è il risultato in classifica, un risultato che pondero e analizzerò nell’ottica di una immaginaria curva di analisi performance dell’anno che si conclude. In questa regata non miravo al podio, ma ad una serie di obiettivi personali che ho raggiunto solo in parte. Adesso sistemo la barca, ma il pensiero è già oltre ».

 

- Quali sono gli obiettivi raggiunti? E dove è il tuo pensiero adesso?

« Gli obiettivi raggiunti sono una certa progressione in differenti aree della navigazione: manovre, tempistica nel raggiungere il volo, velocità. Il pensiero è invece sugli obiettivi non ancora raggiunti: migliorare manovre, tempistica nel raggiungere il volo e velocità » risponde sorridendo.

 

- Ci sono già pensieri rivolti al prossimo anno?

« Una parte del mio pensiero ed un certo tipo di lavoro sono sempre rivolti e dedicati al futuro, sia prossimo sia lontano. Tutta questa stagione era basata sulla volontà di iniziare ad apprendere la tecnologia del foil per un progetto futuro, un progetto sul quale non smetto mai di lavorare ».

 

- E guardando indietro cosa vedi?

« Un anno interessante, che mi ha insegnato molto e mi ha mostrato quanto molto ancora devo apprendere. La vela è un mondo in cui non ci si può adagiare, talmente sono le evoluzioni e le differenti specializzazioni ».

 

- Alcuni ritengono che siano proprio queste caratteristiche della vela a renderla difficile da comunicare. Cosa ne pensi?

« Credo che la vela sia uno sport abituato a comunicare solo a sé stesso, ma anche che un ampliamento della sua diffusione sia assolutamente possibile. Oltre lo sport, le differenti specializzazioni bastoni o d’altura, le varie regole, le compensazioni, ci sono le storie dei ragazzi, degli uomini e delle donne, le storie delle imbarcazioni, le storie delle aziende che producono materiali per la vela e quelle che sponsorizzano navigatori o manifestazioni, rendendo possibile che tutto questo possa esistere. Ci sono valori puliti, aneddoti semplici e veri. Penso che sì, la vela è un mondo eterogeneo, ma ha punti fermi che possono essere spiegati in maniera semplice e tante curiosità che potrebbero coinvolgere il grande pubblico ».


05/09/2016 21:00:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cinquecento, la faccia dura dell'Adriatico

La Cinquecento X2 e XTutti è la grande vela d’altura del Circolo Nautico Santa Margherita

Salina Sailing Week 25/28 Maggio

Sarà una edizione con una leggera contrazione numerica dovuta alla immediatamente successiva tappa di Trapani dei Beneteau 25

Friuli: l'adrenalina pura della "Caccia al Tonno Rosso"

In Friuli dal 16 giugno inizia la stagione della pesca al tonno rosso, un Big Game che si pratica in alto Adriatico dal 1970. E per chi ama la fotografia subacquea i fondali di Lignano saranno una scoperta incredibile

Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme nel brand "Alto Adriatico"

L’idea è di unire le forze per presentare all’estero le spiagge delle due regioni sotto un unico brand ispirato all’area geografica di appartenenza: l’Alto Adriatico

Mare: allarme plastica

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili?

Riva di Traiano - La Maddalena: parte il 2 giugno la 1000 Vele per Garibaldi

125 miglia di traversata e due regate costiere nell'arcipelago de La Maddalena

Monfalcone: un "College" per imparare la vela alla Scuola Vela Tito Nordio

La Scuola Vela Tito Nordio dello Yacht Club Hannibal, la prima Scuola Vela riconosciuta dalla Federazione Italiana Vela è organizzata con il sistema del “college inglese”

Bel week end di regate e podi per le squadre Optimist e Laser Fraglia Vela Riva

La Fraglia Vela Riva qualificata ai Campionati nazionali a Squadre Optimist dopo la vittoria alla "Due giorni di Ledro", organizzata dall'Associazione Velica Lago di Ledro

Lauderdale Yacht Club è il vincitore del XXXI Trofeo Marco Rizzotti

Sul podio anche la Nazionale Italia, uscita sconfitta solamente dallo scontro diretto con Lauderdale, e LISOT New York

Il Circolo Canottieri Aniene vince l'Audi - Italian Sailing League

Al secondo posto il Circolo Velico Ravennate e ottimo esordio da terzi per il Centro Velico 3V

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci