lunedí, 28 novembre 2022

SMERALDA 888

Beda di Timifey Sukhotin vince la Coppa Europa Smeralda 888

beda di timifey sukhotin vince la coppa europa smeralda 888
redazione

Si è conclusa oggi la Coppa Europa Smeralda 888, prima regata della stagione sportiva dello Yacht Club Costa Smeralda. A vincere la diciassettesima edizione di questa manifestazione è stata Beda di Timifey Sukhotin seguita al secondo posto da Botta Dritta (skipper Francesco Vauban) e al terzo da Black Star (skipper Nicolò Stimamiglio).

 

Nelle prove a bastone i team si sono affrontati a bordo delle Smeralda 888, le imbarcazioni monotipo che lo YCCS commissionò nel 1991 all'architetto navale German Frers e attualmente basate allo Yacht Club Monaco. L'Associazione di Classe Smeralda 888 segna nel 2020 il 25^ anniversario della sua nascita.

Nella giornata odierna sono state completate altre quattro prove per un totale complessivo di otto, riuscendo così a recuperare lo stop forzato di venerdì, primo giorno di regata, a causa del forte vento. La flotta delle sei imbarcazioni oggi è stata accompagnata da un vento costante di circa 10 nodi proveniente da nord-ovest.

 

Leader indiscusso di questa edizione di Coppa Europa Smeralda 888, il team di Beda entra a far parte dell'Albo d'Oro della manifestazione con ben sette vittorie parziali su otto e un secondo posto. Il vincitore dello scorso anno, Botta Dritta, sale comunque sul podio piazzandosi al secondo posto seppur con nove punti di distacco dal primo classificato. Al terzo gradino troviamo Black Star.

Conclusa la regata, i team si sono ritrovati in Terrazza Azzurra presso lo YCCS per la premiazione finale.

 

Il prossimo appuntamento sportivo sarà il 2 agosto con il Campionato Sociale, dedicato ai soci dello YCCS.

 


05/07/2020 18:05:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Route du Rhum: penalizzato Roland Jourdain, la vittoria nella categoria Rhum Multi va a Loïc Escoffier

Nella barca di Jourdain la piombatura è risultata rotta ai controlli post regata e la conseguente penalità di 90' ha regalato la vittoria a Loïc Escoffier

Invernale Traiano: Guardamago scopre le sue carte

L'Italia Yachts 11.98 di Massimo Romeo Piparo si rivela l'antagonista principale di Tevere Remo Mon Ile e passa a condurre in ORC. Soul Seeker e Sir Biss mantengono il primato in Crociera e Coastal

Roma: Genova The Grand Finale presentato al ministro Abodi

Alla presentazione presso il Salone d’Onore del Coni hanno partecipato le più importanti autorità istituzionali e sportive

Europeo ILCA, Hyères: giornata lunga con tre prove per donne e uomini

Ieri si sono disputate tutte le prove in programma (tre) che stanno dando una forma abbastanza delineata alle classifiche. Oggii in programma tre prove per le donne e due per gli uomini.

Ambrogio Beccaria ci racconta la sua Route du Rhum

Impresa straordinaria di Beccaria che al suo esordio alla Route du Rhum e alla sua prima regata su “Alla Grande – Pirelli” ha conquistato il 2° posto in Class40 attraversando l’Atlantico in 14 giorni 7 ore 23 minuti

Buona la seconda al Campionato Autunnale della Laguna di Lignano Sabbiadoro

Dopo l'annullamento del primo appuntamento del 33° Campionato Autunnale della Laguna per condizioni meteo-marine avverse, la seconda domenica in programma non ha deluso le aspettative

Hyères, Europeo ILCA 6/7: Chiavarini sesto e Benini Floriani quindicesima

ILCA 6 e ILCA 7 salutano la rassegna continentale transalpina con tanti spunti positivi e un appuntamento in territorio italiano per la prossima stagione dove il campionato si disputerà ad Andora

Come liberare in sicurezza una tartaruga

Animali marini catturati nella rete: da oggi esiste un protocollo operativo su come trattarli per liberarli limitando i danni

Protagonist 7.50: classifica tutta aperta all'Autunno Inverno Salodiano

La classifica generale vede al comando General Lee Ita 53 seguito ad un solo punto di distacco da Avec Plaisir Ita 19. Chiude in terza posizione Whisper Ita 50

Ma che bel Giro d'Italia hanno fatto Cecilia Zorzi e Aina Bauza!

Unico team completamente femminile in regata, Cecilia e Aina hanno lasciato il passo solo al mostro sacro Pietro D'Alì, che di Giri d'Italia ne ha macinati parecchi ai suoi tempi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci