martedí, 31 maggio 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

1000 vele per garibaldi    j24    soldini    regate    cinquecento    cnsm    j70    gargnano    tp52    gc32    yacht club costa smeralda    orc    rolex capri international regatta   

MOD70

Krys Ocean Race: Oman Sail rompe un foil

krys ocean race oman sail rompe un foil
redazione

Vela, Krys Ocean Race - Musandam-Oman Sail, il Multi One Design 70 dell’Oman, stava navigando a 1.000 miglia da New York con rotta verso Brest in occasione della Krys Ocean Race, regatando a vista con Michel Desjoyeaux skipper di Foncia e Sebastian Josse di Groupe Edmond de Rothschild quando, poco prima della mezzanotte (UTC) di sabato 8 luglio,  ha rotto il foil di sinistra che consente di sollevare lo scafo dall’acqua incrementando la velocità.
“Stavamo navigando a tra i 30 e i 32 nodi con venti di 25 nodi quando ci siamo accorti che la barca era più bassa sul livello dell’acqua e le prue ingavonavano con maggiore facilità rispetto al solito. Non ci siamo accorti di nulla in principio e non riusciamo ancora a spiegarci come sia accaduto. Non è una buona notizia perché stiamo navigando al 70% del nostro potenziale, le altre barche hanno una velocità di 30 nodi noi riusciamo a raggiungere un massimo di 25 nodi. E’ davvero un peccato ma non c’è niente che possiamo fare finchè non tireremo a secco la barca. Fino ad allora possiamo solo andare avanti” ha spiegato lo skipper  Sidney Gavignet.
Non sono ancora note le ragioni del danno, ma il team è stato costretto a rimuovere il foil, ulteriori indagini verranno svolte una volta il team sarà arrivato a Brest. Tutto l’equipaggio è salvo, tuttavia il disappunto è palpabile visto che Musandam-Oman Sail è stato in testa durante le prime 24 ore della regata.
E’ possibile seguire i MOD70 in regata sul sito ufficiale della Krys Ocean Race (l’aggiornamento posizioni è disponibile ogni tre ore):
http://www.krys-oceanrace.com/en/race-tracker.html
Tutti gli aggiornamenti e le informazioni relative al progetto Oman Sail e alle regate sono disponibili ai siti Internet http://www.gomusandam.com e http://www.omansail.com


09/07/2012 15:42:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Cinquecento: partenza sprint di Illumia 12 e Be Wild

Dopo qualche miglio Be Wild ha ceduto il comando a Give Me Five mentre Illumia 12 si difende ad un solo miglio da Kuka Light

La Cinquecento: inizia da Caorle la Ostar di Michele Zambelli

Navigherà in Adriatico per tutta la stagione per prendere confidenza con la sua nuova barca, il 950 Illumia 12

Andrea Mura verso Riva per la "1000 Vele per Garibaldi"

Partenza sabato per la regata Rivadi Traiano /Caprera, che si concluderà con due triengoli di 15 miglia tra le isole della Maddalena - (nella foto Andrea Mura in navigazione oggi su Ubiquity-Vento di Sardegna)

Tutti a Caorle: parte "La Cinquecento"

Il via verrà dato domenica 29 maggio alle ore 14.00 dal tratto di mare antistante la passeggiata a mare di Caorle e sarà possibile seguire la regata anche da casa, attraverso il tracking satellitare -ph. A. Carloni

Partita da Riva di Traiano la "1000 Vele per Garibaldi"

Andrea Mura su Ubiquity-Vento di Sardegna in testa dopo le prime miglia. La partenza va ad Aglaia, con l'ex azzurra del 420 Giulia Tisselli alla tattica

Vittorio Malingri: il ritorno del guerriero

Vittorio e Nico Malingri, con il Citroen Unconventional Team, presentano una nuova stagione di record a bordo del catamarano Feel Good

Vincent Riou si confida a due giorni dalla Transat New York/ Les Sables d'Olonne

PRS è pronta ad affrontare la Transat New York/Vendée Les Sables d'Olonne, ultima regata prima dell'attesissimo Vendée Globe

Rolex Capri International Regatta, day 2

Guidano la classifica Seaweve in ORC e Fra Diavolo in IRC. Nella foto Dudi Coletti (CNRT) al timone di Mrs Marietta Cube

Marina di Carrara: partito il Campionato Nazionale Open J24

I tedeschi di Rotoman al comando della Open. Massimo Mariotti con Avoltore primo per il tricolore. Trentasei gli equipaggi in regata sino a domenica nelle acque di Marina di Carrara

Alla Volcano Race è partita la "second life" di Atalanta II

Atalanta II ha sorpreso tutti positivamente perché si tratta di una barca che torna a navigare dopo cinque anni e dopo aver subito delle modifiche radicali realizzate con successo dall’ingegner Umberto Felci

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci