sabato, 22 novembre 2014

VELA OLIMPICA

Medaglia d'argento per Negri e Viale nella classe Star

medaglia argento per negri viale nella classe star
Red

Dopo la conquista delle stressantissime selezioni olimpiche, gli atleti del Team Helly Hansen Diego Negri e Luigi Viale si confermano hai vertici mondiali conquistando una strepitosa medaglia d’argento al Campionato Mondiale della Classe Star, conclusosi nottetempo a Miami.

Il finanziere Negri assieme al prodiere Viale, una volta superata la tensione delle interminabili selezioni che li hanno visto subire nella parte finale la rimonta di Francesco Bruni e quindi mancare della necessaria lucidità nelle ultime manifestazioni, hanno subito dimostrato che si può scommettere su di loro per la conquista di una medaglia a Pechino, sede dei prossimi giochi olimpici.

Miami, dopo la regata internazionale a Febbraio, la Bacardi Cup a Marzo, si è dimostrata, anche in questa occasione essere la degna capitale della regina delle classi olimpiche regalando sei entusiasmanti prove corse dai sette agli oltre trenta nodi della quarta prova dove si sono contate addirittura sei imbarcazioni disalberate ed una quasi affondata.

-Mi devo dare i pizzicotti per capire se è un sogno- ci racconta al telefono appena terminata l’ultima prova l’atleta del Team Helly Hansen Luigi Viale –Tre settimane fa la qualificazione per la mia prima Olimpiade, oggi la conquista della medaglia d’argento in un mondiale difficilissimo corso in condizioni veramente dure ma che ci ha visto protagonisti sin dalla prima prova. Siamo stati veramente bravi e veloci. Abbiamo iniziato con due terzi e non abbiamo mollato nemmeno dopo il venticinquesimo posto della terza prova tant’è che dopo la quarta siamo balzati in testa alla classifica. Il polacco ha avuto la sua “settimana di grazia” infatti ha vinto le prime due prove in un mondiale con 104 barche dove erano presenti tutti gli ultimi iridati.-

I nostri portacolori si sono presentati all’ultima partenza in seconda posizione, determinati a tentare il tutto per tutto per vincere il titolo.

-Avevamo otto punti da recuperare da Kusznierewicz e 12 di vantaggio sul brasiliano Scheidt, ci dovevamo provare!- dice un determinatissimo Diego Negri –Siamo partiti con pochissimo vento ma subito davanti. Siamo rimasti concentrati per tutta la prima bolina e solo in poppa ci siamo voltati e lo abbiamo visto un paio di posizioni dietro di noi mentre il brasiliano era tra i primissimi. A quel punto abbiamo dovuto accettare il verdetto, tanto più che il vento era salito oltre i venti nodi, e smetterla di regatare all’attacco perché Scheidt aveva già recuperato metà dello svantaggio. Così abbiamo condotto una regata regolare chiudendo sesti, una posizione dietro il nuovo campione del mondo che ci ha superato nell’ultima poppa.-

L’atleta della Sezione Vela Fiamme Gialle dimostra la sua esperienza in fatto di Olimpiadi, Pechino sarà la terza edizione a cui parteciperà e la sua determinazione lo dimostra: mezzora dopo la conquista del suo miglior piazzamento in questa classe, sta già pensando alla prosecuzione della preparazione –la prossima settimana saremo a Gaeta con la barca nuova e dopo di nuovo a Sanremo per dieci giorni di “speed test” con Scheidt e Kusznierewicz, proprio il podio di questo mondiale. Abbiamo una barca nuova da sviluppare e Pechino è vicina, non possiamo certo fermarci ora!-

-Devo veramente ringraziare i nostri sponsor- conclude un euforico Luigi Viale -Helly Hansen, Harken, Gottifredi&Maffioli, Latte Alberti e Velocitek oltre chiaramente alla Sezione Vela Fiamme Gialle e la Federazione Italiana Vela per la fiducia e l’importante sostegno che continuano ad offrirci permettendoci di ambire ad un importante traguardo a Pechino-.



Classifica finale al termine delle sei prove con lo scarto del peggior risultato:

1 – POL – Kusznierewicz, Zycki – 1, 1, (44), 3, 4, 5 – 14.00 pts.

2 – ITA – Negri, Viale – 3, 3, (25), 9, 2, 6 – 23,00 pts.

3 – BRA – Scheidt, Prada – (37), 12, 2, 1, 14, 4 – 33,00 pts.

4 – SVI – Marazzi, De Maria – 6, 14, (47), 10, 8, 2 – 40,00 pts.

5 – GER – Nickel, Borkowski – 5, (bfd), 6, 18, 5, 11 – 45,00 pts.

6 – NZL – Pepper, Williams – 12, (bfd), 3, 2, 15, 19 – 51,00 pts.

7 – USA – Mendelblatt, Strube – 2, 6, (32), 17, 11, 20 – 56,00 pts.

8 – AUS – Murray, Palfrey – 11, 11, 5, 24, (31), 18 – 69,00 pts.

9 - FRA – Rohart, Rambeau – 26, 21, 1, 4, 20, (27) – 72,00 pts.

10 – USA – Merriman, Sharp – (58), 20, 29, 19, 6, 3 – 77,00 pts.

……

20 – ITA – Santoni, Natucci – 22, 23, 42, 12, (47), 16 – 115,00 pts.

28 – ITA – Modena, Lambertenghi – 24, 17, 33, (dnf), 53, 13 – 140,00 pts.

38 – ITA – Chieffi, Colaninno – 32, 19, 45, (dnf), 34, 56 – 186,00 pts.


18/04/2008 21.42.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

MSC Armonia: più lunga e più bella dopo la cura Fincantieri

I lavori hanno previsto l’inserimento al centro dello scafo della nave di un nuovo troncone, varato alla fine del mese di luglio, ottenendo in questo modo circa 200 nuove cabine

Route du Rhum: la ricetta di zia Anne per cucinare Andrea Mura

Anne Caseneuve è la terza donna a vincere questa difficile corsa in solitario dopo Florence Arthaud (24 anni fa) e Ellen MacArthur (12 anni fa)

All'Invernale di Riva di Traiano Lancillotto parte "lancia in resta"

Il First 40R di Alberto Ammonini vince una difficile regata regolando "Vahiné 7" di Francesco Raponi e "Er Cavaliere Nero" di Paolo Morville. In Crociera il primo posto va al Grand Soleil "Blue Bite IV"

Velaterapia e disabilità mentale: il progetto di GattoGatto a Riva di Traiano

Matteo Miceli, attualmente impegnato nel giro del mondo in autosufficienza energetica con il suo Eco 40, supporta #gattogattovelaterapia

Route du Rhum: in classe IMOCA vince François Gabart

Ultima prova vincente del francese in classe IMOCA prima del salto sul suo nuovo Maxi-tri - ph. Alexis Courcoux

Invernale Riva di Traiano: video colllisione Milu - Costellation

Riva di Traiano, 1a giornata del Campionato Invernale Trofeo Paolo Venanzangeli. Collisione Milu - Costellation

Guardia Costiera: il filmato dei salvataggi di oggi in acque libiche

Le segnalazioni sono giunte alla Centrale Operativa di Roma tramite telefonate satellitari che indicavano la presenza in acque S.A.R. libiche di 11 unità con a bordo migranti in difficoltà - il filmato dell'operazione

VOR: Abu Dhabi Ocean Racing vince anche la In-port di Città del Capo

Ian Walker e il suo equipaggio di Abu Dhabi Ocean Racing sono stati incoronati re di Città del Capo, vincendo anche la In-port race dopo aver ottenuto la vittoria nella prima tappa una decina di giorni fa - ph. Charlie Shoemake

VOR: condizioni "orrende" nella prima notte di regata

Per rischio cicloni stabilita una ulteriore zona di esclusione alla navigazione nel tratto verso l'arcipelago delle Seychelles

Route du Rhum: un 3° posto epico per Marc Guillemot

Senza energia e senza pilota automatico, Marc Guillemot è riuscito a conservare il 3° posto restando ininterrottamente alla barra di Safran per 72 ore