giovedí, 24 aprile 2014


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela olimpica    windsurf    29er    byte c    garda    este 24    rc44    press    circoli velici    regate    rolex china sea race    420    idec    pasquavela    meteo   

VELA OLIMPICA

Medaglia d'argento per Negri e Viale nella classe Star

medaglia argento per negri viale nella classe star
Red

Dopo la conquista delle stressantissime selezioni olimpiche, gli atleti del Team Helly Hansen Diego Negri e Luigi Viale si confermano hai vertici mondiali conquistando una strepitosa medaglia d’argento al Campionato Mondiale della Classe Star, conclusosi nottetempo a Miami.

Il finanziere Negri assieme al prodiere Viale, una volta superata la tensione delle interminabili selezioni che li hanno visto subire nella parte finale la rimonta di Francesco Bruni e quindi mancare della necessaria lucidità nelle ultime manifestazioni, hanno subito dimostrato che si può scommettere su di loro per la conquista di una medaglia a Pechino, sede dei prossimi giochi olimpici.

Miami, dopo la regata internazionale a Febbraio, la Bacardi Cup a Marzo, si è dimostrata, anche in questa occasione essere la degna capitale della regina delle classi olimpiche regalando sei entusiasmanti prove corse dai sette agli oltre trenta nodi della quarta prova dove si sono contate addirittura sei imbarcazioni disalberate ed una quasi affondata.

-Mi devo dare i pizzicotti per capire se è un sogno- ci racconta al telefono appena terminata l’ultima prova l’atleta del Team Helly Hansen Luigi Viale –Tre settimane fa la qualificazione per la mia prima Olimpiade, oggi la conquista della medaglia d’argento in un mondiale difficilissimo corso in condizioni veramente dure ma che ci ha visto protagonisti sin dalla prima prova. Siamo stati veramente bravi e veloci. Abbiamo iniziato con due terzi e non abbiamo mollato nemmeno dopo il venticinquesimo posto della terza prova tant’è che dopo la quarta siamo balzati in testa alla classifica. Il polacco ha avuto la sua “settimana di grazia” infatti ha vinto le prime due prove in un mondiale con 104 barche dove erano presenti tutti gli ultimi iridati.-

I nostri portacolori si sono presentati all’ultima partenza in seconda posizione, determinati a tentare il tutto per tutto per vincere il titolo.

-Avevamo otto punti da recuperare da Kusznierewicz e 12 di vantaggio sul brasiliano Scheidt, ci dovevamo provare!- dice un determinatissimo Diego Negri –Siamo partiti con pochissimo vento ma subito davanti. Siamo rimasti concentrati per tutta la prima bolina e solo in poppa ci siamo voltati e lo abbiamo visto un paio di posizioni dietro di noi mentre il brasiliano era tra i primissimi. A quel punto abbiamo dovuto accettare il verdetto, tanto più che il vento era salito oltre i venti nodi, e smetterla di regatare all’attacco perché Scheidt aveva già recuperato metà dello svantaggio. Così abbiamo condotto una regata regolare chiudendo sesti, una posizione dietro il nuovo campione del mondo che ci ha superato nell’ultima poppa.-

L’atleta della Sezione Vela Fiamme Gialle dimostra la sua esperienza in fatto di Olimpiadi, Pechino sarà la terza edizione a cui parteciperà e la sua determinazione lo dimostra: mezzora dopo la conquista del suo miglior piazzamento in questa classe, sta già pensando alla prosecuzione della preparazione –la prossima settimana saremo a Gaeta con la barca nuova e dopo di nuovo a Sanremo per dieci giorni di “speed test” con Scheidt e Kusznierewicz, proprio il podio di questo mondiale. Abbiamo una barca nuova da sviluppare e Pechino è vicina, non possiamo certo fermarci ora!-

-Devo veramente ringraziare i nostri sponsor- conclude un euforico Luigi Viale -Helly Hansen, Harken, Gottifredi&Maffioli, Latte Alberti e Velocitek oltre chiaramente alla Sezione Vela Fiamme Gialle e la Federazione Italiana Vela per la fiducia e l’importante sostegno che continuano ad offrirci permettendoci di ambire ad un importante traguardo a Pechino-.



Classifica finale al termine delle sei prove con lo scarto del peggior risultato:

1 – POL – Kusznierewicz, Zycki – 1, 1, (44), 3, 4, 5 – 14.00 pts.

2 – ITA – Negri, Viale – 3, 3, (25), 9, 2, 6 – 23,00 pts.

3 – BRA – Scheidt, Prada – (37), 12, 2, 1, 14, 4 – 33,00 pts.

4 – SVI – Marazzi, De Maria – 6, 14, (47), 10, 8, 2 – 40,00 pts.

5 – GER – Nickel, Borkowski – 5, (bfd), 6, 18, 5, 11 – 45,00 pts.

6 – NZL – Pepper, Williams – 12, (bfd), 3, 2, 15, 19 – 51,00 pts.

7 – USA – Mendelblatt, Strube – 2, 6, (32), 17, 11, 20 – 56,00 pts.

8 – AUS – Murray, Palfrey – 11, 11, 5, 24, (31), 18 – 69,00 pts.

9 - FRA – Rohart, Rambeau – 26, 21, 1, 4, 20, (27) – 72,00 pts.

10 – USA – Merriman, Sharp – (58), 20, 29, 19, 6, 3 – 77,00 pts.

……

20 – ITA – Santoni, Natucci – 22, 23, 42, 12, (47), 16 – 115,00 pts.

28 – ITA – Modena, Lambertenghi – 24, 17, 33, (dnf), 53, 13 – 140,00 pts.

38 – ITA – Chieffi, Colaninno – 32, 19, 45, (dnf), 34, 56 – 186,00 pts.


18/04/2008 21.42.00 © riproduzione riservata







I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Rolex China Sea Race: vince Ragamuffin

Il 90 piedi di Syd Fischer ha dominato questa edizione fin dalla partenza da Hong Kong e ha terminato la gara in 57 ore 31 minuti e 18 secondi

Pasquavela: Vanitè, Muzyka 2, Vulcano, Low Noise e La Superba i vincitori

L'ultimo giorno di regate, caratterizzato da venti sui 12 nodi di intensità che sono andati poi a diminuire nel corso della giornata, ha consentito di disputare 2 prove sia per le classi d'Altura che per i J24 - ph. J.R. Taylor

Rolex China, vince Neil Pryde:"In vita mia non ho mai navigato, ho sempre gareggiato"

Sabato mattina, Hi Fi è stata la terza barca a completare il percorso di 565 miglia da Hong Kong a Subic Bay, nelle Filippine, dopo una intensa competizione con il TP 52 lo statunitense Lucky - ph. K. Arrigo/Rolex

Nasce Cerevisia, il Primo Festival delle birre artigianali del Trentino

Il 6,17 e 18 maggio 2014 incontri, degustazioni, tavole rotonde e laboratori per conoscere al meglio la birra e il suo mondo al Palanaunia di Fondo

Concluso lo Stintino Funboard Event

Verso le 13 Eolo ha inziato a soffiare con la sufficiente intensità (tra i 12 e i 16 nodi) da Libeccio e si è dato così il via alle danze delle batterie dei regatanti - ph. Roberto Pintus

L'Italia domina al 32° meeting del Garda Optimist

Davide Duchi - atleta della Fraglia Vela Riva - vince il 32° Meeting del Garda Optimist. Tra i cadetti conquista il gradino più alto del podio Francesco Novelli

Hyeres: un acuto della Tartaglini nella prima giornata di regate

Oltre a Flavia Tartaglini (una vittoria su tre regate), sono andati discretamente anche Filippo Baldassarri e Giulia Conti e Francesca Clapcich

Torbole: Pasqua con il Campionato Europeo Techno 293

Si è chiuso ieri il Techno 293 Garda Lake Trophy con le vittorie di Nikita Prozorov (Under 17), Riccardo Renna (Under 15) e Edoardo Tanas (under 13)

Parte il 25 aprile la Palermo/Salina

Pochi giorni alla partenza della Onehundredandthirtymiles, seconda prova del Campionato Italiano Offshore, organizzata da Palermo a Salina dal Centro Universitario Sportivo

Techno 293: dominio russo nella prima giornata

Esordio perfetto per il Techno 293 Garda Lake Trophy: la "prova generale" del Campionato Europeo Techno 293 di windsurf - organizzato dal Circolo Surf Torbole - ph. E. Giolai