mercoledí, 24 gennaio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j24    formazione    suzuki    club nautico versilia    nautica    centri velici    lega italiana vela    luna rossa    riva    classi olimpiche    matteo miceli    pesca    azimut yacht    regate    giovanni soldini    press    ferreti group   

OPTIMIST

XVI Trofeo Giulia Stogaus

xvi trofeo giulia stogaus
redazione

In una giornata condizionata da una situazione meteo incerta si sono potute svolgere due prove che hanno messo a dura prova le decine di giovani timonieri al via, ed il Comitato di Regata che ha dovuto penare le famose sette camice per via di cali improvvisi del vento (la terza prova è rimasta un miraggio) ed una serie di partenze al un pò forzate. 
All’ inizio di giornata il primo start ha visto la sospensione della prima prova per calo del vento, il Comitato si è quindi spostato come spesso succede nel nostro golfo, in cerca di una zona migliore per poter iniziare. Si vede praticamente da subito il ripetitore allo start e la famigerata bandiera nera, il tutto condito da una corrente per niente facile. Vento intorno a sei nodi di intensità, la parte migliore del campo di regata è la sinistra, la flotta si dirige sempre da quella parte. Come detto, due prove disputate per i cadetti che hanno visto la vittoria finale dell’Atleta della Sezione di Trieste della Lega Navale Italia ed atleta di casa, Filippo Rebecchi, che con un primo ed un secondo posto è riuscito a vincere il Trofeo per la sua categoria, per lui doppia soddisfazione per aver vinto nelle acque di casa. Secondo posto per Elena Degrassi (STV), terzo posto per Milan Eleonora (YCA). Per la flotta degli Juniores, il primato è andato a Gaia Fabris (CDVM) con due terzi posti di giornata, davanti a Francesco Austoni (YCA) e Castellani Alessio (CDVM). 
La manifestazione si è conclusa con il classico pasta party e le premiazioni presso la sala conferenza della Palazzina Servizi della Sede a mare della Sezione di Trieste della Lega Navale Italiana. 


09/05/2017 20:12:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

100 Vele per Telethon

Organizzata dal Centro Velico Siciliano, con la collaborazione dei Circoli Velici Riuniti. Anche quest’anno sono stati raccolti dei fondi, già donati alla Fondazione Telethon e alla Uildm

Riprendono i campionati all'Argentario

Le condizioni meteo ideali hanno consentito al CNVArgentario di approfittarne per disputare anche la Coppa Fabrizio Serena, rimandata il 6 gennaio a causa delle averse condimeteo

Rete FVG Marinas Network: salgono a 20 i Marina aderenti

La Rete parteciperà alle principali Fiere nautiche europee “Esportiamo la passione per la nautica”

1° Trofeo Nazionale Giangiacomo Ciaccio Montalto

Regata velica commemorativa in occasione del XXXV anniversario dall’omicidio del magistrato Giangiacomo Ciaccio Montalto

Ferretti Yachts compie 50 anni e si regala Dovizioso

L’accordo di sponsorizzazione, annunciato durante la conferenza stampa al BOOT di Düsseldorf, prevede la presenza del marchio del cantiere sulla tuta del campione forlivese in tutte le 19 tappe del MotoGP 2018

Azimut Yachts: a Dusseldorf con due nuovi modelli e numeri in crescita

Primo bilancio dall’inizio dell’anno nautico (settembre 2017), per Azimut Yachts è decisamente positivo: il brand, infatti, ha registrato un trend di crescita del portafoglio ordini pari a +30% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente

Fincantieri con Regione e Sindacati per lo sviluppo del lavoro in Friuli Venezia Giulia

Firmato un protocollo di politica attiva per l’occupazione

Maserati Multi 70: partiti alla conquista del record sulla rotta Hong Kong-Londra

Per battere il primato dovranno tagliare il traguardo sotto il ponte Queen Elizabeth II sul Tamigi prima del prossimo 1 marzo

La flotta di Ferretti Group conquista il Boot di Düsseldorf

Il Gruppo comincia bene il 2018 esponendo un’ampia e variegata flotta che comprende la world première Ferretti Yachts 920 e due première per il mercato tedesco: Riva 56’ Rivale e Riva 76’ Perseo

Matteo Miceli e Paolo Nespoli: gli opposti alla prova del giro del mondo

Antonino Zichichi: "Riflettendo sugli esperimenti importanti per il pianeta, ci sono due modi di fare il giro del mondo: quello tecnologico di Paolo Nespoli in 90 minuti e quello primordiale di Matteo Miceli in 5 mesi"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci