lunedí, 23 ottobre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

press    optimist    match race    rolex middle sea race    vela olimpica    cnsm    volvo ocean race    windsurf    campione d'autunno    rs:x    regate    formazione    mascalzone latino   

WINDSURF

Windsurf Grand Slam 2017: a Torbole i top riders di 3 discipline per i titoli nazionali

windsurf grand slam 2017 torbole top riders di discipline per titoli nazionali
redazione

Dopo aver apprezzato il Garda Trentino anche senza vento e vele grazie alla prima edizione della SUPLONGA Marathon disputata la seconda settimana di settembre, al Circolo Surf Torbole si torna alle origini, alle regate di windsurf di massimo livello. E oggi anche il windsurf si adegua alla tendenza che vuole raggruppare più classi di una stessa disciplina o genere velico in un unico evento, così come ad esempio succede per il Campionato Italiano Classi Olimpiche di vela. A Torbole sarà la volta della regina delle discipline dell’Alto Garda che ha reso così famosa Torbole stessa, grazie al windsurf, nelle sue specialità definite qualche anno fa più generalmente funboard: partendo dal più tradizionale Raceboard e arrivando al Formula Windsurfing e Slalom, in cui i materiali sono avanzatissimi. Il Circolo Surf Torbole, ad 1 solo anno dal giro di boa dei suoi 40 anni dalla fondazione, torna protagonista in quelle classi, che negli anni 90 hanno fatto vivere un  vero e proprio boom del windsurf nelle località dell’Alto Garda, contribuendo all’indotto economico del territorio. L’evento “Windsurf Grand Slam” è diviso in due parti: dal primo week end (7-11 settembre) saranno impegnati i regatanti delle classi Formula e Raceboard, mentre nella seconda parte della settimana (12-15 settembre) sarà la volta dello Slalom, con atleti che arrivano direttamente dalla Coppa del Mondo.
Carlo Cottafavi, presidente dell’AICW, che ha ideato il Windsurf Grand Slam 4 anni fa:”Spero che quest'anno faccia vento perchè negli ultimi anni non abbiamo avuto molta fortuna; siamo passati dai 30 nodi della prima edizione unificata in Sardegna a via via sempre meno vento fino a non riuscire a disputare lo Slalom nel 2016 proprio a Torbole. La manifestazione per molti atleti è un’ottima occasione per farsi conoscere in un’unico evento, che concentra il meglio dei windsurfisti nazionali. Quest’anno sono state accolte le richieste di chi voleva partecipare ad una sola disciplina come il caso del Formula, che si svolgerà nella prima parte della settimana insieme alla classe Raceboard, dal 7 all’11 ottobre. Per lo Slalom invece aspetteremo gli atleti impegnati a Sylt nel PWA (Circuito mondiale professionistico). E’ sempre un problema gestire il calendario con le tantissime concomitanze nazionali, internazionali e di altre classi di tavole (l’olimpica RS:X e la giovanile Techno 293). Speriamo che il periodo ci regali belle giornate ventose così come successo lo scorso anno in occasione del mondiale Techno 293, che nonostante la stagione autunnale, ha regalato ottime condizioni di vento” 
Alcuni nomi che potrebbero conquistare il titolo tra i Formula sono quelli di Dario Mocchi e Christofer  Franck. Nello Slalom l’Italia ha davvero tanti atleti di caratura internazionale, già a podio se non vincitori di Campionati del Mondo IFCA e titolo pro nel PWA slalom (Rosati, Iachino, Begalli). "Tra coloro che si contenderanno il titolo nazionale a Torbole sicuramente il portacolori del Circolo Surf Torbole - campione in carica Bruno Martini, insieme ad altri giovani come il compagno di circolo Alessandro Iotti, neo campione nazionale giovanile under 17 e Jacopo Renna” ha dichiarato Armando Bronzetti Presidente del Circolo Surf Torbole. Poi tra i giovani ci saranno Francesco Scagliola (reggino, campione del mondo Slalom Junior all’Almanarre, Francia e attuale campione nazionale giovanile U20), Davide Meloni (cagliaritano quarto all’europeo slalom youth 2016), Mattia Onali, cresciuto nella scuola cagliaritana del Techno 293 (vincendo anche il titolo mondiale U15 a S. Francisco) e ora tra i migliori giovani slalomisti.
Novità di quest’anno la possibilità di disputare - in caso di vento non sufficiente per regatare regolarmente (c’è un minimo previsto di 7 nodi per i Formula/Raceboard e 11 in partenza per lo Slalom) esibizioni con tavole “foil”, che permettono di volare in condizioni di vento davvero minimo.


03/10/2017 20:49:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Alla Fraglia Vela Riva il Trofeo Torboli

Si confermano primi Demurtas e Cesana. Domenica disputate altre due prove con vento da nord

Al via la 12ª edizione della Totano’s Cup

La manifestazione prevede una regata per imbarcazioni a vela e un trasferimento in flottiglia per quelle a motore da Marina Cala de’ Medici fino all’Isola di Capraia

“Piu’ Vela per Tutti” IX Edizione Campionato Invernale Otranto 2017 – 2018

Quello di domneica è stato un inizio impegnativo per le 15 barche in acqua, poiché il mare era formato e il vento non scendeva sotto i 18 nodi

Sabato 21 ottobre al via La Cinquanta del Circolo Nautico Santa Margherita

A Caorle anche Michele Zambelli che sarà alle ore 21.00 presso l’Aula Magna Parrocchiale per un incontro aperto a tutti dal titolo “Il mio Oceano”

Fincantieri: al via i lavori in bacino della sesta unità per Viking

La nave, la cui consegna è prevista nel 2019, si posizionerà nel segmento di mercato di unità di piccole dimensioni

Match Race Internazionale l’Argentario è pronto a ben figurare

La squadra del CNVA, nelle acque dell’Argentario, affronta quotati campioni internazionali nell’ evento di match race di Grado 2

La Coppa Italia d’Altura cambia pelle e sceglie Riva di Traiano per il 2018

Una nuova formula, con il Circolo vincente che sceglierà la sede per il 2019, e nuove date per le regate, che si svolgeranno a metà luglio 2018

Tavolo tecnico sullo sviluppo della nautica e della cantieristica

Inaugurato da Confindustria nella sede dei Nuovi Cantieri Apuania a Marina di Carrara.Necessità di fare sistema, qualificazione e supporto alle imprese,i temi messi in evidenza

Tu vuò fà o' catamarano

Joe Valia è il nuovo socio di C-Cat; grande appassionato di barche e navigazione, con due giri del mondo a vela alle spalle di cui il primo su un vecchio 13 metri quando non aveva ancora 18 anni

Hilton Molino Stucky sul podio della IV edizione della Venice Hospitality Challenge

A bordo di Pendragon VI anche il Campione Olimpionico Antonio Rossi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci