mercoledí, 12 dicembre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vele d'epoca    premi    seatec    recordate    star    sydney hobart    regate    protezione civile    circoli velici    golden globe race    america's cup    formazione    turismo    crociere    j24    press    campionati invernali    attualità   

MARE

WBS, la startup che monitora e smaltisce i rifiuti degli yacht

wbs la startup che monitora smaltisce rifiuti degli yacht
redazione

Si chiama WBS-Waste Boat Service e si è data l’obiettivo di “ripulire” il mare dai rifiuti prodotti da navi, imbarcazioni da diporto e natanti ormeggiati in rada o in campi boe. Come? Attraverso un servizio al turismo di alto profilo che si occupa della raccolta, trasporto, trasbordo, gestione del deposito temporaneo e conferimento a impianto di smaltimento e recupero autorizzato del “garbage”, ovvero di tutti quei rifiuti non pericolosi assimilabili agli urbani.

Fondata nel 2016 come startup innovativa da 3 soci - Paola Obino, Davide Melca e Alessandro Deperu - che vantano una quindicinale esperienza nel settore della gestione dei rifiuti e della nautica da diporto, WBS ha sede a Olbia e opera durante la stagione estiva (giugno-settembre) nell’area che va dalle acque della Marina di Puntaldia fino all'Arcipelago di La Maddalena.

“Questo è il secondo anno di operatività per la WBS e siamo molto contenti delle crescita che la nostra azienda sta registrando: significa che c’è una forte richiesta di questo tipo di servizi e che stiamo lavorando bene - ha commentato Davide Melca,amministratore unico e socio fondatore - Oltre a essere l’unica azienda in Sardegna a svolgere questo tipo di servizio in linea con la normativa vigente e in possesso di tutti i permessi e di certificazioni di qualità come per esempio la ISO 9001, siamo anche l’unica azienda italiana autorizzata alla raccolta dei food waste extra UE in rada. Un dettaglio non da poco se si pensa al traffico internazionale che registriamo nelle nostre acque, soprattutto qui in Sardegna”. 

La raccolta del “garbage” avviene tutte le mattine attraverso un sistema di “giri organizzati” che copre le rade di Golfo di Marinella, Golfo di Cugnana, Portisco, Porto Rotondo, Capriccioli, Cala di Volpe, Romazzino, Golfo del Pevero e Porto Cervo) ma anche attraverso un servizio “a chiamata”. Nel primo caso la raccolta avviene o al passaggio dei battelli WBS presso le imbarcazioni oppure prenotando sul sito o attraverso il call center. Il servizio a chiamata è invece attivo 24 ore su 24 e viene effettuato entro due ore dalla chiamata o dietro appuntamento. 

“Nel corso della stagione 2016 abbiamo raccolto rifiuti che altrimenti sarebbero stati scaricati abusivamente o sulle spiagge o nei moli influendo in maniera negativa sull'economia locale poiché è il comune in quel caso a occuparsene, facendo ricadere queste spese di gestione sul cittadino, banalmente attraverso la TARI - ha aggiunto Paola Obino, ingegnere ambientale, Responsabile Tecnico e socio fondatore - Il picco della raccolta lo scorso anno si è registrato tra il 21 e il 23 agosto, con quasi 4 tonnellate tra carta e cartone, vetro, plastica, metallo, rifiuti biodegradabili di cucina e mensa, oli e grassi commestibili e rifiuti urbani non differenziati”.

Il Rapporto Legambiente 2016, che riporta i dati relativi dei rifiuti galleggianti monitorati da Goletta Verde tra il 2014 e il 2015, indica che il 95% è costituito da plastica e il restante 5% da altri rifiuti. Ma fino oggi non sono mai stati disponibili statistiche specifiche sul flusso di rifiuti provenienti dalle imbarcazioni ormeggiate in rada - di fatto un quantitativo “extra” non trascurabile - né informazioni relative alla durata media del soggiorno delle stesse o alle modalità di gestione del garbage. Il sistema interno di tracciabilità dei rifiuti realizzato da WBS consente invece di dare vita a un primo database per il monitoraggio del flusso dei rifiuti durante il periodo estivo: le etichette a barcode univoco apposte sui singoli sacchetti permettono inoltre in qualsiasi istante di risalire al produttore del rifiuto garantendone comunque la privacy. Conferire un rifiuto pericoloso con un codice CER errato è infatti un reato ambientale: il sistema WBS consente di associare ciascun rifiuto alla categoria attinente e di ricavare nel contempo altre informazioni. 

“In questo modo speriamo di contribuire positivamente al monitoraggio dei rifiuti prodotti dalle imbarcazioni, di disincentivarne la dispersione in mare o sulle spiagge e di ridurre così il costo sociale rappresentato dalla necessità di promuovere campagne di recupero dei rifiuti abbandonati”, ha concluso Alessandro Deperu - Responsabile della logistica in mare e socio fondatore



07/08/2017 18:23:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Golden Globe Race: tratta in salvo Susie Goodall

Susie Goodall è stata finalmente recuperata 2.000 miglia a ovest di Capo Horn dall'equipaggio della nave cargo registrata a Hong Kong MV Tian

Lazio e Campania: allerta meteo sulle zone costiere per domenica 9 dicembre

Previsti anche venti di burrasca nord-occidentali, con raffiche fino a tempesta, sulla Sardegna in estensione a Sicilia e Calabria

Ambrogio Beccaria e Geomag campioni di Francia!

Primo italiano a vincere il Campionato francese in solitario in classe serie (Championnat de France Promotion Course au Large), Ambrogio Beccaria, 27 anni, l’8 dicembre scorso Beccaria ha ricevuto la medaglia d’oro presso il Nautic de Paris

Circolo Vela Gargnano: il bilancio del 2018

Gorla e Centomiglia, il ritorno della classe Star, i successi delle squadre giovanili, l'alternanza scuola lavoro, le Università di Brescia e Padova. Il prossimo anno si annuncia un Settembre a tutta vela con le classi Olimpiche e gli equipaggi azzurri

America's Cup: c'è anche Malta con una sfida molto italiana

Il Team Principal dell'Altus Challenge di Malta è Pasquale Cataldi, un uomo d'affari italiano nato a Malta, fondatore e CEO della multinazionale del settore immobiliare e dello sviluppo, Altus

Sydney/Hobart: sarà ancora lotta tra Comanche e Wild Oats XI

Il record è di LDV Comanche, che lo scorso anno ha impiegato 1 giorno, 9 ore, 15 minuti e 24 secondi per coprire le 628 miglia del percorso

Invernale di Anzio: Calipso Enway e La Superba continuano a dominare

Domenica 2 dicembre il golfo di Anzio e Nettuno ha regalato un’altra splendida giornata per la 44° edizione del Campionato Invernale, consentendo di disputare la quarta prova per le classi Altura e ben tre prove per i J24

Fincantieri: varata a Marghera Carnival Panorama

È stata varata oggi nello stabilimento Fincantieri di Marghera, “Carnival Panorama”, nuova nave destinata a Carnival Cruise Line, brand del gruppo statunitense Carnival Corporation & plc, primo operatore al mondo del settore crocieristico

My Fin vince per il terzo anno il Trofeo Città di Viareggio

I portacolori del Club Nautico Versilia Bresci e Galeassi fanno poker di vittorie di giornata e si aggiudicano anche dell’edizione 2018

J24: a Four K la prima manche dell’lnvernale di Cervia

Stefano Leporati con il suo J24 Ita 500 Four K vince la prima manche dell’lnvernale Monotipi di Cervia

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci