martedí, 26 marzo 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    rs feva    dinghy    press    vela olimpica    solidarietà    campionati invernali    circoli velici    garda    cnsm    formazione    figaro    trasporto marittimo    vela oceanica   

VOLVO OCEAN RACE

VOR: Vestas e Turn the Tide on Plastic guidano la flotta verso il Sud

vor vestas turn the tide on plastic guidano la flotta verso il sud
redazione

 
Si sono date battaglia fin da subito le sette barche partecipanti alla settima tappa della Volvo Ocean Race, partita la scorsa domenica da Auckland in Nuova Zelanda, entrate subito in un flusso di vento da est di una trentina di nodi di intensità.
Lunedì il vento è calato leggermente, e dagli ultimi dati è intorno ai 25 nodi, con i team che filano altrettanto velocemente verso il Southern Ocean. Se nelle prime ore la leadership era nelle mani di Dongfeng Race Team e MAPFRE, i battistrada sono poi diventati Turn the Tide on Plastic e Vestas, che sono riusciti a passare al largo mentre il grosso della flotta veniva rallentato da un buco di vento.
“Noi e Turn the Tide on Plastic siamo riusciti a fare un bel colpo sul resto della flotta che è rimasta “parcheggiata” sotto una nuvola.” Ha spiegato il navigatore di Vestas Simon Fisher. Team Brunel dello skipper olandese Bouwe Bekking è rimasto a chiedersi cosa fosse veramente successo, tanto che un tweet dalla barca chiedeva: “Cosa sta succedendo? Turn the Tide on Plastic e Vestas 11th Hour Racing corrono come in autostrada mentre noi siamo fermi. E ci dovrebbero essere 15 nodi d’aria da est?”
Le previsioni parlano di un vento sempre da est, prodotto da un anticiclone, che dovrebbe rimanere stabile per diversi giorni prima di diminuire, la tattica migliore per queste prime fasi della tappa dovrebbe restare quindi quella di continuare a scendere a sud il più velocemente possibile. Solo quando l’aria girerà più da nord si potrà iniziare a disegnare l’ampia curva verso Capo Horn e verso le condizioni dure che attendono i sette team nell’Oceano Antartico.
“Per i prossimi tre giorni la situazione dovrebbe restare abbastanza chiara.” Ha detto Kevin Escoffier di Dongfeng Race team. “Andiamo diritti a sud verso il limite dei ghiacci, poi giriamo attorno all’estremità inferiore dell’alta pressione. Dobbiamo passare un fronte, e sarà una storia completamente diversa dopo. Le previsioni dicono che ci sarà vento forte quindi adesso dobbiamo cercare di dormire, di riposarci per essere pronti quando arriverà.”
Per lo skipper di Vestas, l’americano Charlie Enright, partecipare alla settima tappa significa riprendere la lotta per la vittoria che sfortunatamente aveva dovuto abbandonare nella Leg 6 a causa dei danni riportati nella collisione all’arrivo a Hong Kong. “E’ bello essere di nuovo in mare.” Ha detto. “Dobbiamo recuperare un po’, ma credo che ce lo aspettassimo. Ci sentiamo bene a pensare di avere ancora 7.000 miglia davanti a noi. Si tratta di giocarsi il tutto per tutto, e per noi ogni tappa è così. Di certo non ci tiriamo indietro.” Il suo co-skipper Mark Towill ha aggiunto: “Dobbiamo solo fare meglio degli altri, si tratterà di lavorare duro e di essere determinati. Doti che non ci mancano.”
Al rilevamento delle ore 14 erano una ventina le miglia che separavano i leader dalla settima barca, Team Sun Hung Kai/Scallywag, una lotta serrata dunque e con una tappa che vale doppio c’è da aspettarsi che continui così ancora a lungo.


19/03/2018 20:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Torre del Greco pronta per il Campionato Nazionale Meteor

Si lavora con lena perché tutto sia pronto per la 46esima edizione del Campionato Nazionale Meteor, quest’anno ospitato del Circolo Nautico di Torre del Greco, in collaborazione con il Club Nautico della Vela e con la Lega Navale Italiana sez. di Napoli

Ambrogio Beccaria al via della Defì Atlantique

Una nuova sfida per Ambrogio Beccaria che, a bordo di Eärendil, è sulla linea di partenza della “Défì Atlantique”, una transatlantica di soli Class 40, dalla Guadalupa a La Rochelle, in Francia

Roma per 1: il "veterano" Oscar Campagnola teme la bonaccia più del vento

Oscar Campagnola è alla sua quinta partecipazione in solitario. Sabato e domenica prossima i corsi di sopravvivenza ad Anzio. La Garmin premierà con apparati inReach i vincitori di tutte e cinque le regate

Invernale Otranto: in testa c'è "Il Gabbiere"

La nona regata del campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ che si è svolta domenica nelle acque di Otranto è stata la più impegnativa del campionato

A La Maddalena il progetto di formazione marinaresca "L'Aula sul Mare"

Il progetto "L'Aula sul Mare" vede la partecipazione di molti giovani studenti provenienti da tutta Italia che vivranno per sei giorni a bordo di imbarcazioni a vela d’altura

Marina di Loano: numeri da record nel 2018

Citata tra le dieci marine più belle a livello internazionale da “Yachting Pages”, nel 2018, Marina di Loano ha ottenuto dal RINA la certificazione MaRINA Excellence 24 Plus, i ‘5 Timoni’ e “50 Gold”

Torna a Pozzallo il premio internazionale "Trofeo del Mare"

Al Mediterraneo e al suo essere elemento di unione, legame indissolubile e centro propulsivo da cui si irradiano flussi e riflussi inarrestabili, è dedicato il “Trofeo del Mare

Sul Garda di Gargnano il 41° Trofeo Bianchi

Domenica il Circolo Vela Gargnano aprirà la sua stagione 2019 con il "41° Trofeo Roberto Bianchi" per le classi monotipo (Asso, Protagonist 7.5, Dolphin Mr) e stazza Orc (Offshore Vari)

Genova: Slow Fish al Porto Antico dal 9 al 12 maggio

Petrini: «Giovani di tutto il mondo, venite a Slow Fish e fatelo vostro»

Domenica 24 marzo è la Giornata Europea del Gelato Artigianale

Il gelato artigianale, delizia per i palati di ogni età e nazione, si prepara ad essere il protagonista indiscusso del primo weekend di primavera

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci