lunedí, 10 dicembre 2018

VOLVO OCEAN RACE

VOR: Vestas e Turn the Tide on Plastic guidano la flotta verso il Sud

vor vestas turn the tide on plastic guidano la flotta verso il sud
redazione

 
Si sono date battaglia fin da subito le sette barche partecipanti alla settima tappa della Volvo Ocean Race, partita la scorsa domenica da Auckland in Nuova Zelanda, entrate subito in un flusso di vento da est di una trentina di nodi di intensità.
Lunedì il vento è calato leggermente, e dagli ultimi dati è intorno ai 25 nodi, con i team che filano altrettanto velocemente verso il Southern Ocean. Se nelle prime ore la leadership era nelle mani di Dongfeng Race Team e MAPFRE, i battistrada sono poi diventati Turn the Tide on Plastic e Vestas, che sono riusciti a passare al largo mentre il grosso della flotta veniva rallentato da un buco di vento.
“Noi e Turn the Tide on Plastic siamo riusciti a fare un bel colpo sul resto della flotta che è rimasta “parcheggiata” sotto una nuvola.” Ha spiegato il navigatore di Vestas Simon Fisher. Team Brunel dello skipper olandese Bouwe Bekking è rimasto a chiedersi cosa fosse veramente successo, tanto che un tweet dalla barca chiedeva: “Cosa sta succedendo? Turn the Tide on Plastic e Vestas 11th Hour Racing corrono come in autostrada mentre noi siamo fermi. E ci dovrebbero essere 15 nodi d’aria da est?”
Le previsioni parlano di un vento sempre da est, prodotto da un anticiclone, che dovrebbe rimanere stabile per diversi giorni prima di diminuire, la tattica migliore per queste prime fasi della tappa dovrebbe restare quindi quella di continuare a scendere a sud il più velocemente possibile. Solo quando l’aria girerà più da nord si potrà iniziare a disegnare l’ampia curva verso Capo Horn e verso le condizioni dure che attendono i sette team nell’Oceano Antartico.
“Per i prossimi tre giorni la situazione dovrebbe restare abbastanza chiara.” Ha detto Kevin Escoffier di Dongfeng Race team. “Andiamo diritti a sud verso il limite dei ghiacci, poi giriamo attorno all’estremità inferiore dell’alta pressione. Dobbiamo passare un fronte, e sarà una storia completamente diversa dopo. Le previsioni dicono che ci sarà vento forte quindi adesso dobbiamo cercare di dormire, di riposarci per essere pronti quando arriverà.”
Per lo skipper di Vestas, l’americano Charlie Enright, partecipare alla settima tappa significa riprendere la lotta per la vittoria che sfortunatamente aveva dovuto abbandonare nella Leg 6 a causa dei danni riportati nella collisione all’arrivo a Hong Kong. “E’ bello essere di nuovo in mare.” Ha detto. “Dobbiamo recuperare un po’, ma credo che ce lo aspettassimo. Ci sentiamo bene a pensare di avere ancora 7.000 miglia davanti a noi. Si tratta di giocarsi il tutto per tutto, e per noi ogni tappa è così. Di certo non ci tiriamo indietro.” Il suo co-skipper Mark Towill ha aggiunto: “Dobbiamo solo fare meglio degli altri, si tratterà di lavorare duro e di essere determinati. Doti che non ci mancano.”
Al rilevamento delle ore 14 erano una ventina le miglia che separavano i leader dalla settima barca, Team Sun Hung Kai/Scallywag, una lotta serrata dunque e con una tappa che vale doppio c’è da aspettarsi che continui così ancora a lungo.


19/03/2018 20:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Golden Globe Race: tratta in salvo Susie Goodall

Susie Goodall è stata finalmente recuperata 2.000 miglia a ovest di Capo Horn dall'equipaggio della nave cargo registrata a Hong Kong MV Tian

Route du Rhum: Andrea Fantini felice di essere arrivato a Pointe a Pitre

"È fantastico essere qui. Questa è stata la mia prima Rhum-Destination Guadeloupe. Il mio principale obiettivo era concludere la regata"

Quarta prova all'Invernale del Circeo

Si è svolta Domenica 2 Dicembre la quarta prova del Campionato Invernale del Circeo, organizzato dal Circeo Yacht Vela Club con la collaborazione della Cooperativa Circeo Primo e il supporto tecnico della M2O MARINE

Extra 1 e Swasa vincono l'Autunnale di Capo d'Orlando

Il 27 Gennaio si riprende con il Campionato Invernale. La centralità dell'accogliente Marina di Capo d'Orlando permetterà di impinguare ulteriormente la flottta con barche di tutta la Sicilia e della Calabria

Lazio e Campania: allerta meteo sulle zone costiere per domenica 9 dicembre

Previsti anche venti di burrasca nord-occidentali, con raffiche fino a tempesta, sulla Sardegna in estensione a Sicilia e Calabria

Invernale CNRT: il vento tradisce e in banchina si parla della prossima Roma per 2

Il Comitato di regata ci ha provato fino all'ultimo, ma le condizioni meteo non hanno consentito la disputa di una regata con caratteristiche minime di regolarità. E si incomincia a pensare alla Roma per1/2/tutti che nel 2019 arriverà molto presto

GC32: Alinghi Campione del Mondo 2018

Alinghi, il team di Ernesto Bertarelli, conquista a Los Cabos il titolo di campione 2018 delle Extrême Sailing Series

Invernale di Anzio: Calipso Enway e La Superba continuano a dominare

Domenica 2 dicembre il golfo di Anzio e Nettuno ha regalato un’altra splendida giornata per la 44° edizione del Campionato Invernale, consentendo di disputare la quarta prova per le classi Altura e ben tre prove per i J24

Fincantieri: varata a Marghera Carnival Panorama

È stata varata oggi nello stabilimento Fincantieri di Marghera, “Carnival Panorama”, nuova nave destinata a Carnival Cruise Line, brand del gruppo statunitense Carnival Corporation & plc, primo operatore al mondo del settore crocieristico

J24: a Four K la prima manche dell’lnvernale di Cervia

Stefano Leporati con il suo J24 Ita 500 Four K vince la prima manche dell’lnvernale Monotipi di Cervia

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci