venerdí, 23 febbraio 2018

VOLVO OCEAN RACE

VOR: Scallywag resiste e allunga

vor scallywag resiste allunga
redazione

Sempre più desiderosi di ottenere una storica vittoria in patria, i velisti di Scallywag puntano verso Hong Kong a oltre 20 nodi di velocità e mantengono un vantaggio interessante, di oltre 73 miglia, sui più diretti inseguitori, i danesi/americani di Vestas 11th Hour Racing mentre tutte e sette le barche sono impegnate al massimo nel rush finale.

Sono passate due settimane da quando la flotta ha lasciato il porto australiano di Melbourne e sono ottime le condizioni meteo che la stanno spingendo celermente verso il traguardo. Al rilevamento delle ore 14, Scallywag navigava a ben due nodi di velocità in più di tutti gli avversari, fatta eccezione per team AkzoNobel, che tuttavia si trova in quarta posizione a 103 miglia di distanza.

In realtà gli unici che sono riusciti a resistere al passo forsennato di Scallywag sono i franco/cinesi di Dongfeng Race Team, in terza piazza, che hanno recuperato un mezzo miglio sui leader. L’equipaggio guidato da Charles Caudrelier deve però fare di meglio se vuole scavalcare Scallywag a questo punto, anche se Vestas 11th Hour Racing sembra un obiettivo più ragionevole, trovandosi 14 miglia avanti.

Se Dongfeng dovesse riuscire  sorpassare Vestas e a finire in seconda posizione dietro a Scallywag,si tratterebbe di un risultato storico con la barca portabandiera di Hong Kong e quella cinese ai primi due posti sul traguardo del primo, storico, stopover sull’isola territorio d’oltremare della Cina.

“Per noi è una sensazione nuova, ma molto positiva.” Ha dichiarato con la sua consueta franchezza lo skipper di Scallywag David Witt. “Ci restano meno di 1.300 miglia e tutto sembra ok. Siamo messi abbastanza bene e sembra che potremo guadagnare ancora. I modelli meteo ci danno del buono e indicano che gli altri resteranno un po’ indietro. Ci aspettiamo di aumentare il vantaggio.” Witt ha anche detto che la più seria minaccia alla vittoria non viene dagli avversari, ma dalle condizioni meteo, dato che Scallywag sta navigando con oltre 20 nodi di vento ma soprattutto con onde in prua fino a quattro metri di altezza. “Dobbiamo cercare di non rompere.” Ha detto l’australiano. “Se riusciremo a rimanere tutti interi, riusciremo anche ad avere un discreto margine nell’avvicinamento a Hong Kong. Non vediamo l’ora di arrivare.”

A una settantina di miglia alle spalle del trio di testa, i vincitori della seconda e terza tappa e leader della classifica generale, gli spagnoli di MAPFRE sono quinti. Una posizione che dovranno quantomeno cercare di mantenere, resistendo ai prevedibili attacchi da parte di Turn the Tide on Plastic e Team Brunel, rispettivamente sesti e settimi. Infatti, se Scallywag sembra poter restare nel flusso di aria fresca, il vento alle sue spalle dovrebbe calare fino a una quindicina di nodi, ostacolando ulteriormente il rientro degli inseguitori.

Secondo le ultime proiezioni Scallywag potrebbe concludere la quarta tappa nel primo pomeriggio di venerdì.


16/01/2018 19:55:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La X-Yachts Med Cup 2018

L'evento che coniugherà un week end di regate a momenti di socializzazione tra armatori, si svolgerà nel golfo del Tigullio, a Chiavari nei giorni 18-20 Maggio

Wine: Prosecco e Chianti star sul web

Kristina Isso a Londra con la sua Prosecco House e Sting in Toscana hanno catalizzato l'attenzione sul web in questa settimana. Cordoglio per la morte di Bruno Giacosa, storico produttore di Barolo e Barbaresco. Due vini foggiani premiati in Giappone

Nasce Seatec Academy, un centro di formazione per ingegneri e architetti nautici

In programma dal 5 al 7 aprile, IMM CarraraFiere lancia Seatec Academy un’offerta formativa rivolta ai professionisti della nautica da diporto che necessitino di CFP, Crediti Formativi Professionali

De Magistris: “Nauticsud, bilancio positivo per l’economia del mare”

63mila presenze e trend positivo di vendite, il resoconto del 45° salone nautico di Napoli. Nauticsud Award 2018 per le aziende: Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design

Gommoni a gas e con tecnologia Foil il progetto di Coastal Boat e Newtak

Le due importanti innovazioni emerse, che potrebbero rivoluzionare il settore della nautica, sono HEB (Hybrid Ecological Boat) e FRB (Foil Rubber Boat).

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

Rinviata causa allerta meteo la ripresa del Memorial Pirini

È al comando il vincitore delle ultime due edizioni, Kismet, armato da Francesca Focardi e timonato da Dario Luciani, battente bandiera del circolo ospitante

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci