martedí, 23 aprile 2019


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

fincantieri    dragoni    press    open bic    regate    optimist    circoli velici    vela olimpica    laser    rs feva    libri   

VOLVO OCEAN RACE

VOR: fa caldo e si va piano

vor fa caldo si va piano
redazione

Al nono giorno della Leg 4, i Doldrum si sono rivelati tanto duri quanto dice la loro fama, anzi infamia, tenendo intrappolate le sette barche in una bolla di bonaccia e di caldo soffocante.

E’ ormai il terzo giorno che i velisti hanno un solo obiettivo, scappare e salire verso nord, per entrare nel flusso degli alisei che li possono portare velocemente a Hong Kong – ma il loro procedere è stato lento e doloroso. Il vento è quasi totalmente assente e le velocità medie delle ultime 24 ore hanno “toccato” massimo i tre nodi, con la temperatura dell’aria e dell’acqua a livelli insopportabili. L’unico sollievo dalle vele che sbattono e dal mare a specchio è la nuvola occasionale, che porta con sé un poco di brezza e di refrigerio. Tutti parlano di fatica, una fatica diversa da quella del Southern Ocean, ma comunque di ore di grande stress.

“Fa caldo e si va piano.” Ha raccontato Jens Dolmer, boat captain di Team Brunel, che è rientrato in seconda posizione. “E’ penoso, abbiamo fatto meno di 100 miglia in 24 ore. Di giorno è caldissimo, non c’è vento ed è una situazione che drena tutta l’energia.” Alla domanda su come sia la vita a bordo la compagna di equipaggio di, Dolmer Sally Barkow ha usato una sola parola “Tortura.”

Le calme equatoriali hanno scombussolato la classifica più volte, con i team che alternativamente hanno guadagnato e perso posizioni. A un certo punto sembrava che le barche posizionatesi più a est, ossia Vestas 11th Hour Racing, Dongfeng Race Team, team Akzonobel e MAPFRE avessero fatto un balzo avanti rispetto a Turn the Tide on Plastic, Brunel e Team Sun Hung Kai/Scallywag. Salvo che, al successivo report delle posizioni, la situazione è cambiata nuovamente. Insomma questa volta i Doldrum hanno rispettato la loro fama di lotteria, dove anche solo qualche centinaio di metri di separazione laterale può fare la differenza.

Chi ha fatto registrare la prestazione migliore dell’ultima giornata è comunque,  Scallywag, che da 30 miglia di svantaggio è sceso a circa 10. Il rilevamento delle ore 14, anzi, poneva il team guidato dall’australiano David Witt in prima piazza, ossia più vicino alla linea del traguardo, facendo felici schiere di fan dato che Scallywag batte bandiera di Hong Kong. “Abbiamo guadagnato su tutti e siamo stati i più veloci.” Ha detto la navigatrice di Scallywag Libby Greenhalgh. “Probabilmente ci aspettano ancora 250 miglia di bonaccia così, ma al momento ci stiamo muovendo abbastanza bene. Se riusciamo a guadagnare ancora e a portarci vicino agli altri, allora avremo la nostra opportunità.”

Malgrado quello che dicono i report, è facile prevedere che avranno maggiore successo solo coloro che riusciranno ad entrare prima negli alisei e nell’autostrada per Hong Kong.


10/01/2018 18:02:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Optimist: sul Garda Erik Scheidt macina vittorie

7° Meeting del Garda Optimist . Oggi in acqua per determinare Gold e Silver fleet

O’pen Skiff, Palermo: a Procida c’è un nido di campioncini

Eurochallenge a Palermo, sessantcinque O'pen Skiff da 4 nazioni danno spettacolo a Mondello

Il Friuli Venezia Giulia comunica le sue bellezze

La promozione del mare del Friuli Venezia Giulia continua. Nuovo allestimento tematico a Trieste Airport

Grimaldi Lines sostiene gli atleti paralimpici della LNI Palermo Centro

Grimaldi Lines ospiterà sulle sue navi gli equipaggi palermitani e le quattro imbarcazioni paralimpiche Hansa 303 che parteciperanno alla Settimana Velica Internazionale Accademia Navale di Livorno 2019

Cielo grigio e poco vento a Genova per le World Cup Series

Una fitta coltre di nuvole ha impedito alla termica di svilupparsi intorno alle 12 come solitamente accade a Genova, e così la maggior parte delle flotte ha trascorso la giornata in attesa a terra

Gargnano: parte giovedì l'Easter Meeting dedicato agli RS Feva e 500

Le regate si correranno dal 18 al 20 aprile nelle acque tra Gargnano e Bogliaco

Cresce l’attesa per il XXIV Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese

Al CN Versilia pronti per una nuova edizione della manifestazione dedicata ad un uomo che ha dato tanto alla Versilia e alla città di Viareggio. La regata è anche la prima tappa dei Trofei Altura CCVV e Artiglio per le vele d’epoca e storiche

Genova, World Cup Series: tre equipaggi italiani in Medal Race

Sono Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene), Lorenzo Bressani con Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare) e Carlotta Omari e Matilda Distefano (Sirena CN Triestino/Soc.Triestina Vela)

Palermo: parte la prima tappa del circuito europeo O'pen Bic

Tutto pronto a Palermo per la prima tappa europea del Circuito riservato alla classe O’pen Bic. Mondello e la Sicilia danno il meglio di sé con temperature estive ed acque dai colori caraibici

Gaeta Trofeo Punta Stendardo 2019, tre giorni di grande vela

Nella splendida cornice del Golfo di Gaeta dal 26 al 28 aprile si svolgerà la 24ma edizione del Trofeo Punta Stendardo, la regata è valida per la Qualificazione Nazionale per il Campionato Italiano Assoluto d’Altura 2019

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci