lunedí, 16 luglio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela internazionale    press    optimist    j/70    windsurf    j70    coppa italia    ufo22    rs feva    regate    nacra 17   

VOLVO OCEAN RACE

Volvo Ocean Race: una battaglia senza soste

volvo ocean race una battaglia senza soste
Roberto Imbastaro

Manovre e ancora manovre, i due leader Dongfeng Race Team e MAPFRE stanno infilando una serie incredibile di strambate, con una traiettoria a zig-zag verso sud-est, tenendosi al limite della zona interdetta, imposta dalla Antarctica Ice Exclusion Zone (AIEZ), uno strumento virtuale attivato per tenere gli equipaggi lontani da pericolosi iceberg presenti nelle basse latitudini dell’Oceano meridionale.

Secondo l’onboard reporter di Dongfeng, Martin Keruzore, l’odine “strambata” incomincia a suonare come una punizione, qualcosa che spaventa i velisti. E indubbiamente la sensazione sarà la stessa su tutte le barche. La ragione è semplice: strambare su queste barche richiede molte braccia, l’equipaggio fuori turno viene richiamato in coperta per aiutare oppure rimane sotto per spostare tutto il materiale da un lato all’altro della barca. Un processo che può durare mezz’ora e che richiede uno sforzo fisico notevole. E, attualmente i leader stanno strambando più di una volta all’ora.

“Stiamo navigando a vista con Dongfeng dalla scorsa notte, entrambi abbiamo continuato a strambare sulla linea della zona di esclusione dai ghiacci.” Ha raccontato il navigatore di MAPFRE Juan Vila in un report alla sede della regata ad Alicante. “Abbiamo fatto 17 strambate in meno di 11 ore. Tutto bene a bordo, il morale è altro, specialmente perché siamo riusciti a rientrare in contatto con il leader.” In effetti c’è molto di cui essere soddisfatti a bordo della barca spagnola visto che ieri avevano un distacco da Dongfeng di 14 miglia e oggi, a 24 ore di distanza si è ridotto a sole 5 miglia.

Alle spalle dei due battistrada anche gli altri team nella pancia della flotta si sono rifatti sotto con Vestas 11th Hour racing a poco più di 52 miglia, team Brunel a meno di 74, Sun Hung Kai Scalliwag a 83,3 e Turn the Tide on Plastic a 133,4 miglia.

Proprio da bordo di Turn the Tide on Plastic, arriva un video con Francesca Clapcich, che dà il senso di quanto difficile sia rimanere sempre in controllo della barca nelle condizioni di vento ma soprattutto di mare del Southern Ocean, il video è scaricabile da questo  link

In coda alla flotta team AkzoNobel ha ripreso a navigare al 100% delle forse, essendo riuscito ad effettuare un’efficace riparazione della rotaia della randa sull’albero. “Abbiamo issato la randa senza problemi, abbiamo fatto un buon lavoro.”  Ha raccontato Nicolai Sehested. “Sapevamo che al secondo tentativo la riparazione avrebbe tenuto.” In effetti AkzoNobel sta camminando bene e recuperando miglia, ben 125 nelle ultime 24 ore, anche grazie alla compressione della flotta davanti. Oggi infatti le barche sono tutte più vicine, ma resta comunque un buon segno per il team di Simeon Tienpont che sta cercando di rientrare in gara.

 


17/12/2017 16:17:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marco & Muttley: ma che bel giro d'Italia a vela!!!

Marco Rossato, principale protagonista e promotore del progetto TRI sail4all promosso dall’ASD“I Timonieri sbandati”, è il primo velista disabile agli arti inferiori a circumnavigare in barca a vela da solo(con cane Muttley al seguito) i mari italiani

Garda: al mondiale Yngling si parla solo olandese

Mondiali classe Yngling a Riva del Garda: tra i tre olandesi la spunta NED 255 con Moorman Kaj al timone

Libri: Andrea Stella, Sfida sull'Oceano

Esce domani (11 luglio) in tutte le librerie per le Edizioni San Paolo "Sfida sull'oceano. Un'eccezionale impresa di mare in sedia a rotelle" di Andrea Stella

Duende (CNRT) vince la Coppa Italia, Tevere Remo la 1^ Coppa Italia per Club

Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, C. N. Riva di Traiano, vince la Coppa Italia 2018. Al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo la prima Coppa Italia per Club - Trofeo Enway

Coppa Italia: una sola prova e la vince Duende (CNRT)

Riva di Traiano. Coppa Italia - Trofeo Enway 2018 - Tanto l’entusiasmo … ma il vento tradisce la prima della Coppa

14 luglio: parte dal CNRT la "presa" della Coppa Italia 

Parte il 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia, da Riva di Traiano la nuova Coppa Italia Altura per Club, una vera rivoluzione che mette a confronto i circoli velici nel contendersi il Trofeo Enway 

Guardia Costiera: sequestrati 11.000 metri di reti illegali

Il sequestro operato da Nave Bruno Gregoretti (CP920) della Guardia Costiera

Prime regate all'Europeo Ufo 22

Al termine della prima giornata, in cima alla classifica troviamo Frisbee, ITA 049, di Michele Magagna, seguito al secondo posto da Wendl, AUT 114, di Günther Wendl e al terzo posto da GMT-Econova di Giorgio Zorzi, ex presidente della classe

Parte domani a Domaso il Campionato Italiano H22

L’H22 One Design è un’imbarcazione monotipo di 22 piedi (6,70mt), disegnata dal progettista inglese di Coppa America Rob Humphreys, prodotta da H22 One Design s.r.l.

Dominio dei velisti cagliaritani nel "Windsurfing Club 2018"

Dopo essersi aggiudicato la Techno Slalom Cup, Riccardo Onali Under 17 Plus) ha vinto oggi anche la "long distance"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci