domenica, 22 luglio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

melges20    press    tp52    luna rossa    windsurf    melges 20    orc    mini 650    progetto vela    vela olimpica    fincantieri    fincantieriantieri    circoli velici    fiv    vela oceanica   

VOLVO OCEAN RACE

Volvo Ocean Race: ora si balla

volvo ocean race ora si balla
Roberto Imbastaro

Il vento leggero e instabile degli scorsi giorni è ormai solo un ricordo. Le sette barche hanno attraversato la zona di transizione e ora godono di un potente sud-ovest che li spinge a grande velocità verso nord-est, al largo della costa scozzese. I log di bordo fanno segnare 20 nodi di velocità e oltre 25 nodi di vento, quando la flotta si trova in prossimità delle Isole Ebridi.

L’opzione nord presa durante il delicato passaggio della dorsale, ha pagato per gli spagnoli di MAPFRE, che martedì sera si sono portati in testa e al rilevamento di mercoledì alle ore 1200 UTC potevano contare su un vantaggio di circa 5 miglia sugli inseguitori, e leader della classifica generale per un solo punto, di Dongfeng Race Team mentre Turn the Tide on Plastic, su cui corre l’italiana Francesca Clapcich, si trovava in terza posizione altre tre miglia alle spalle degli iberici.

Benché manchino ancora oltre 600 delle 1.300 miglia della tappa da Cardiff, in Galles, a Göteborg in Svezia, la tensione è e probabilmente rimarrà molto alta. Se MAPFRE dovesse riuscire a vincere la tappa e Dongfeng Race Team concludesse secondo (e i cinesi dovessero prendere il punto bonus per il miglior tempo di percorrenza totale) le due barche si ritroverebbero a pari punti e tutto sarebbe deciso nella frazione conclusiva da Göteborg all’Aja.

“Passare la zona di transizione a ovest dell’Irlanda è stata una mossa importante.” Ha spiegato Rob Greenhalgh, uno dei timonieri di MAPFRE. “Abbiamo passato le 24 ore precedenti cercando di portarci il più a nord possibile per trovare il passaggio migliore. Siamo usciti tutti più o meno insieme ma siamo riusciti a prendere un po’ di margine. Per il momento va tutto bene, gli avversari sono dove volevamo che fossero.”

Con una posta così importante in gioco tutti i team stanno spingendo al massimo, consapevoli che quello che succede ora sarà determinante per la classifica generale.  “Navigheremo di bolina, ci sarà parecchio vento, e dobbiamo essere veloci per recuperare su MAPFRE.” Ha spiegato il francese Kevin Escoffier in un collegamento video da Dongfeng Race Team, mentre era al timone.

In questa Leg 10, per i velisti già stanchi dopo otto mesi di navigazione oceanica, la fatica si sta facendo sentire, malgrado sia una delle frazioni più corte si sta rivelando una delle più dure. “Non abbiamo dormito un granché dalla partenza.” Ha raccontato la velista olimpica australiana Nina Curtis, da bordo di Team Brunel, attualmente quarto. “Anche quando c’era pochissimo vento abbiamo dovuto continuare a spostare i pesi a bordo. Penso che il periodo di sonno più lungo che sono riuscita ad avere sia stato un’ora. Non credo di essere stata mai così stanca. I ragazzi mi avevano detto che sarebbe stato intenso ma non pensavo a questo livello.”

Le barche dovrebbero giungere a Göteborg in meno di 36 ore, ma dal punto di vista della meteo le condizioni dovrebbero peggiorare molto prima di migliorare nuovamente più a ridosso dell’arrivo. I velisti dovranno lottare contro venti previsti fino a 45 nodi, pioggia, freddo e la scarsa visibilità nel Mare del Nord e lungo la costa norvegese. Saranno spinti al limite, e forse oltre il loro limite, prima di poter rimettere piede a terra. L’arrivo a Göteborg è previsto per la tarda serata di giovedì.

 


13/06/2018 18:14:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

LNI Palermo Centro: alla Palermo-Montecarlo con un grande progetto sociale

Partecipare con un progetto sociale alla rinomata regata Palermo-Montecarlo che si svolge ogni anno dal 21 al 26 Agosto 2018 è diventato un must per Lega Navale Italiana, Sezione Palermo centro

Duende (CNRT) vince la Coppa Italia, Tevere Remo la 1^ Coppa Italia per Club

Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, C. N. Riva di Traiano, vince la Coppa Italia 2018. Al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo la prima Coppa Italia per Club - Trofeo Enway

9 giorni alla partenza di ANT ARCTIC LAB

Un giro del mondo che passa prima tra i ghiacci del nord, per poi doppiare i tre capi e rientrare in Atlantico verso Les Sables d'Olonne

CNRT: soddisfatti per la Coppa Italia, ma è già tempo di Roma-Giraglia

Soddisfazione per la Coppa Italia a Duende ed applausi a Reale Circolo Canottieri Tevere Remo per la Coppa Italia Trofeo Enway per Club. Ora la pausa estiva e poi si ricomincia con la Roma Giraglia

Rolex TP52 World Championship: Azzurra seconda

Con un secondo e un settimo posto Azzurra nelle due regate odierne, Azzurra si posiziona seconda alle spalle Quantum nel Rolex TP52 World Championship in corso a Cascais, in Portogallo

Mondiali giovanili Laser 4.7: oro per Chiara Floriani e bronzo per Giorgia Cingolani

Chiara Benini Floriani (FV Riva) è Campionessa del Mondo 2018 per la classe Laser 4.7

Cagliari: si è conclusa dopo tre giornate di regate la Coppa Italia della classe Techno 293

A premiare i vincitori delle varie categorie sono stati gli ex campioni mondiali Techno 293, Marta Maggetti, Carlo Ciabatti e Michele Cittadini

Azzurra subito al comando del Rolex TP52 World Championship

Previsioni di vento rispettate, tra i 20 e i 25 nodi da nordovest, oggi a Cascais per il primo giorno di regate del campionato del mondo della classe TP52

Europeo Ufo 22: Magagna über alles

Dopo due giornate dell'Europeo tedesco, in testa alla classifica troviamo ancora Frisbee, ITA 049, di Michele Magagna, che si è aggiudicato la vittoria di tutte le prove disputate.

Dai Circoli - Bene a Cagliari la squadra agonistica Techno 293 del Circolo Surf Torbole

Nicolò Renna ai mondiali Giovanili in Texas, con prime regate lunedì

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci