venerdí, 23 febbraio 2018

VOLVO OCEAN RACE

Volvo Ocean Race: Nord e Sud

volvo ocean race nord sud
redazione

Scallywag e AkzoNobel hanno virato immediatamente dopo aver passato la punta meridionale di Taiwan, prendendo una netta opzione nord, ma finora la loro scelta non ha pagato, anche perché nelle ultime ore hanno incontrato vento leggero, a tratti di intensità a una cifra. “Sembra che ci sia qualcosa che non va.” Ha detto l’olimpionica brasiliana Martine Grael da AkzoNobel. “Andiamo a nord, nord-ovest mentre dovremmo puntare a sud-sud-est!” Mentre il navigatore Jules Salter ha spiegato: “Col senno di poi direi che abbiamo virato troppo presto. Siamo delusi. Abbiamo preso la decisione in fretta, sembrava che fosse la cosa da fare. Scallywag ha virato per primo e il primo report era ok, il secondo non tanto. Gli altri quattro adesso se ne sono andati, siamo rimasti in due.”

A bordo di Scallywag però il morale resta alto e la navigatrice Libby Greenhalgh afferma che la barca portacolori di the Hong Kong sta seguendo una strategia a lungo termine: “Sul lungo termine stiamo cercano di entrare nell’aria da nord. In teoria, dovremmo essere i primi a farlo e allora ci troveremo in una posizione di rientrare sugli altri con un angolo più largo.”

Il gruppo dei quattro che si sono tenuti più a sud è separato oramai da più di 120 miglia di distanza, e sembra al momento in una posizione più solida. Del gruppetto di testa, che naviga a stretto contatto, fanno parteTeam Brunel, Dongfeng, il leader della classifica generale MAPFRE, e a poca distanza anche Turn the Tide on Plastic.  Al rilevamento delle ore 14 gli olandesi guidati da Bouwe Bekking si trovano a poco più di 4.800 miglia dalla meta di Auckland, e hanno un margine di meno di un miglio su Dongfeng e di poco più di uno su MAPFRE, mentre il giovane equipaggio guidato da Dee Caffari segue a 8.1 miglia.

In un blog da bordo Bouwe Bekking, skipper of Team Brunel ha raccontato: ”La scorsa notte abbiamo virato a nord ma poi abbiamo rivirato. Non pensiamo che una rotta tanto a nord possa pagare, ed è più lunga. Abbiamo virato praticamente in simultanea con MAPFRE e Dongfeng, ma loro camminavano un po’ di più. Forse dipende dal fatto che noi usiamo ancora i fiocchi vecchi, mentre loro ne hanno di nuovi.”

Il navigatore della barca spagnola, l’esperto Juan Vila ha spiegato che si procede a vista, controllando gli avversari, e anticipando le prossime mosse sulla base delle previsioni meteo. “Abbiamo virato sulle mura a destra e vediamo Dongfeng, Team Brunel e Turn the Tide on Plastic a occhio nudo o sull’AIS (Auromatic Identification Sytem, il sistema di identificazione automatico di cui sono dotate le barche). Il vento ha cominciato a girare da sud-est e attualmente navighiamo al lasco stretto con 20 nodi, con il log che indica 14/15 nodi di velocità. Entreremo in un fronte del nord Pacifico e il vento dovrebbe girare ulteriormente al suo passaggio, prima che si stabilisca la prossima alta.”

Turn the Tide on Plastic, sui cui naviga la triestina Francesca Clapcich, è riuscita a rientrare bene sui primi tre, dopo un inizio un po’ difficile, come ha spiegato la skipper Dee Caffari: “Il ridosso di Taiwan era più esteso di quel che ci aspettassimo e abbiamo dovuto fare molti cambi di vela per tenere il passo, fortunatamente siamo rientrati. Siamo vicini a MAPFRE e Dongfeng, stiamo andando bene se siamo con le barche rosse!”

Da parte loro Scallywag e Akzonobel devono sperare che l’aria rinforzi nelle prossime ore, ma per ora il gruppo meridionale ha vento intorno ai 16/18 nodi mentre nella loro zona non supera gli 11.



Photo Credit:Jeremie Lecaudey/Volvo Ocean Race


09/02/2018 20:11:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La X-Yachts Med Cup 2018

L'evento che coniugherà un week end di regate a momenti di socializzazione tra armatori, si svolgerà nel golfo del Tigullio, a Chiavari nei giorni 18-20 Maggio

Wine: Prosecco e Chianti star sul web

Kristina Isso a Londra con la sua Prosecco House e Sting in Toscana hanno catalizzato l'attenzione sul web in questa settimana. Cordoglio per la morte di Bruno Giacosa, storico produttore di Barolo e Barbaresco. Due vini foggiani premiati in Giappone

Nasce Seatec Academy, un centro di formazione per ingegneri e architetti nautici

In programma dal 5 al 7 aprile, IMM CarraraFiere lancia Seatec Academy un’offerta formativa rivolta ai professionisti della nautica da diporto che necessitino di CFP, Crediti Formativi Professionali

De Magistris: “Nauticsud, bilancio positivo per l’economia del mare”

63mila presenze e trend positivo di vendite, il resoconto del 45° salone nautico di Napoli. Nauticsud Award 2018 per le aziende: Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design

Gommoni a gas e con tecnologia Foil il progetto di Coastal Boat e Newtak

Le due importanti innovazioni emerse, che potrebbero rivoluzionare il settore della nautica, sono HEB (Hybrid Ecological Boat) e FRB (Foil Rubber Boat).

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

Rinviata causa allerta meteo la ripresa del Memorial Pirini

È al comando il vincitore delle ultime due edizioni, Kismet, armato da Francesca Focardi e timonato da Dario Luciani, battente bandiera del circolo ospitante

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci