lunedí, 16 luglio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vela internazionale    press    optimist    j/70    windsurf    j70    coppa italia    ufo22    rs feva    regate    nacra 17   

VOLVO OCEAN RACE

Volvo Ocean Race: MAPFRE a Melbourne prima di Natale

volvo ocean race mapfre melbourne prima di natale
redazione

Prima di raccogliere i meritati allori, però, gli spagnoli dovranno vedersela con un sistema di alta pressione che minaccia di entrare da ovest, e che potrebbe portare vento più leggero nel tratto fra le barche di testa e la linea del traguardo. Un margine di circa 100 miglia dovrebbe comunque bastare agli iberici per tenersi alle spalle i franco/cinesi di Dongfeng.

“Sembra che debba andare così, fino a ieri è stata una tappa dura, sempre a stretto contatto con Dongfeng e abbiamo spinto al massimo,” ha detto oggi lo skipper Xabi Fernández. “Adesso davvero abbiamo preso un bel vantaggio e se non ci saranno problemi dovrebbe andare bene.” La posizione di testa, ha spiegato Fernández dipende dalla strategia degli ultimi giorni quando il team da lui guidato ha resistito alla tentazione di fare qualcosa di “folle” ma si è semplicemente tenuto in contatto, proprio alle spalle di Dongfeng quando era davanti. “E’ stato importante stare loro sempre vicini. E a volte il modo migliore per farlo è seguire il leader. Abbiamo combattuto molto per stare vicini e poi naturalmente ogni nuovo sistema meteo costituisce un’opportunità per chi è dietro. E’ stata dura dare loro la caccia in questo modo, sono una preda difficile e la sensazione di essere riusciti a passarli è incredibile.”

Alle spalle del duo di testa, c’è ancora battaglia per conquistare un gradino del podio fra Vestas 11th Hour Racing e Team Brunel, sui cui corre l'italiano Alberto Bolzan. Ad un certo punto, la notte scorsa, Brunel si è portato davanti per distanza teorica alla linea del traguardo, prima che Vestas ritornasse in testa. E’ stato a quel punto che lo skipper statunitense Charlie Enright e il navigatore britannico Simon Fisher (conosciuto con il nomignolo di SiFi) hanno scelto di entrare Stealth Mode, in modalità nascosta. 

“Si usa lo Stealth Mode quando ci sono delle possibilità dal punto di vista tattico.” Ha spiegato SiFi. “Brunel si è avvicinato molto negli ultimi giorni e ci ha messo pressione. La strambata della scorsa notte e il momento di scegliere di andare a nord sono importanti e dunque abbiamo scelto di entrare in modalità nascosta, per lasciare che si domandassero dove siamo. Ci sono alcune opzioni tattiche su quanto ad est o ovest spingersi quando si inizia a mettere la prua su Melbourne e se loro non conoscono la nostra posizione saranno costretti a scegliere la loro strada.”

Brunel ha fatto proprio così e sta procedendo a ottima velocità in una brezza più intensa, secondo l’ultimo rilevamento delle posizioni. Resta da vedere se Vestas 11th Hour Racing sta incontrando le stesse condizioni. Per saperlo si dovranno attendere le 20 di stasera, quando ricominceranno ad essere visibili.

Per i tre inseguitori Sun Hung Kai Scallywag, Tirn the Tide on Plastic e AkzoNobel si tratta di riuscire a portarsi abbastanza a est da evitare i venti leggeri del sistema anticiclonico prima di virare verso l’arrivo. Una manovra che sarà certamente ben accolta dai velisti, visto che ogni miglio percorso verso nord porta con sé vento e temperatura dell’acqua più caldi. 

L’arrivo di MAPFRE è previsto per il primo pomeriggio di domenica, 24 dicembre


23/12/2017 18:10:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marco & Muttley: ma che bel giro d'Italia a vela!!!

Marco Rossato, principale protagonista e promotore del progetto TRI sail4all promosso dall’ASD“I Timonieri sbandati”, è il primo velista disabile agli arti inferiori a circumnavigare in barca a vela da solo(con cane Muttley al seguito) i mari italiani

Garda: al mondiale Yngling si parla solo olandese

Mondiali classe Yngling a Riva del Garda: tra i tre olandesi la spunta NED 255 con Moorman Kaj al timone

Libri: Andrea Stella, Sfida sull'Oceano

Esce domani (11 luglio) in tutte le librerie per le Edizioni San Paolo "Sfida sull'oceano. Un'eccezionale impresa di mare in sedia a rotelle" di Andrea Stella

Duende (CNRT) vince la Coppa Italia, Tevere Remo la 1^ Coppa Italia per Club

Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, C. N. Riva di Traiano, vince la Coppa Italia 2018. Al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo la prima Coppa Italia per Club - Trofeo Enway

Coppa Italia: una sola prova e la vince Duende (CNRT)

Riva di Traiano. Coppa Italia - Trofeo Enway 2018 - Tanto l’entusiasmo … ma il vento tradisce la prima della Coppa

14 luglio: parte dal CNRT la "presa" della Coppa Italia 

Parte il 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia, da Riva di Traiano la nuova Coppa Italia Altura per Club, una vera rivoluzione che mette a confronto i circoli velici nel contendersi il Trofeo Enway 

Guardia Costiera: sequestrati 11.000 metri di reti illegali

Il sequestro operato da Nave Bruno Gregoretti (CP920) della Guardia Costiera

Prime regate all'Europeo Ufo 22

Al termine della prima giornata, in cima alla classifica troviamo Frisbee, ITA 049, di Michele Magagna, seguito al secondo posto da Wendl, AUT 114, di Günther Wendl e al terzo posto da GMT-Econova di Giorgio Zorzi, ex presidente della classe

Parte domani a Domaso il Campionato Italiano H22

L’H22 One Design è un’imbarcazione monotipo di 22 piedi (6,70mt), disegnata dal progettista inglese di Coppa America Rob Humphreys, prodotta da H22 One Design s.r.l.

Dominio dei velisti cagliaritani nel "Windsurfing Club 2018"

Dopo essersi aggiudicato la Techno Slalom Cup, Riccardo Onali Under 17 Plus) ha vinto oggi anche la "long distance"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci