sabato, 21 aprile 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

volvo ocean race    regate    lega italiana vela    primavela    kitesurf    press    151 miglia    pesca    formazione    marina di varazze    superyacht    nautica    marevivo    liv    platu25    melges 20    azimut yachts   

VOLVO OCEAN RACE

Volvo Ocean Race: la temperatura scende, il vento sale e qualcuno si nasconde

volvo ocean race la temperatura scende il vento sale qualcuno si nasconde
redazione

Lo skipper di Brunel Bouwe Bekking e l’espertissimo navigatore australiano Andrew Cape hanno sfruttato la possibilità di navigare in modalità nascosta, il cosiddetto stealth mode, e di sparire dai rilevamenti delle posizioni a dopo il report del mattino (le ore 07.00 UTC), tentando con una mossa a sorpresa di superare gli avversari e leader di MAPFRE, che si trovavano circa 35 miglia avanti.

Prima di entrare in modalità nascosta, team Brunel occupava infatti la seconda posizione ed era la barca più a sud di tutta la flotta, ma potrebbe puntare ancora a sud. Una mossa che arriva dopo alcuni giorni in cui il team guidato dal veterano Bekking, di cui fanno parte anche gli italiani Alberto Bolzan e Maciel Cicchetti ha camminato forte e ha recuperato grazie a una posizione molto occidentale durante la discesa al traverso della costa brasiliana. Un angolo del vento più favorevole li ha portati dall’ultima alla seconda piazza. 

La decisione di Brunel arriva proprio mentre i battistrada stanno per entrare in un fronte freddo che proviene da est e che porta con sé venti forti, fino a 30 nodi, da nord che dovrebbero accompagnare le sette barche fino a qualche centinaia di miglia da Città del Capo, garantendo ottime condizioni per giornate veloci.

Per capire se team Brunel avrà fatto la mossa giusta bisognerà attendere il momento in cui riapparirà sulla cartografia elettronica, ossia alle 07.00 di martedì (le 8 del mattino in Italia). 

“Se stai pensando di fare una mossa importante, come noi adesso che vogliamo puntare a sud, allora lo stealth mode permette di nascondersi dal resto della flotta.” Ha spiegato la boat captain Abby Ehler. “Le stime di navigazione suggeriscono che si debba andare a nord, ma Capey (Andrew Cape, il navigatore) invece vuole andare a sud, pensa che sia la rotta meno rischiosa. Andare in modalità nascosta lascia il resto della flotta a domandarsi cosa stia succedendo. Speriamo solo che non ci segua nessuno.”

I team si stanno avvicinando alla latitudine dei Quaranta Ruggenti e dunque stanno gustandosi il primo assaggio di oceano medicionale, con temperature in discesa, acqua fredda, grandi onde e un vento freddo e intenso.

“Nelle ultime 24 ore siamo passati da pantaloni corti e  magliette a stivali, calze, pile e cerate.” Ha detto Sophie Ciszek da bordo di MAPFRE. “L’aria è decisamente fredda e nelle prossime 24/36 ore il vento aumenterà, ed essere bagnati peggiorerà le cose.” 

Cento miglia a nord, anche l’equipaggio di Turn the Tide on Plastic ha provato una sensazione di freddo, mentre il match race oceanico con Team Sun Hung Kai/Scallywag non cessa. Per tenersi caldi entrambi i team hanno effettuato 13 strambate in 24 ore, scambiandosi più volte di posizione. “Sembra un anticipo di oceano meridionale.” Ha detto la boat captain di Turn the Tide on Plastic Liz Wardley. “Ieri notte faceva piuttosto freddo e abbiamo avuto punte di 30 nodi in poppa. Stiamo ancora duellando con Scallywag. Al momento abbiamo meno vento e stiamo cercando di approfittare di quello che rimane prima di strambare verso sud.”

Le ultime previsioni parlano di un possibile arrivo dei leader a Città del Capo nella nottata di sabato 25, ma le prossime ore saranno fondamentali per capire quanto questa ETA (Expected Time of Arrival) è affidabile.


20/11/2017 18:21:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Banque Populaire IX scuffia al largo del Marocco

L'equipaggio è all'interno della barca capovolta. IN arrivo i soccorsi

Banque Polulaire IX: Armel Le Cléac'h racconta la scuffia e il salvataggio

Un elicottero della Marina Reale del Marocco li ha tratti in salvo nel pomeriggio e trasportati a Casablanca

Marina Cala de' Medici, rimettiti in forma con Ego e Volvèr

È un’attività aperta a tutti, è sufficiente iscriversi

North Sails invela il Farr 400 Freccia del Chienti

Ad occuparsi del progetto vele è stato Stefano Schiaffino del team North Sails che, su mandato di Paniccia, ha sviluppato un set completo, pensato per coprire qualsiasi regime di vent

Tutti i vincitori della Garmin Marine Roma per 1/2/Tutti

O' Guerriero si prende la rivincita sul secondo posto in reale perso per soli 8" e vince la Roma per Tutti in IRC e ORC. Conferma del primo posto di Fantini. Alberto Bona e Oris D'Ubaldo vincono la X2 in IRC e ORC

Al via la campagna di solidarietà 2018 di Nave Italia

Equipaggi “speciali” da tutta Italia e dall’estero navigheranno per progetti di educazione, formazione, riabilitazione e inclusione sociale

Evo Yachts torna negli USA per il Newport Boat Show

Prossima tappa: Newport Boat Show. Dal 19 al 22 aprile Il cantiere partenopeo sarà presente a uno dei saloni più attesi della stagione grazie alla nuova partnership con Walter Johnson Yachts

Pochi giorni ancora e l’impresa solitaria di Marco Rossato prenderà il largo

Un viaggio in solitaria in barca a vela da Nord a Sud con degli obiettivi fondamentali: rilevare e verificare l’accessibilità dei porti italiani, diffondere i principi della convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità

Campionato Italiano per Club 2018: al via la 1ª tappa di selezione

L'evento è organizzato dal Circlo Vela Antignano insieme all’Accademia Navale di Livorno e farà parte del programma velico della celebre “Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

Perini Navi partecipa a YARE 2018

Perini Navi ospiterà i workshop dedicati a comandanti, yacht manager e imprese, che potranno confrontarsi su temi specifici di interesse per il mercato del refit

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci