lunedí, 16 luglio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

j/70    windsurf    j70    coppa italia    ufo22    rs feva    regate    optimist    nacra 17    libri    fincantieri    guardia costiera   

VOLVO OCEAN RACE

Volvo Ocean Race: Dongfeng si nasconde per cercare il colpo

volvo ocean race dongfeng si nasconde per cercare il colpo
redazione

La decisione dello skipper Charles Caudrelier e del navigatore Pascal Bidégorry significa che Dongfeng non appare nella cartografia elettronica per 24 ore, proprio mentre la terza tappa, che assegna doppi punti, entra nel momento più intenso. L’equipaggio di Dongfeng ha guidato la flotta durante tutti i primi 10 giorni della tappa di 6.500 miglia da Città del Capo in Sudafrica a Melbourne, in Australia, attraverso il mitico Oceano meridionale ma sono poi stati raggiunti e superati da MAPFRE, lo scorso mercoledì. Le due barche rosse hanno strambato praticamente all’unisono alle 23 di ieri, mettendo la prua verso la linea, nell’ultimo tratto di strada verso la meta.

Poco dopo, i franco/cinesi di Dongfeng hanno informato il race control che sarebbero entrati in modalità stealth, cioè sarebbero scomparsi alla vista degli avversari e del pubblico per tre report delle posizioni. La loro posizione tornerà ad essere visibile alle 20 di oggi. Quando mancano meno di 800 miglia al traguardo, la mossa audace del team di Caudrelier dimostra come i velisti di Dongfeng non abbiano rinunciato alla speranza di ottenere la loro prima vittoria di tappa in questa edizione della Volvo Ocean Race.

A bordo di MAPFRE, il navigatore Juan Vila ha lavorato senza sosta non solo per disegnare la rotta perfetta per il suo team ma anche per capire quale siano le opzioni sulla carta per Dongfeng. Malgrado un margine confortevole, infatti, gli spagnoli sanno di dover rimanere in allerta per le ultime 48 ore di navigazione per tenere a bada gli avversari.”Gli ultimi rilevamenti sono stati positivi per noi e abbiamo un buon vantaggio, anche se Dongfeng è entrato in modalità stealth.” Ha detto lo skipper spagnolo Xabi Fernández in un collegamento con la sede della regata ad Alicante. “Juan controlla comunque quali siano le loro opzioni e dobbiamo cercare di capire dove siano. Dobbiamo aspettare di capire di più, perciò continuiamo ad andare il più velocemente possibile.”

Cercando disperatamente di recuperare terreno, e velocità, per rifarsi sotto alla terza posizione, attualmente occupata da Vestas 11th Hour Racing ma molto vicino, durante la notte Team Brunel è stato preso alla sprovvista quando un violento temporale ha fatto sdraiare completamente la barca sull’acqua. “Probabilmente stavo spingendo un po’ troppo durante il temporale, con raffiche ben oltre i 20 nodi.” Ha spiegato il  timoniere kiwi di Brunel Peter Burling. “Sono stato fortunato, perché dopo l’aria è arrivata a quasi 40 nodi. I ragazzi sono riusciti a lascare il fiocco abbastanza in fretta e a far rialzare la barca. Ormai ci è capitato un po’ di volte e sappiamo come fare.”

** A questo link il video da team Brunel

Nelle retrovie intanto continua la lotta per il quinto posto, già vista nelle prime due tappe, fra Team Sun Hung Kai/Scallywag, guidato dall'australiano  Dave Witt, e Turn the Tide on Plastic della skipper Dee Caffari. I due team sono divisi da 66 miglia, ma si tratta di una distanza che potrebbe scendere notevolmente se Scallywag facesse un errore nei tempi della strambata verso nord. “Le condizioni non sono un gran chè, abbiamo 25/30 nodi di vento e un brutto mare.“ Ha spiegato il navigatore portoghese di Scallywag Antonio Fontes.“Non molliamo. Ora è importante scegliere il momento di strambare. Dobbiamo essere veloci fino alla fine.”


22/12/2017 20:14:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marco & Muttley: ma che bel giro d'Italia a vela!!!

Marco Rossato, principale protagonista e promotore del progetto TRI sail4all promosso dall’ASD“I Timonieri sbandati”, è il primo velista disabile agli arti inferiori a circumnavigare in barca a vela da solo(con cane Muttley al seguito) i mari italiani

Garda: al mondiale Yngling si parla solo olandese

Mondiali classe Yngling a Riva del Garda: tra i tre olandesi la spunta NED 255 con Moorman Kaj al timone

Libri: Andrea Stella, Sfida sull'Oceano

Esce domani (11 luglio) in tutte le librerie per le Edizioni San Paolo "Sfida sull'oceano. Un'eccezionale impresa di mare in sedia a rotelle" di Andrea Stella

Duende (CNRT) vince la Coppa Italia, Tevere Remo la 1^ Coppa Italia per Club

Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, C. N. Riva di Traiano, vince la Coppa Italia 2018. Al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo la prima Coppa Italia per Club - Trofeo Enway

Coppa Italia: una sola prova e la vince Duende (CNRT)

Riva di Traiano. Coppa Italia - Trofeo Enway 2018 - Tanto l’entusiasmo … ma il vento tradisce la prima della Coppa

14 luglio: parte dal CNRT la "presa" della Coppa Italia 

Parte il 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia, da Riva di Traiano la nuova Coppa Italia Altura per Club, una vera rivoluzione che mette a confronto i circoli velici nel contendersi il Trofeo Enway 

Guardia Costiera: sequestrati 11.000 metri di reti illegali

Il sequestro operato da Nave Bruno Gregoretti (CP920) della Guardia Costiera

Prime regate all'Europeo Ufo 22

Al termine della prima giornata, in cima alla classifica troviamo Frisbee, ITA 049, di Michele Magagna, seguito al secondo posto da Wendl, AUT 114, di Günther Wendl e al terzo posto da GMT-Econova di Giorgio Zorzi, ex presidente della classe

Parte domani a Domaso il Campionato Italiano H22

L’H22 One Design è un’imbarcazione monotipo di 22 piedi (6,70mt), disegnata dal progettista inglese di Coppa America Rob Humphreys, prodotta da H22 One Design s.r.l.

49er, 49erFX, and Nacra 17 European Championship a Gdynia, in Polonia

Con 92 partecipanti nella classe 49er, 44 per le ragazze del 49er FX e 51 nei Nacra 17, ed il livello presente in acqua, il Campionato parte come uno degli appuntamenti più caldi dell’anno

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci