lunedí, 20 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

formazione    campionato invernale riva di traiano    invernale    regate    protagonist    campionati invernali    melges 40    fraglia vela riva    volvo ocean race    surf    clima    j24    disabili    riva   

VOLVO OCEAN RACE

Vestas sempre in testa, ma la flotta va verso l'aria leggera

vestas sempre in testa ma la flotta va verso aria leggera
redazione

La notte scorsa, tutta la flotta ha passato la porta di uscita del Mediterrano, lo Stretto di Gibilterra, ed è entrata in Atlantico. Un passaggio veloce facilitato dalla brezza più fresca nella zona a ovest dello stretto, dove il canale fa aumentare di intensità il vento.

 

E tuttavia, più i leader si spingeranno a ovest e più incontreranno aria leggera, come indicano le previsioni, che potrebbe generare una compressione della flotta e un riavvicinamento generale. 
In testa si mantengono gli americani di Vestas 11th Hour Racing, con lo skipper Charlie Enright, che tuttavia sono già entrati un un’are di aria leggera, rallentando moltissimo la loro corsa. Gli spagnoli di MAPFRE hanno fatto registrare un recupero notevole, risalendo in seconda posizione grazie a buone scelte tattiche ad opera dell’esperto navigatore Juan Vila e a un’ottimo passo che stanno ancora mantenendo, terzo è Team AkzoNobel.

 

Al rilevamento di martedì alle ore15.00. Vestas 11th Hour Racing occupava ancora la prima posizione a poco più di 813 miglia dal traguardo di Lisbona, con gli spagnoli di MAPFRE in seconda a meno di 20 miglia alle loro spalle e team AkzoNobel , distanziato di circa 22 miglia. Sun Hung Kai/Scallywag guidato dall’australiano David Witt si mantiene al quarto posto, seguito di poco da Dongfeng Race Team con Charles Caudrelier, da Turn the Tide on Plastic di Dee Caffari e da Team Brunel di Bouwe Bekking in settima piazza.

Le oltre 32 miglia che separano il leader dall’ultima barca, potrebbero sembrare un margine sicuro ma in realtà nelle prossime ore si potrebbe assistere a un ricompattamento della flotta che giungerà un’area di altra pressione e venti leggeri, che interesseranno prima i battistrada. E infatti, la velocità della barca americana al rilevamento del primo pomeriggio era inferiore ai due nodi.

Una situazione confermata da Dee Caffari, unica skipper donna di questa edizione della Volvo Ocean Race in un blog inviato da Turn the Tide on Plastic. “Non succede tutti i giorni di avere una così bella uscita dal Mediterraneo. La notte è stata buia, difficile trovare dei punti di riferimento. E’ stata una navigazione bagnata, veloce e con un sacco di strambate per restare nel vento più fresco. Si riposa poco, e abbiamo davanti a noi una zona di alta pressione orribile, quindi approfittiamo del momento. Mi aspetto una possibile ripartenza quando entreremo nell’aria di vento leggero.”

Durante le ore notturne le barche hanno navigato molto forte, con la massima punta di velocità di 31 nodi, fatta registrare a bordo di Turn the Tide on Plastic, su cui naviga anche l’italiana Francesca Clapcich. Il picco dell’intensità del vento si è invece registrato su MAPFRE, con 36 nodi, mentre quelli di Vestas 11th Hour Racing e MAPFRE sono stati gli equipaggi che hanno fatto il maggior numero di manovre, con decine di strambate ciascuno.

Momenti di tensione si sono vissuti invece a bordo di AkzoNobel, che ha trovato un oggetto galleggiante non identificato sulla sua rotta, al traverso della costa africana. “Abbiamo colpito qualcosa, un impatto abbastanza forte, dato che camminavamo a più di 22 nodi.” Ha spiegato lo skipper olandese Simeon Tienpont. “Poi abbiamo trovato della plastica incastrata nel timone e qualcosa che provocava delle vibrazioni alla chiglia, ma siamo riusciti a liberarcene. Non ci sono state vie d’acqua, il timone c’è ancora. Meno male!”

 

Leg 1 - Posizioni del 24 ottobre alle 13:00 UTC (ore 15 italiane)
1. Vestas 11th Hour Racing - distanza all’arrivo- 813,3 miglia
2. MAPFRE +19,7 miglia
3. team AkzoNobel +21,9
4. Sun Hung Kai/Scallywag +29,7
5. Dongfeng Race Team +30,8 
6. Turn the Tide on Plastic +32,4
7. Team Brunel +32,5

 


24/10/2017 20:43:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Ad Otranto la III regata "Piu' Vela per Tutti"

In onore di Lele Coluccia, grande uomo di mare

"Caccia ai pirati somali” il libro di Gualtiero Mattesi

L’Ammiraglio Mattesi, Comandante del gruppo di 5 navi sotto insegne NATO nell’operazione «Ocean Shields», ha spiegato che i pirati attuali, altro non sono che criminali senza scrupoli

Marina Cala de’ Medici, riprendono i lavori in diga foranea per l’allungamento della berma sommersa

Stamani l’incontro in Porto della 4ª Commissione Consiliare del Comune di Rosignano M.mo col Prof. Aminti per l’aggiornamento sullo stato lavori

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

FVG Marinas: il 2017 si chiude con un +30% di transiti

Rete FVG Marinas Network: è tempo di bilanci. 30% in più di transiti nei Marina del Friuli Venezia Giulia nella stagione turistica

La vela d’altura protagonista a Viareggio per la chiusura della stagione agonistica del Club Nautico Versilia

La tradizionale manifestazione è stata affiancata da una graditissima novità che invitava i regatanti a raccontare, attraverso immagini fotografiche, tutte le fasi della regata, il proprio equipaggio, la propria barca o le imbarcazioni avversarie

Transat Jacques Vabre: vittoria e record per Sodebò

Thomas Coville e Jean Luc Nélias hanno tagliato il traguardo della 13ma Transat Jacques Vabre vincendo nella categoria Ultimes davanti a Sebastien Josse e Thomas Rouxel

Riva Boutique: eccellenza e artigianalità per un Natale in grande stile

Lo store online ufficiale di Riva si arricchisce di nuovi accessori realizzati con lo stile e la qualità del cantiere mito della nautica mondiale, perfette idee regalo per le festività

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

L’Ocean Film Festival World Tour fa tappa a Roma

Kayak, surf, vela, esplorazione subacquea: una selezione di medio e cortometraggi per tutti gli appassionati di mare e avventura - Il 20 novembre al cinema Moderno ore 20:15

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci