giovedí, 29 giugno 2017

VENDEE GLOBE

Vendée Globe, l’italiana Protect Tapes a bordo con i migliori

vend 233 globe 8217 italiana protect tapes bordo con migliori
redazione

Meno di 24 ore alla partenza della Vendée Globe, il giro del mondo a vela senza scalo per solitari, una regata quadriennale giustamente definita come l’Everest della vela. Partirà puntuale domani, 6 novembre, alle ore 13,02 un orario non casuale, per garantire la diretta TV sul TG nazionale delle 13. La partenza della Vendée Globe è un avvenimento di grandissimo richiamo in Francia, domani sono attese nel villaggio regata 400.000 persone in aggiunta alle barche che seguiranno la partenza in mare. Non c’è paragone con nessun altro evento velico.
In Italia la partenza potrà essere seguita in diretta su Mediaset Premium Sport 2 HD dalle ore 8.45 alle ore 11.00 e dalle ore 12.30 alle ore 13.30. Sul web lo streaming sarà sul sito ufficiale http://www.vendeeglobe.org/fr/ e sul portale italiano Saily.it   Purtroppo non ci sarà nessuno skipper italiano al via, dopo la forzata rinuncia di Andrea Mura, mentre il suo scafo costruito a Bergamo da Persico Marine sarà nelle mani dell’olandese Heerema con il nome di No Way Back.
Ma un altro pezzetto d’ Italia sarà a bordo di ben 10 barche, tra cui tutti i top: con la sua ampia gamma di prodotti a protezione dall’abrasione e dall’usura, l’azienda riminese PROtect tapes ha infatti fornito tutte le barche di recente varo, in gran parte dotate degli innovativi foil, che incrementano la velocità ma anche i rischi di rotture.

 

Alex Thomson           Hugo Boss

Morgan Lagraviere    Safran

Sebastien Josse        Gitana/Edmond de Rothschild

Vincent Riou              PRB

Jeremie Beyou          Maitre COQ

Armel Le Cléac’H      Banque Populaire

Jean Pierre Dick        St Michel - Virbac

Yann Elies                 Queguiner - Leucémie Espoir

Pieter Heerema         No Way Back

Kojiro Shiraishi          Spirit of Yukoh

 

Queste le parole del CEO di PROtect tapes presente a Les Sables d’Olonne, Pietro Parmeggiani: “Siamo stati su tutte le barche che forniamo direttamente, davvero molte le soluzioni interessanti tra cui il boma di Safran, ricorda quello dei 470, dove abbiamo utilizzato materiali simili a quelli sviluppati per i cat di America’s Cup ma modificati perché possano resistere almeno 78 giorni 2 ore e 16 minuti e alle basse temperature del sud”.
“Abbiamo lavorato tanto – continua Parmeggiani - altri skipper e shore team hanno optato per alcuni materiali speciali dei quali, come spesso succede, non possiamo ancora parlare. Tutti invece utilizzano i prodotti CHAFE (contro abrasione e usura) e MASK (rigging), inoltre Safran e Banque Populaire hanno per la prima volta scelto il nostro SKID per il pozzetto e in alcuni punti il nuovo Rubber Coarse Resilient che verrà presentato al grande pubblico al METS 2016 (stand Hall 1.557). In questa edizione aumenteranno le velocità e i rischi di rotture, il record potrebbe scendere fino a 67-70 giorni, essendo previste condizioni meteo particolari lungo la discesa verso il Brasile, lo vedremo al rientro delle barche a Les Sables d’Olonne ”.


05/11/2016 17:57:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

36ma America's Cup: è Luna Rossa il Challenger of Record

Il Royal New Zealand Yacht Squadron accetta la sfida del Circolo della Vela Sicilia, che sarà il Challenger of Record della XXXVI America's Cup

VIDEO: America's Cup: pedalando verso il traguardo

6 a 1 di New Zealand su Oracle incrociando le dita dopo il 9 a 8 di San Francisco

Silvia Zennaro sale in prima posizione nella terza giornata di regata a Kiel

Carolina Albano (CV Muggia) scende in 16° posizione a causa dei tre 14° posti di oggi e Valentina Balbi (YCI) scende anche lei in classifica e ora occupa la 23° posizione

Tutti i vincitori del Campionato Italiano Assoluto Altura "Trofeo Stroili"

Campionato Italiano Assoluto Vela d’Altura 2017 “Trofeo Stroili”: i vincitori assoluti e di classe. Le voci dei protagonisti, le storie di banchina, le emozioni di un Italiano da ricordare

Una frizzante prima giornata a Riva del Garda

Un pomeriggio tipico gardesano, con un'Ora inizialmente raffinata e tesa fino a 20 nodi, poi in diminuzione, ha assegnato la prima vittoria della serie alla neocampionessa europea Claudia Rossi a bordo di Petite Terrible-Adria Ferries

“Vento in poppa" per il Valtur Tanka, sponsor del GC32 Racing Tour

“Siamo orgogliosi di partecipare, in qualità di sponsor, ad un evento così prestigioso. Se la competizione in mare è il cuore di questo evento, l’ospitalità diventa, con Valtur, il valore aggiunto offerto a tutti coloro che partecipano alla gara”

Marina di Scarlino: partito il raduno degli Swan classici

Diciotto le imbarcazioni partecipanti, dal celebre Swan 36 (il primo modello costruito in casa Nautor) allo Swan 76. Va in archivio con una splendida giornata di sole e vento termico il primo di tre giorni di veleggiate costiere

Inaugurato alla Marina di Scarlino il raduno degli Swan classici

Diciotto le imbarcazioni partecipanti, che vanno dal celebre Swan 36 (il primo modello costruito in casa Nautor) allo Swan 76. Tre giorni di veleggiate nelle acque del golfo

America's Cup Endeavour Program RS Feva Junior Regatta: gli italiani Ferri-Colledan quarti

In regata, oltre ai bergamaschi Ferri e Colledan, per la Svizzera presenti anche Ubaldo Bruni, figlio di Francesco Bruni in Team Artemis con al timone Arturo Beltrando. Vittoria neo-zelandese con la figlia di Chris Dickson Rose in coppia con Eli Liefting

Calvi Network è secondo solo a Petite Terrible-Adria Ferries

Branko Brcin, tattico dello scafo portacolori del Lightbay Sailing Team: "Dopo Sanremo e Malcesine è arrivato un altro ottimo risultato, anche se dispiace aver sprecato l'occasione di aumentare il vantaggio"

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci