mercoledí, 15 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

420    fiv    attualità    les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    circoli velici    luna rossa    farr 40    rs feva    vela olimpica    nacra 17    optimist    windsurf    press    melges 24   

VELE D'EPOCA

Vele d'epoca a Portopiccolo

vele epoca portopiccolo
Roberto Imbastaro

Il fine settimana appena concluso ha visto il Golfo di Trieste e il campo di regata dello Yacht Club Portopiccolo ospitare per il quarto anno consecutivo alcune tra le più belle barche d’epoca e yacht classici dell’Adriatico, in occasione dell’edizione 2018 della Portopiccolo Classic Trofeo Itas Assicurazioni.
Un appuntamento ormai fisso nel calendario del Golfo di Trieste, dello Yacht Club Portopiccolo e soprattutto di tutti gli armatori ed appassionati di scafi ed imbarcazioni senza età le quali rappresentano, con le proprie linee, storia e palmarés vere sculture ed opere d’arte della vela e della marineria italiana e mondiale di un tempo.

In questa parata l’aspetto agonistico, se pur non secondario, ha lasciato necessariamente lo spazio alla bellezza e al fascino degli scafi sull’acqua che sono stati ammirati sia sulle banchine dello Yacht Club Portopiccolo che in azione tra le boe del campo di regata allestito in collaborazione con il Diporto Nautico Sistiana.
La classica termica di quest’angolo del Golfo di Trieste davanti alla Baia di Sistiana non ha tradito le aspettative ed ha regalato due giorni di regate tra sabato e domenica con la disputa di entrambe le prove del programma generale.

A trionfare nella classifica generale, che raggruppa sia gli yacht classici che quelli d’epoca, è stato Attica armato da Maila Zarattini per lo Yacht Club Adriaco che, con due primi come parziali, ha lasciato alle proprie spalle Serenity di Roberto Dal Tio (Circolo Velico Conegliano) e Nembo II° di Nicolo De Manzini (anch’esso con i colori dello Yacht Club Adriaco). 

Attica e Nembo II° occupano i primi due posti nella rispettiva classifica del Trofeo Challenge Portopiccolo per gli yacht classici con Shahrazad di Alberto Alumni Barbarossa (Società Triestina della Vela) sul terzo gradino del podio, mentre Serenity si aggiudica la vittoria nel Trofeo Challenge Itas Assicurazioni per gli yacht d’epoca precedendo Un Sogno di Giorgio Brezich (Società Triestina della Vela) e Pia dello sloveno Bruno Antonaz (Jadralni Klub Pirat di Portorose).

Tripletta tutta firmata Società Triestina della Vela nella categoria delle passere con Koala di Andrea Bernardi, Nibbio di Pietro Barcia e Janega di Nicolò Trani.

La speciale classifica dedicata alle imbarcazioni firmate dalla matita di Carlo Sciarelli ha visto salire sul podio nell’ordine Attica, Shahrazad e Hwil di Lorenzo Pecorari (Sistiana 89).
 

Il premio speciale Autostar Maserati, assegnato all’imbarcazione più vecchia con l’armatore più giovane, va a Elisa Metus con il suo Finola.
 

Giorgo Martin, Segretario Generale Yacht Club Portopiccolo - “E’ stata anche quest’anno una grande festa della vela in un evento che, con il carico di storia delle imbarcazioni protagoniste, rappresenta qualcosa di speciale che non può che riempire gli occhi e il cuore di tutti coloro che amano la vela e il mare. Lo Yacht Club Portopiccolo, grazie anche ai partner che credono nei valori di questa vela senza tempo, continua ad impegnarsi per far sì che i riflettori siano il più possibile accesi e rivolti su questi pezzi di storia del nostro sport che meritano la massima attenzione e rispetto nonché riconoscenza per il lavoro certosino che gli armatori riservano a questi scafi per rendere sempre più bello e longevo quello che di fatto è considerato un “patrimonio comune” del mondo della vela da tramandare il più possibile”.

 


12/06/2018 14:01:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Marina Cala de’ Medici si conferma per il terzo anno consecutivo Porto d’eccellenza

Ratificata l’attestazione di MaRINA Excellence, nonché i riconoscimenti 24 Plus e 50 Gold

Caorle, "Festa del Pesce": una sfida a colpi di sarde

La Festa del Pesce - A settembre l’evento culinario più tradizionale di Caorle (VE)

Mondiali Aarhus: Carolina Albano qualifica l'Italia nel Laser Radial a Tokyo 2020

L’Italia conquista oggi ad Aarhus la terza qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2020! Si tratta del Laser Radial e a compiere l’impresa è stata la giovane Laserista triestina Carolina Albano (CV Muggia) non ancora ventenne

Mini 650, SAS: Ambrogio Beccaria domina tra i Serie

Ecco la sua prima intervista una volta a terra. Il milanese, ha vinto entrambe le tappe e ha conquistato il titolo di Campione di Francia di Course au Large

Mondiali Aarhus: anche il 470 maschile si qualifica per Tokio

Anche oggi arriva una preziosa qualifica per l’Italia ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) con il quinto posto odierno entrano in Medal Race e qualificano l'Italia per Tokio 2020

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Europeo Melges 24: Maidollis allunga il passo

I Campioni del Mondo 2017 a bordo di Maidollis (7-1-1 oggi), dopo l'ottimo esordio della prima giornata in cui avevano messo a segno una magnifica doppietta, tornano ad essere protagonisti e consolidano la leadership della classifica provvisoria

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Gargnano, Garda: Itaca è tornata a casa

Tredici anni dopo la sua ideazione il progetto Itaca ha fatto nuovamente tappa al Circolo Vela della Centomiglia

Tokio 2020: altre 3 qualifiche per l'Italia ai mondiali di Aarhus

L’Italia è qualificata alle Olimpiadi di Tokyo 2020 anche nelle classi RS:X maschile, RS:X femminile con Marta Maggetti e il Nacra 17 con Ruggero Tita e Caterina Banti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci