lunedí, 30 marzo 2015


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

figaro    nacra 17    vela olimpica    ufo22    campionati invernali    2.4mr    vele d'epoca    match race    classe europe    derive    meteo    volvo ocean race    vela oceanica    solitari    regate    j70    aziende    ucina    protagonist    circoli velici   

VELE D'EPOCA

Vele d'epoca a Napoli, da domani le regate

vele epoca napoli da domani le regate
redazione

Ventisei imbarcazioni sono già arrivate nella banchina di Santa Lucia. Tutto è pronto per la nona edizione de Le Vele d’Epoca a Napoli – Trofeo Banca Aletti (www.leveledepoca.it ).
Fino al 1 luglio, l’appuntamento con la storia della vela è all’ombra del Vesuvio: il Golfo più suggestivo al mondo saluta il ritorno delle Signore del mare per una cinque giorni di sport e tradizione, resa possibile dall’impegno e dalla passione del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, circolo organizzatore, affiancato dallo Stato Maggiore della Marina Militare e dal suo Ufficio Sport Velico dal 2005.

Da domani iniziano le regate. Oggi alle 19 il Presidente Pippo Dalla Vecchia darà ufficialmente il via alla manifestazione durante il cocktail di benvenuto. “Sono ormai nove anni che le Signore del mare invadono pacificamente il Borgo Marinari. Yacht d’epoca e classici e dragoni saranno assoluti protagonisti di questi quattro giorni di regate. Grazie come sempre a Banca Aletti per il sostegno che ci da insieme al Side Sponsor Marina Yachting e agli Official Supplier Ferrarelle, Birrificio Sorrento e Leopoldo” afferma Dalla Vecchia.
   
Sono ammessi al IX Raduno de Le Vele d’Epoca a Napoli – Trofeo Banca Aletti esclusivamente gli yacht in legno o in metallo con anno di varo anteriore al 1950 (yacht d’epoca) e al 1976 (yacht classici). Il Trofeo Banca Aletti verrà assegnato allo yacht che avrà ottenuto il miglior tempo compensato risultante dalla somma dei tempi compensati nelle diverse prove. Tra i ritorni eccellenti: Ea, Manta, Naif, Orianda, Paulena, Sirius, Tampasia, solo per citarne alcune. Debutto per Emilia, il 12 metri stazza internazionale costruito nel 1930 dal cantiere Costaguta di Genova Voltri. Fu la risposta del Senatore Giovanni Agnelli (fondatore della Fiat e nonno del più famoso Gianni) all'amico/rivale il Marchese Spinola, la cui barca La Spina era stata da poco varata. Ci sarebbero state così due barche italiane di questa classe.

La Marina Militare Italiana partecipa con la flotta più numerosa di sempre. Al seguito della nave scuola Palinuro e della nave immagine Chaplin ci sono i Marconi yawl Artica II, Capricia, Corsaro II, Stella Polare. Saranno loro a donare uno dei momenti più suggestivi della manifestazione con l’ammainabandiera al calare del sole.
Altro debutto eccellente alla manifestazione è quello della nave scuola Palinuro, che nel 2011 dovette declinare la propria presenza all’ultimo minuto a causa di una avaria. La Palinuro è una nave goletta della Marina Militare Italiana che svolge il servizio di nave scuola per gli allievi sottufficiali della Maddalena. Costruita nei cantieri di Nantes in Francia e varata nel 1934 con il nome Commandant Louis Richard per una società privata venne adibita alla pesca e al trasporto del merluzzo nei banchi di Terranova. Nel 1951 venne acquistata dall'Italia per affiancarla all'Amerigo Vespucci nel ruolo di nave scuola. Ha una superficie velica di circa 1000 m² e durante la sua attività addestrativa ha toccato la maggior parte dei porti del Mediterraneo e del Nord Europa. La Palinuro sarà visitabile e aperta al pubblico durante la manifestazione presso il molo Angioino di Napoli dalle 16 alle 19.

Per il secondo anno consecutivo confermano la propria presenza anche i Dragoni Classici, eleganti monotipo nati nel 1929 in Norvegia. Ausonia, Blue Mallard, Buriana, Tergeste e Vivian si contenderanno la Coppa d’Oro Eduardo Pepe challenge perpetua. Nel 2012 vinse l’equipaggio campano di Tergeste ITA-4.

Fitto di appuntamenti il calendario de Le Vele d’Epoca a Napoli Trofeo Banca Aletti. Le prime regate inizieranno domani giovedì 28 giugno. Alle ore 9.00, ogni giorno, verrà servita agli equipaggi la Colazione a bordo, a base di dolci tipici napoletani, sfogliatelle e babà. Dopo il briefing tecnico, partenza alle ore 11.00 con le regate sulle boe per Yacht d’Epoca e Classici; alle 12.00 partenza delle regate per i Dragoni Classici su percorso olimpico. Al rientro, per rilassarsi in banchina, classico appuntamento “Taralli&birra”.
Venerdì 29 giugno è la giornata della regata lunga delle Vele d’Epoca e, in contemporanea con partenza alle 10.00, la regata lunga sulle boe dei Dragoni Classici. Al rientro pizza, “Taralli&birra”. La sera, alle 21.00, il primo appuntamento by night con il Party Banca Aletti.
Sabato 30 giugno il programma resta invariato sino a sera. La terrazza del Circolo accoglierà – alle 21.00 – armatori ed equipaggi per la Cena di Gala.
Domenica 1 luglio alle 13.00 occhi puntanti sulla parata, visibile dal lungo mare di via Caracciolo, e a seguire le ultime prove di giornata per le Signore del mare e i Dragoni Classici. Al rientro, la Cerimonia di Premiazione presieduta dal Presidente del Circolo Pippo Dalla Vecchia.

Per seguire la manifestazione Le Vele d’Epoca a Napoli consultare le classifiche, vedere video e foto basta andare su www.leveledepoca.it e sulla pagina Facebook (www.facebook.com/leveledepoca ) dedicata all’evento. Per rivivere, navigando anche solo virtualmente, la meraviglia di un evento dedicato alla vela d’antan.


27/06/2012 19.00.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

America's Cup, AC 45 o AC 62: le dimensioni contano

Via gli AC 62 e dentro gli AC 45: la Coppa America riduce le dimensioni degli scafi

Volvo Ocean Race: notte di paura in oceano

Abu Dhabi Ocean Racing ha perso il controllo della barca due volte mentre MAPFRE, Team SCA e Dongfeng Race Team sono stati vittime di “Chinese gybe” ossia strambate involontarie rese ancora più pericolose dalla posizione della chiglia basculante

Roma per 2, "Bienvenue aux Figaro"

Cresce la partecipazione straniera con l’iscrizione di due Figaro della base de La Grande Motte, che si aggiungono al solitario Hugues Le Cardinal e al Pogo 40 del tedesco Konrad Schwingenstein

Olimpiadi della vela 2024: ci credono anche il Parco dell'Asinara e Castelsardo

Continuano le manifestazione a sostegno della candidatura del Nord-Ovest Sardegna a ospitare le Olimpiadi della vela 2024

Il VOR 70 SFS II (ex Puma) vince a Saint Tropez la 900 Nautiques

Alle 5:16 di questa mattina il VOR 70 SFS II di Lionel Péan ha tagliato per primo il traguardo posto davanti alla torre del Portalet a Saint Tropez, vincendo in tempo reale la 6a edizione della 900 Nautiques de St. Tropez

Volvo Ocean Race: in aiuto degli oceani

I sei team della Volvo Ocean Race hanno rubato qualche momento alla dura navigazione nell'oceano del sud per contribuire a un'importante progetto ambientale.

La solidarietà è un "vizio" per i solitari. Gaetano Mura sul naufragio di Stephanie Alrane

Gaetano Mura: "Quando ho avuto dei problemi in Spagna l'amica e velista Anna Corbella ha fatto di tutto per aiutarmi, si è fatta in quattro e quando l'ho rigraziata mi ha detto che era normale, perché i Mini sono la sua famiglia"

Enrico Passoni domina la prima tappa della Coppa Italia Finn ad Anzio

36 Finn si sono affrontati in due belle giornate ed il campo di regata di Anzio si è dimostrato ancora una volta ideale, con bel vento, onda impegnativa e oscillazioni del vento che hanno reso le varie prove difficili tatticamente

Roma, riapre lo storico Ostello della Gioventù del Foro Italico?

Roma Capitale, finalmente accoglie l’appello dell'AIG che plaude alle dichiarazioni dell'Assessore ai Servizi Sociali, Francesca Danese. Dipendenti in cassa integrazione da gennaio 2011

Volvo Ocean Race: sulla linea dei ghiacci

I sei team impegnati nella quinta tappa della Volvo Ocean Race, manovrano al limite della linea dei ghiacci, con un vento leggero che non ci si aspetterebbe a queste latitudini.