giovedí, 1 settembre 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

centomiglia    windsurf    optimist    dinghy    guardia costiera    turismo    interviste    nautica    platu 25    press    palermo-montecarlo    regate    vele d'epoca    formazione   

MELGES 20

VELA - (dai Team) Melges 20: Mascalzone Junior 4° a Malcesine

Ottima la prova di Mascalzone Latino junior di Achille Onorato con in pozzetto l’australiano Nathan Wilmot e il trimmer Federico Michetti. Nel dettaglio, i Mascalzoni hanno ottenuto un primo, un secondo, un quarto, un settimo e un brutto ventiquattresimo che valgono un quarto posto in classifica generale a soli tre punti dal vincitore. Ovviamente un po' di rammarico per il risultato negativo nella seconda regata di ieri, ma rimane la grande soddisfazione di aver capito di poter competere, dopo solo due eventi, con i migliori di questa classe.
La giornata di oggi, per i 28 partecipanti, è iniziata assai presto. La partenza della prima regata era fissata per le ore 8.00 del mattino, poi posticipata di un’oretta causa un brutto temporale che imperversava sul campo di gara. Ma alla fine si parte, il vento c’è, eccome! Un Peler teso sopra i venti nodi di intensità, ai limiti del regolamento di classe.
I Mascalzoni non partono benissimo, ma sono dalla parte favorevole del campo, quella verso la sponda bresciana. Grazie a un’ottima conduzione e velocità Achille e i suoi riescono ben presto a districarsi e trovare una posizione favorevole per navigare.
E’ in assoluto la prima volta che il giovane Onorato si trova a regatare in condizioni così difficili, ma non lo dà affatto a vedere. Naviga molto bene di bolina e anche in poppa non commette errori. Tante le barche a “gambe all’aria” causa straorze, e molte anche quelle che navigavano a vele bianche, in sicurezza. Tre i disalberamenti in questa regata, tra cui da segnalare quello del leader della classifica del circuito dopo i primi due eventi di Loano e Portoferraio, Turnover di Renato Vallivero, con al timone Marco Perazzo e alla tattica Enrico Fonda.
La terza prova della serie di questa tappa viene dunque vinta da 3Menda di Federico Albano con Giulio Desiderato alla tattica, secondo Mezza Luna di Marco Franchini con Sandro Montefusco alla tattica, mentre terzo è stato Fremito d’Aria di Dario Levi.
Il Comitato di Regata opta per mandare tutti a terra perché il vento è davvero molto forte e per un paio d’ore si attende in banchina. Temporali e pioggia passano e poco prima delle 12.00 Fabio Barrasso, Presidente del Comitato, rimanda tutti in acqua. C’è tempo per fare sicuramente due prove e forse anche una terza.
Si riparte, il Peler è diminuito: il vento si assesta tra i 12-15 nodi. Due belle prove dove la parte sinistra, quella sulla riva bresciana, è sempre quella favorita. Mascalzone Latino junior domina dall’inizio alla fine la regata numero 4 della serie e conquista il primo successo in questa competitiva classe. Alle sue spalle si piazzano nell’ordine ITA-157 di Francesco Farneti e Asante Sana di Claudio Dutto.
Nella quinta e conclusiva prova di questa serie di regate torna a ruggire Turnover di Renato Vallivero condotta da Marco Perazzo, che nella pausa forzata a terra dopo la conclusione della prima prova è riuscito ad armare l’albero di riserva e ripresentarsi regolarmente sulla linea di partenza. Turnover parte bene, sfodera tutti i cavalli che ha e regata dalla parte giusta, tanto da girare davanti a tutti la prima boa e in seguito mantenere la posizione sino all’arrivo.
Alle sue spalle si piazza il team americano Cinghiale, mentre terzo è Camy di Lauro Bonora con alla tattica Carlo Fracassoli. Mascalzone Latino junior mette in cascina un altro ottimo risultato, un quarto posto, che lo fa risalire rispetto a ieri di nove posizioni, portandolo ad una manciata di punti dalla vetta.


16/07/2012 07:33:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

È Made In Italy l’arredamento delle navi da crociera piu’ belle del mondo

La storica azienda Tino Sana srl continua a solcare i mari con le sue creazioni, realizzando gli interni delle più nuove e prestigiose città galleggianti

A Torbole Garda Trentino le Olimpiadi delle Universita'

Alla laser performance Collegiate Cup n testa il team italiano cus Bologna-6lord

Riva di Traiano: febbre X2 alla Roma-Giraglia

C'è un boom di iscrizioni alla Roma-Giraglia x2 che partirà l'8 settembre p.v., ad iniziare dal campione italiano offshore in doppio Stefano Chiarotti, che correrà con il suo Sun Fast 3600 Lunatika-NTT Data

Sarà la vela a portarci su altri pianeti

Confermata l'esistenza di un pianeta simile alla terra nel sistema di Proxima Centauri. Per arrivarci in tempi umani si ricorrerà alle vele solari con il progetto dell'astrofisico Stephen Hawkings

"Agorà, il salotto del Porto": incontri in piazza nel borgo di Marina Cala de' Medici

Rassegna in programma dal 3 al 23 settembre organizzata da Marina Cala de’ Medici in collaborazione con Sinergy, direzione artistica e conduzione di Cinzia Gorla

A Marina Cala de' Medici torna il Sailing Experience 950

Con gli atleti della Marina Militare Italiana Pendibene e Valsecchi, al via anche il contest #100%DONNA

Palermo - Montecarlo: Scricca e Lunatika i migliori del lotto

Nella foto Stefano Chiarotti e Giancarlo Pedote si abbracciano all'arrivo a Montecarlo vincitori nella X2 e secondi overall in ORC dopo Scricca di Leonardo Servi

Y.C. Sanremo: un oro all'Europeo Giovanile Eurosaf

Quattro le classi partecipanti ( 420, laser radial, 29er e tavole RS:X), per un totale di circa 110 concorrenti ed 8 nazioni: Austria, Italia, Germania, Inghilterra, Romania, Repubblica Ceca, Slovenia e Polonia

Hawaii: Obama quadruplica l'estensione del parco marino Papahanaumokuakea

Il Papahanaumokuakea Marine National Monument si estenderà per oltre 1,5 milioni di chilometri quadrati con l'obiettivo di proteggere la barriera corallina e l'habitat di oltre 7mila specie a rischio fra cui balene e tartarughe marine

Posidonia Sustainable Friends Festival, Santa Margherita Ligure, 1-4 Settembre

Concerti, cinema dal mare, esposizioni, conferenze, laboratori, attività di turismo sostenibile e una Eco-fiera dedicata al consumo responsabile, le attività che il Posidonia dedica alla difesa della Posidonia oceanica

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci