mercoledí, 20 settembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    laser    azzurra    disabili    52 super series    mare    swan    nautica    melges 24    salone nautico    volvo ocean race    campionato invernale riva di traiano    j70    j24    porti   

ORC

Una sola prova all'ORC Worlds Trieste 2017 ma si infiamma la lotta per il titolo

una sola prova all orc worlds trieste 2017 ma si infiamma la lotta per il titolo
redazione

Una sola prova di giornata per le 116 imbarcazioni impegnate nell’ORC Worlds Trieste 2017, il Campionato Mondiale di vela d’altura in corso di svolgimento nelle acque del Golfo di Trieste.
Ancora una giornata di brezza che non ha superato gli 8 nodi, ma sufficiente a far duellare gli scafi fin dalla partenza e apportare alcune interessanti modifiche nelle parti alte delle classifiche provvisorie di tutte e tre le classi.
In classe A, Sheraa Yacht Club Hannibal (Swan 42 di Maurizio Poser) mantiene la leadership e il Cookson 50 Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato sorpassa – sebbene solo di un punto – Altair 3, lo Scuderia 50 di Sandro Paniccia.
In classe B, Nube, l’X-41 croato di Diego Zanco, rimane saldamente in testa, ma lo Swan 42 Bewild di Renzo Grottesi raggiunge la seconda piazza e si lascia alle spalle il gemello Selene Alifax di Massimo De Campo grazie al calcolo dei migliori parziali di giornata.
Tra i C, sempre Mummy One Lab Met (Farr 30 di Alessio Querin) è ancora primo, ma dietro di lui l’altro Farr 30 Sease di Giacomo e Franco Loro Piana scala di una posizione e gli estoni capitanati da Aivar Tuulberg su Katariina II (Arcona 340) salgono virtualmente sul gradino più basso del podio.
In acqua l’avvio più facile è quello della classe A, con 17 barche sulla linea del via. La prima partenza è subito quella buona e dopo tre giri del percorso a bastone con vento da 255° saranno i “Mascalzoni” di Vincenzo Onorato a vincere la prova.
Più rallentata la partenza della classe B: ci vogliono infatti tre procedure per “domare” la flotta e solo lo spauracchio di un’ulteriore tornata di squalifiche individuali per partenza anticipata fa posizionare correttamente sulla linea tutti i 49 concorrenti. Lo Swan 42 Bewild di un ispirato Andrea Casale alla tattica agguanta la testa e macina distacco sui diretti inseguitori, guadagnandosi così la seconda vittoria di giornata di questo Campionato.
Anche per i C il Comitato di Regata deve approntare ben quattro procedure di partenze per rendere finalmente valido lo start di  una flotta di 50 agguerritissime imbarcazioni dalle quali esce vincitore, per la seconda prova consecutiva, il Melges 32 Airis di Cesare Bressan.

Per domani si prevede ancora una giornata di brezze leggerissime e per questo motivo il Comitato ha deciso di posticipare lo start alle 13, confidando nel vento più regolare del pomeriggio.

DICHIARAZIONI
Niccolò Bianchi, tattico di Katariina II:«Abbiamo disputato la regata della vita guadagnando un buon vantaggio con un’ottima partenza al pin e contenendo poi la rimonta dei nostri avversari, che sono più veloci con queste arie leggere. La nostra imbarcazione è performante con venti sopra i 12 nodi e qui stiamo soffrendo non poco. Abbiamo un occhio attento all’entrata in gioco dello scarto (con il completamento di 7 prove viene scartato il risultato peggiore di giornata per il calcolo delle classifiche, ndr), che spariglierà indubbiamente le carte».

Cesare Bressan, armatore Airis:«La nostra presenza a questo Mondiale è una sfida e la barca si sta comportando molto bene, nonostante sia ottimizzata per vento intorno ai 10 nodi. Fino alla fine sarà una dura battaglia con i Mumm 30. Noi ci troviamo in una posizione molto particolare: dobbiamo dare costantemente il massimo in ogni momento della regata, perché il compenso ci impone di vincere sempre»

CLASSIFICHE GENERALI PROVVISORIE

Classe A
SHERAA (Swan 42), Maurizio Poser, ITA
MASCALZONE LATINO (Cookson 50), Vincenzo Onorato, ITA
ALTAIR 3 (Scuderia 50), Sandro Paniccia, ITA
FRECCIA ROSSA (TP52), Vadim Yakimenko, RUS
AERONAUTICA MILITARE DUENDE (Vismara 46), Raffaele Giannetti, ITA
Classe B
NUBE (X-41), Diego Zanco, CRO
BEWILD (Swan 42), Renzo Grottesi, ITA
SELENE ALIFAX (Swan 42), Massimo De Campo, NED
HORUS TEMPUS FUGIT (M45), Nadia Canalaz, ITA
DIGITAL BRAVO (Swan 42), Alberto Franchi, ITA
Classe C
MUMMY ONE – LAB MET (Farr 30), Alessio Querin, ITA
SEASE (Farr 30), Giacomo e Franco Loro Piana, ITA
KATARIINA II (Arcona 340), Aivar Tuulberg, EST
HANSEN (X-37), Michael Mollmann, DEN
LOW NOISE II (Italia 9.98 F), Giuseppe Giuffrè, ITA


06/07/2017 21:07:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Stazza J70, querelle infinita: lettera aperta di Carlo Alberini

"A pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate"

Davide Sampiero vince il titolo Nazionale Meteor Match Race 2017

A Castiglione del Lago sono scesi in acqua. per contendersi il titolo, ben sei tra i primi dieci classificati dell’ultimo Campionato Nazionale Meteor compreso Lorenzo Carloia neo campione Italiano assoluto e campione match race uscente

Mondiale J70: scintille tra Vincenzo Onorato e lo YCCS

Vincenzo Onorato abbandona il Mondiale J70 in polemica con lo Yacht Club Costa Smeralda

SAAR Depositi Portuali compie 85 anni

Il più grande polo logistico di olii alimentari nel Mediterraneo festeggia la sua storia e guarda al futuro con nuovi progetti

L' 11° Childrenwidcup dell’Abe

La regata dei sorrisi con i piccoli dell'ospedale dei reparti di onco-ematologia pediatrica del Civili di Brescia

YCCS: lettera aperta in risposta alle dichiarazioni di Mascalzone Latino

Il mio compito da quando il Commodoro Gianfranco Alberini mi ha chiamato a organizzare le regate dello Yacht Club Costa Smeralda 17 anni fa è sempre stato lo stesso, garantire a tutti i partecipanti lo stesso trattamento imparziale

Allo Yacht Club Porto Rotondo la Fideuram Cup

Dal 15 al 17 settembre, la sfida tra i manager dell’istituto bancario

Ferretti Group Cantiere dell'Anno 2017 ai World Yachts Trophies

Insieme al riconoscimento come miglior Cantiere, ecco i trionfi per le premiere appena lanciate sul mercato: Ferretti Yachts 780, Riva 56’ Rivale, CRN 74 m Cloud 9 e Custom Line Navetta 33

L’ Altura è la nuova sfida dell’Invernale di Riva di Traiano

Per gli equipaggi in doppio saranno possibili una o più regate d’altura verso Giglio/Giannutri che faranno parte integrante del Campionato Invernale 2017/2018

Ferretti Yachts 920: un big a Cannes

Frutto della collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto e Dipartimento Engineering Ferretti Group insieme a Studio Zuccon International Project, il nuovo gigante Ferretti Yachts - LOA 28,49 metri - ha una lunghezza scafo di 23,98 metri

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci