lunedí, 25 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

tp52    vele d'epoca    solidarietà    melges 20    regate    volvo ocean race    altura    mini 6.50    press    circoli velici   

FIV

Ultimo Consiglio Federale dell’anno per la FIV

ultimo consiglio federale dell 8217 anno per la fiv
redazione

Si è conclusa ieri a Genova, presso la sede della Federazione Italiana Vela, la due giorni di Consiglio Federale, l’ultimo del 2016 nonché il secondo del nuovo Consiglio presieduto da Francesco Ettorre. Numerose le questioni affrontate in questo importante appuntamento che ha chiuso un intenso anno per la FIV, a partire dall’approvazione delle nuove Normative che regolano tutta l’attività nazionale.
Per quanto riguarda l’attività agonistica di vertice, dopo aver raccolto tutte le indicazioni possibili una volta conclusi i Giochi Olimpici di Rio 2016, il Consiglio Federale, nell’impostare la nuova Normativa, ha posto la propria attenzione sulle carenze del passato, prevedendo un grande allargamento dei numeri alla base, la maggior presenza dello Staff Tecnico Olimpico sul territorio e la divisione del quadriennio olimpico in due step: da qui al 2018, periodo in cui non è prevista la presenza di una squadra e in cui si punterà ad una maggiore presenza sul territorio, e dal 2018 in poi, con i Campionati Mondiali unificati delle Classi Olimpiche di Aarhus, la preparazione degli atleti per le Olimpiadi e l’individuazione della Squadra Olimpica per Tokyo 2020. Da sottolineare che in questo periodo l’attività si è già concentrata in maniera massiccia sul territorio, con raduni, incontri e interventi dei Tecnici nazionali presso le società veliche affiliate, in modo da far crescere in maniera più ampia la base degli atleti e lo staff tecnico dei club
Per quanto concerne la Normativa che regola l’attività giovanile, invece, è stata rivista la composizione dei prossimi Campionati Nazionali Classi in Singolo e dei Campionati Nazionali Classi in Doppio (i primi in programma a Crotone, i secondi a Dervio) con l’ampliamento delle classi in regata fra cui il Kite che, essendo una Classe delle prossime Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires 2018, ha subito attirato una maggiore attenzione da parte del Consiglio Federale.
E’ stata infine approvata anche la Normativa sul tesseramento e in proposito è stato ufficializzato che non ci saranno incidenze dal punto di vista economico.
Come già avvenuto il mese scorso a Roma, al termine del Consiglio Federale il Presidente Francesco Ettorre si è intrattenuto con i rappresentanti della stampa giunti a Genova per l’occasione, manifestando chiaramente grande interesse per la nomina di un Ministro dello Sport nel nuovo Governo Gentiloni. “E’ una notizia positiva, ma quello che manca in generale in Italia è una cultura sportiva e in questo chiediamo sicuramente una maggiore attenzione da parte del governo”, ha spiegato Ettorre. “In particolare, se parliamo dello specifico della vela, manca una cultura del mare, che dovremmo avere con gli 8000 chilometri di costa che abbiamo. Noi abbiamo il problema di far capire che questa è una disciplina praticabile tutto l’anno e ancor più nelle scuole bisogna far capire che l’attività sportiva in genere ha una valenza per la salute e il benessere dei giovani. Un altro intento è rafforzare la nostra presenza nei tavoli tecnici ministeriali, in modo da far comprendere le problematiche che oggi ci coinvolgono: fra queste le tematiche legate agli aspetti fiscali, al demanio e al rapporto con le capitanerie da uniformare su tutto il territorio nazionale”. Il Presidente Ettorre è poi tornato sulla Normativa, evidenziando come l’idea di base sia strutturare l’attività in tre parti: mettere a disposizione del territorio le competenze del reparto tecnico federale, poi creare un settore di transizione che possa nel tempo avvicinarsi all’attività di alto livello e alla preparazione olimpica per rendere graduale il passaggio dall’uno all’altro, sia in termini di costi che di impegno dell’attività, e infine accedere, appunto, all’alto livello. In passato la parte di transizione era presente, ma in maniera marginale, con un passaggio all’alto livello solo su una valutazione dei risultati ottenuti a certi livelli, mentre con questa nuova impostazione il coinvolgimento del territorio sarà maggiore.
E’ stata infine ufficializzata la conferma della Direzione Tecnica anche per il quadriennio olimpico, sia il Direttore Tecnico Olimpico Michele Marchesini e sia Alessandra Sensini alla Direzione Tecnica Giovanile. “Oggi abbiamo definito una nuova Normativa e abbiamo confermato i due DT, ma stiamo anche finalizzando dei rapporti con dei tecnici di livello, ex atleti con palmares olimpici, che daranno quel qualcosa in più ad uno staff tecnico oggi di qualità, ma che ha bisogno di uno stimolo da parte di chi già porta al collo una medaglia olimpica e ha molta esperienza specifica”, ha spiegato il Presidente Ettorre. Che ha poi concluso: “Per il prossimo Consiglio Federale ci proponiamo di completare le Normative sulla scuola vela, che vogliamo profondamente rinnovare e che riteniamo meritino un maggiore approfondimento. Vogliamo portare un progetto che possa portare una cultura nuova, vogliamo porre maggiore attenzione su quella che è l’attività promozionale, così come sulle azioni di comunicazione e marketing, superando le limitazioni che abbiamo avuto sino ad oggi con una attività troppo autoreferenziale, anche con il nostro coinvolgimento in settori che fino ad oggi ci hanno coinvolto solo marginalmente”.
Dopo gli auguri per le imminenti feste, estesi alle società veliche affiliate e a tutti i tesserati FIV, il Presidente ha chiuso il Consiglio Federale dando appuntamento ai Consiglieri subito dopo l’Epifania, per una riunione che si svolgerà in via telematica. A seguire, per fine gennaio, è invece in programma un altro Consiglio Federale, per occasione congiunto con la Conferenza Territoriale.


17/12/2016 14:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Assegnati a Forio i titoli di Campione Italiano ORC 2018

Altair 3 di Sandro Paniccia conferma il suo titolo. Nel Gruppo B successo diExtrema, X35 di Andrea Bazzini

Joshua e Suhaili, ecco la Storia della Vela

Eccole, affiancate dopo 50 anni a Les Sables d'Olone, JOSHUA, la barca di Bernard Moitessier, e SUHAILI di Sir Robin Knox-Johnston

Italiano Altura: due prove con vento leggero nella seconda giornata ischitana

Nelle acque dell’isola verde si sono svolte due prove di giornata nonostante un vento debole e instabile che ha costretto il Comitato di Regata di rinviare la prima partenza di quasi due ore

MASBEDO a Manifesta 12 Palermo | altri due weekend per visitare l'installazione all'Archivio di Stato di Palermo

Sabato 23 e domenica 24, e sabato 30 giugno e domenica 1 luglio, dalle ore 10 alle ore 20 l'installazione site-specific Protocollo no. 90/6 (2018) del duo MASBEDO per Manifesta 12 sarà nuovamente fruibile all’interno dell’Archivio di Stato di Palermo

Kiel: Cesare Barabino oro nel Laser 4.7

Cesare Barabino dello Yacht Club di Olbia si aggiudica la medaglia d’oro nella classe Laser 4.7 distaccando il secondo classificato, l’olandese Paul Hameeteman di ben 41 punti ...

Forio d'Ischia: parte il Campionato Italiano Altura

Le acque dell’isola di Ischia faranno da palcoscenico alle sessantatré imbarcazioni, per un totale di oltre ottocento atleti che si daranno battaglia per quattro giorni sui due campi di regata al largo di Forio d’Ischia

La Serenissima celebra la tradizione con il VI Trofeo Principato di Monaco - Vele d'Epoca in Laguna

Per il quarto anno il Trofeo, seconda tappa della “Coppa A.I.V.E. dell’Adriatico” 2018, si rivolge alle imbarcazioni classiche ed è organizzato dallo Yacht Club Venezia

Volvo Ocean Race: tappa decisiva

E’ quella in cui veramente ci si gioca il titolo. La leg 11 partirà giovedì 21 giugno da Göteborg, in Svezia, diretta all’Aja nei Paesi Bassi e sarà una sfida totale per i primi tre team della classifica generale, MAPFRE, Team Brunel e Dongfeng Race Team

Grande successo per la 30+Trenta

Il percorso costiero prevede la partenza davanti al porto di Fiumicino con arrivo al molo della marina di Riva con attenzione alle secche di Capolinaro. Il ritorno percorso inverso con arrivo al traverso del molo verde di Fiumicino

Italiano Altura: dopo la prima giornata al comando Mela ed Extrema

Le imbarcazioni hanno portato a termine una prova nel corso di una giornata caratterizzata da bel tempo e vento debole intorno ai 7-8 nodi fino al pomeriggio

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci