domenica, 1 maggio 2016


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    desafio    extreme 40    isaf    melges32    vela olimpica    asso99    caorle    garda    giancarlo pedote    moth    marina militare    press    49er    ferreti group   

CINQUECENTO

Tutti i vincitori della 500 Thiénot Cup

tutti vincitori della 500 thi 233 not cup
redazione

Vela, Cinquecento Thienot Cup - Con l’arrivo dell’ultima imbarcazione, Helium dei fratelli Massimo e Marco Pieri giovedì 7 giugno alle 20.48.35, va in archivio la XXXVIII edizione della 500 Thiénot Cup, organizzata dal Circolo Nautico P. Santa Margherita di Caorle, in collaborazione con Marina 4, Balan, Paulaner, Techimpex, Orologio, Marina di Sant’Andrea, il patrocinio del Comune di Caorle, Provincia di Venezia e Regione Veneto. 

La lunga del CNSM, prima regata in doppio ideata in Italia nel 1974, regala molte emozioni sia nellaformula X2 “due uomini, una barca, un’impresa” sia in quella In Equipaggio e si conferma una regata impegnativa e tecnica grazie al percorso che tocca la costa istriana e il centro Adriatico.

Dei 26 iscritti sono arrivati in 19, un ottimo risultato dovuto al vento di scirocco che ha sospinto la flotta per oltre metà percorso, mentre la risalita è stata caratterizzata anche da qualche buco di vento e bonacce, specie a poche miglia dall’arrivo. 

I tempi compensati IRC assegnano per il secondo anno la vittoria Overall nella classe X2 a Vaquita, Class 40 degli austriaci Petter/Hanakamp, primi anche in tempo reale ad aver tagliato il traguardo di Porto Santa Margherita alle 16.55.00 di mercoledì 6 giugno, che si aggiudicano oltre al Jéroboam di Champagne Thiénot anche un microonde Techimpex per la barca.

Così all’arrivo Andreas Hanakamp “Regate d’altura brevi come la 500x2 sono estremamente difficili, non hai il tempo di organizzare una navigazione di routine perché il tratto da percorrere è troppo breve e la pressione è costante tutto il tempo. Quest'anno è stato fantastico perché non ci sono state lunghe bonacce, solo una breve transizione al secondo giorno di navigazione. Questa è stata probabilmente la fase più critica della regata e ha deciso la maggior parte di essa. La 500x2 è ancora l'evento velico migliore nell'Adriatico e saremo presenti di nuovo l'anno prossimo per provare a battere il record.”

“Abbiamo avuto una navigazione fantastica, con vento da 0 a 30 nodi e la barca ha veleggiato con velocità da 0 a 20 nodi” gli fa eco Cristof Petter, comandante di Vaquita che l’ha accompagnata al successo negli ultimi due anni, tra l’altro in due edizione dell’ARC.

"Vaquita è una rara specie di focena a rischio estinzione. Dalle Olimpiadi di Atene 2004 sono ambasciatore  della Whale and Dolphin Conservation Society. Come velista amo il mare e vedo com’è cambiato negli ultimi tre decenni, quindi voglio aiutare a preservarlo.” conclude Hanakamp.

Vaquita vince anche in IRCX2 classe 1 davanti a Rosa di Mare di Juris/Rinaldo, mentre la prima e seconda posizione della classe IRCX2 è appannaggio di due equipaggi croati: primo Match Point di Damir/Miljenko, secondo Ultra Figaro di Tomasevic/Delic. Al terzo posto i triestini Crisitiano Gomiselli e Nazareno Bait sul Cookson 12Silver Age, partiti in sordina e protagonisti di una regata molto aggressiva dal passaggio alle Tremiti in su.

La classe 3 IRCX2 è appannaggio di tre equipaggi non professionisti ma molto preparati e determinati. Il primo posto (e secondo Overall X2) va al trevigiano Roberto Mattiuzzo in coppia con Tiziano Favaro, tra i protagonisti anche alla 200 Lombardini Cup, secondo per l’inedita coppia formata dal triestino Marcello Queirolo con il Responsabile Altura CNSM Paolo Favaro e terzo per Paolo Striuli e Gianluca Collo su Black Angel.

La vittoria in IRC Equipaggio va a Mario Mantegazza e al suo gruppo esperto su X-Sea Io RegatoxEmma, che ha commentato così il risultato: “Siamo partiti molto decisi a terminare la regata al meglio delle nostre possibilità. Abbiamo regatato per Emma, con il desiderio di vincere per lei, sperando che questo sia di buon auspicio per l’importante battaglia che deve compiere contro l’atassia di Friedriech”.

Seconda piazza per l’Hanse 545 Horus di Stefano Cavallo, vincitore anche della Line Honour e terza posizione per Highlander, G.S. 37 del bolognese Alessandro Pontillo.

La vittoria in compensato nella classe Multiscafi è andata ai tedeschi Plathner/Kellner su Hikari, vincitori anche alla 200 Lombardini Cup, seconda piazza per i conterranei Gies/Betti su Bananas 3, vincitori anche della Line Honour.

Le premiazioni si terranno domani sabato 9 giugno alle ore 19.30 unitamente a quelle della 200 Lombardini Cup in Piazza Matteotti a Caorle.

Per l’occasione interverranno Cino Ricci, il Vice Sindaco del Comune di Caorle Sabrina Teso, i rappresentanti cittadini della Guardia di Finanza, della Guardia Costiera, della Polizia Municipale, dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri e della Protezione Civile, che esporranno anche i propri mezzi dal primo pomeriggio e saranno a disposizione dei regatanti e dei turisti per dare informazioni.

Nel sito www.lacinquecento.com sono on-line le classifiche complete.


08/06/2012 23:46:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Est 105: in tempo reale vince Paolo Montefusco su Idrusa

Seconda a tagliare il traguardo Buena Vista di Luigi Pannarale (CUS Bari) e terza Verve Camer di Greco Giuseppe (I.T.N. “A.Vespucci” Gallipoli)

Prima edizione del Trofeo Alberto Depaolini

Una prima edizione condizionata dal maltempo con il forte vento di maestrale che ha portato all'annullamento della prima prova prevista per domenica 24 aprile e ridotto i concorrenti per la regata di lunedì 25 aprile

Giancarlo Pedote: il Vendée Globe passa dai Moth

Da oltre 15m2 a poco più di 2m2; da oltre 4 tonnellate di peso, a soli 30 kg. Il sorprendente 2016 di Giancarlo Pedote: il debutto nell’International Moth Class (IMCA).

Est 105, Indigo si impone in overall

A INDIGO la coppa dell'XI Edizione della regata internazionale di vela d’altura EST 105 Bari - Bocche di Cattaro che ha percorso 111 miglia con un tempo di 14:10:34.

La Duecento fa il pieno di barche

70 barche iscritte ad una settimana dal via, segno di una vela d'altura che rinasce e ritrova consensi e investimenti

Campionato Italiano Offshore: in doppio Lunatika non ha rivali

La Lunga Bolina: in equipaggio vince Globulo Rosso, in doppio Lunatika di Stefano Chiarotti

Palermo: in acqua per la IV edizione di "Una Vela Senza Esclusi"

Si è aperta ieri, 29 Aprile 2016, la quarta edizione di Una Vela Senza Esclusi evento sportivo e sociale diventato ormai un must per la Sezione Palermo Centro della Lega Navale Italiana

Inquinamento Genova: per la Guardia Costiera la situazione migliora

Sono presenti tre piccole chiazze al largo del tratto litoraneo tra Arenzano e Cogoleto (GE) delle dimensioni di circa 600 metri ciascuna per non più di 100 metri di larghezza

Grande successo per lo Scarlino Team Race

Sei team, provenienti da quattro diverse nazioni, si sono affrontati a Marina di Scarlino. Sono stati disputati due round robin e mezzo, con la vittoria del Dutch Match & Team Racing Association (DMTRA), capitanato da Dirk-Jan Korpershoek

Kingii, la boa da polso che ti salva la vita

Kingii Wearable è il più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo, ma quando ci si trova in difficoltà in acqua può fare una grande differenza

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci