mercoledí, 23 aprile 2014


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

garda    este 24    rc44    windsurf    vela olimpica    press    circoli velici    regate    rolex china sea race    420    idec    pasquavela    meteo    transat ag2r    altura   

CINQUECENTO

Tutti i vincitori della 500 Thiénot Cup

tutti vincitori della 500 thi 233 not cup
redazione

Vela, Cinquecento Thienot Cup - Con l’arrivo dell’ultima imbarcazione, Helium dei fratelli Massimo e Marco Pieri giovedì 7 giugno alle 20.48.35, va in archivio la XXXVIII edizione della 500 Thiénot Cup, organizzata dal Circolo Nautico P. Santa Margherita di Caorle, in collaborazione con Marina 4, Balan, Paulaner, Techimpex, Orologio, Marina di Sant’Andrea, il patrocinio del Comune di Caorle, Provincia di Venezia e Regione Veneto. 

La lunga del CNSM, prima regata in doppio ideata in Italia nel 1974, regala molte emozioni sia nellaformula X2 “due uomini, una barca, un’impresa” sia in quella In Equipaggio e si conferma una regata impegnativa e tecnica grazie al percorso che tocca la costa istriana e il centro Adriatico.

Dei 26 iscritti sono arrivati in 19, un ottimo risultato dovuto al vento di scirocco che ha sospinto la flotta per oltre metà percorso, mentre la risalita è stata caratterizzata anche da qualche buco di vento e bonacce, specie a poche miglia dall’arrivo. 

I tempi compensati IRC assegnano per il secondo anno la vittoria Overall nella classe X2 a Vaquita, Class 40 degli austriaci Petter/Hanakamp, primi anche in tempo reale ad aver tagliato il traguardo di Porto Santa Margherita alle 16.55.00 di mercoledì 6 giugno, che si aggiudicano oltre al Jéroboam di Champagne Thiénot anche un microonde Techimpex per la barca.

Così all’arrivo Andreas Hanakamp “Regate d’altura brevi come la 500x2 sono estremamente difficili, non hai il tempo di organizzare una navigazione di routine perché il tratto da percorrere è troppo breve e la pressione è costante tutto il tempo. Quest'anno è stato fantastico perché non ci sono state lunghe bonacce, solo una breve transizione al secondo giorno di navigazione. Questa è stata probabilmente la fase più critica della regata e ha deciso la maggior parte di essa. La 500x2 è ancora l'evento velico migliore nell'Adriatico e saremo presenti di nuovo l'anno prossimo per provare a battere il record.”

“Abbiamo avuto una navigazione fantastica, con vento da 0 a 30 nodi e la barca ha veleggiato con velocità da 0 a 20 nodi” gli fa eco Cristof Petter, comandante di Vaquita che l’ha accompagnata al successo negli ultimi due anni, tra l’altro in due edizione dell’ARC.

"Vaquita è una rara specie di focena a rischio estinzione. Dalle Olimpiadi di Atene 2004 sono ambasciatore  della Whale and Dolphin Conservation Society. Come velista amo il mare e vedo com’è cambiato negli ultimi tre decenni, quindi voglio aiutare a preservarlo.” conclude Hanakamp.

Vaquita vince anche in IRCX2 classe 1 davanti a Rosa di Mare di Juris/Rinaldo, mentre la prima e seconda posizione della classe IRCX2 è appannaggio di due equipaggi croati: primo Match Point di Damir/Miljenko, secondo Ultra Figaro di Tomasevic/Delic. Al terzo posto i triestini Crisitiano Gomiselli e Nazareno Bait sul Cookson 12Silver Age, partiti in sordina e protagonisti di una regata molto aggressiva dal passaggio alle Tremiti in su.

La classe 3 IRCX2 è appannaggio di tre equipaggi non professionisti ma molto preparati e determinati. Il primo posto (e secondo Overall X2) va al trevigiano Roberto Mattiuzzo in coppia con Tiziano Favaro, tra i protagonisti anche alla 200 Lombardini Cup, secondo per l’inedita coppia formata dal triestino Marcello Queirolo con il Responsabile Altura CNSM Paolo Favaro e terzo per Paolo Striuli e Gianluca Collo su Black Angel.

La vittoria in IRC Equipaggio va a Mario Mantegazza e al suo gruppo esperto su X-Sea Io RegatoxEmma, che ha commentato così il risultato: “Siamo partiti molto decisi a terminare la regata al meglio delle nostre possibilità. Abbiamo regatato per Emma, con il desiderio di vincere per lei, sperando che questo sia di buon auspicio per l’importante battaglia che deve compiere contro l’atassia di Friedriech”.

Seconda piazza per l’Hanse 545 Horus di Stefano Cavallo, vincitore anche della Line Honour e terza posizione per Highlander, G.S. 37 del bolognese Alessandro Pontillo.

La vittoria in compensato nella classe Multiscafi è andata ai tedeschi Plathner/Kellner su Hikari, vincitori anche alla 200 Lombardini Cup, seconda piazza per i conterranei Gies/Betti su Bananas 3, vincitori anche della Line Honour.

Le premiazioni si terranno domani sabato 9 giugno alle ore 19.30 unitamente a quelle della 200 Lombardini Cup in Piazza Matteotti a Caorle.

Per l’occasione interverranno Cino Ricci, il Vice Sindaco del Comune di Caorle Sabrina Teso, i rappresentanti cittadini della Guardia di Finanza, della Guardia Costiera, della Polizia Municipale, dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri e della Protezione Civile, che esporranno anche i propri mezzi dal primo pomeriggio e saranno a disposizione dei regatanti e dei turisti per dare informazioni.

Nel sito www.lacinquecento.com sono on-line le classifiche complete.


08/06/2012 23.46.00 © riproduzione riservata







I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Rolex China Sea Race: vince Ragamuffin

Il 90 piedi di Syd Fischer ha dominato questa edizione fin dalla partenza da Hong Kong e ha terminato la gara in 57 ore 31 minuti e 18 secondi

Pasquavela: Vanitè, Muzyka 2, Vulcano, Low Noise e La Superba i vincitori

L'ultimo giorno di regate, caratterizzato da venti sui 12 nodi di intensità che sono andati poi a diminuire nel corso della giornata, ha consentito di disputare 2 prove sia per le classi d'Altura che per i J24 - ph. J.R. Taylor

Rolex China, vince Neil Pryde:"In vita mia non ho mai navigato, ho sempre gareggiato"

Sabato mattina, Hi Fi è stata la terza barca a completare il percorso di 565 miglia da Hong Kong a Subic Bay, nelle Filippine, dopo una intensa competizione con il TP 52 lo statunitense Lucky - ph. K. Arrigo/Rolex

GP Italia, Mini 6.50: nei serie si impone Marina Militare

Andrea Pendibene e Giovanna Valsecchi su ITA520MM chiudono, primi della Classe Serie, il Grand Prix d’Italie. Un altro risultato eccezionale per lo skipper della Marina Militare e la sua co-skipper, in lotta per il titolo italiano.

RC44: Bombarda Racing a Cascais con la novità Kostecki

Bombarda Racing si presenterà all'appuntamento di Cascais forte di un equipaggio in parte rinnovato. A bordo di ITA-42 saliranno il tattico John Kostecki e il prodiere Paolo Bassani

Nasce Cerevisia, il Primo Festival delle birre artigianali del Trentino

Il 6,17 e 18 maggio 2014 incontri, degustazioni, tavole rotonde e laboratori per conoscere al meglio la birra e il suo mondo al Palanaunia di Fondo

Concluso lo Stintino Funboard Event

Verso le 13 Eolo ha inziato a soffiare con la sufficiente intensità (tra i 12 e i 16 nodi) da Libeccio e si è dato così il via alle danze delle batterie dei regatanti - ph. Roberto Pintus

L'Italia domina al 32° meeting del Garda Optimist

Davide Duchi - atleta della Fraglia Vela Riva - vince il 32° Meeting del Garda Optimist. Tra i cadetti conquista il gradino più alto del podio Francesco Novelli

FLASH - GP Italia: Zambelli/Bona nei Proto Pendibene/Valsecchi nei Serie

Al Gran Prix d'Italia Mini 6.50 hanno tagliato il traguardo per primi in tempo reale Michele Zambelli e Alberto Bona (788 proto)

Hyeres: un acuto della Tartaglini nella prima giornata di regate

Oltre a Flavia Tartaglini (una vittoria su tre regate), sono andati discretamente anche Filippo Baldassarri e Giulia Conti e Francesca Clapcich