mercoledí, 23 gennaio 2019

PRESS

Turismo - Abano Terme: Ermitage Bel Air, terme classiche di charmT

turismo abano terme ermitage bel air terme classiche di charmt
Roberto Imbastaro

Le mode passano, il classico resiste. E talvolta… torna persino di moda. E lo storico Ermitage Bel Air Medical Hotel di Abano Terme ci crede. Parliamo di terme, un classico che affonda le sue radici nella storia dell’antica Roma, maestra di civiltà e di buon vivere. Da allora le terme sono sempre state sinonimo di benessere e di salute. Ed è proprio dai tempi dei Romani che le Terme Euganee, in provincia di Padova, sono luogo privilegiato per ritemprare corpo e spirito. Con il fango autentico talismano di salute, le cui virtù terapeutiche sono esclusivamente naturali, avendo origine dall’acqua calda termale  (che sgorga naturalmente ed ecologicamente dalle sorgenti interne all’Ermitage a ben 84 gradie dal fango estratto dal vicino laghetto di Arquà Petrarca. L’acqua lo arricchisce durante la stagionatura nelle vasche e gli attribuisce un potente potere antinfiammatorio, ideale per prevenire e combattere i reumatismi, le malattie articolari e l’osteoporosi. 

 

L’Ermitage Bel Air ripropone quindi le Terme classiche come concetto di vacanza tutta salute e relax con profonde radici nella tradizione e nella cultura italiane, rinnovando quello che nell’immaginario collettivo è sempre stato un valore. Dai Romani alla Belle Epoque, nel secolo scorso, quando un soggiorno alle terme è sempre stato anche sinonimo di salutari passeggiate, eleganza e buoni salotti. Terme classiche significa recuperare il valore dei trattamenti al fango, i bagni in acqua termale, i massaggi muscolari di tradizione greco-romana, l’alimentazione gustosa e salutare. Insomma salute e benessere autenticamente italiani, che fa riappropriare gli ospiti dell’hotel di un patrimonio storico e culturale che continua ad essere incredibilmente attuale, funzionale ed efficacie. 

 

L’Italia è la nazione con la più grande ricchezza termale naturale in Europa e il bacino termale euganeo è il più importante del continente. E’ geloso custode della cultura che per prima ha scoperto i benefici del Salus per Aquam (da cui il termine SPA), con apporti significativi anche da parte della Facoltà di Medicina dell’Università di Padova, tra le più antiche al mondo, che ne ha avvalorato le proprietà salutari e terapeutiche. Il patrimonio termale euganeo da sempre è al centro dell’attività dell’Ermitage Bel Air sia in termini di relax, che di prevenzione e riabilitazione medica. Le cure termali possono integrare o sostituire molti trattamenti farmacologici, e sono rimborsabili dal Servizio Sanitario Nazionale. Il periodo migliore per farle è da settembre in poi.

 

L’Hotel Ermitage Bel Air - con le sue 3 sorgenti e il Reparto termale, il Centro medico di medicina fisica, la Spa, le grandi piscine d’acqua calda interna ed esterna, le palestre, il grande parco -  propone vari programmi di cura e soggiorno per far scoprire i benefici e i piaceri delle terme.  Il Programma Termale Dolce, ad esempio, è l’ideale per la cura naturale di dolori ed infiammazioni osteo-articolari: una ritemprante settimana tutto compreso, con visita medica inziale, fanghibagni termalimassaggi di reazione post fangoterapialibero accesso alle piscine termali e ai corsi di Stretching Pilates e Aqua-Gym. Il tutto con il corollario di un’alimentazione sana, gustosa e calibrata, con la possibilità di seguire, volendo, anche un regime detox o vegano (a partire da 850 €, o da 1.580 € per un soggiorno di 7 o 15 giorni trattamenti inclusi).

 


27/08/2018 14:31:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Otranto: IV regata "Più Vela per Tutti"

Il campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ continua a singhiozzo per via del meteo che regala sempre condizioni estreme, bufere di vento o calma piatta

Invernale Riva di Traiano: pioggia e vento per due belle regate

Tevere Remo Mon Ile continua a dominare la classe Regata, mentre Malandrina non lascia spazio a nessun rivale in Crociera

Spindrift 2 partito per il Jules Verne Trophy

Per conquistare il Jules Verne Trophy devono tagliare il traguardo entro il 26 febbraio alle 11h 16h 16m 57sec UTC per battere il record, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio, di 40 giorni 23h 30m 30s.

Un mistero dietro il naufragio agli scogli della Meloria?

La Guardia Costiera indaga perché non convinta delle spiegazioni dello skipper francese. Imperizia o traffici illeciti?

Riva di Traiano: domenica riparte l'invernale

Nella classe regina, la Regata IRC, è Tevere Remo-Mon Ile la barca da battere

Ferretti Group protagonista al Boot 2019

Inizio d’anno sfavillante per Ferretti Group e le sue incredibili novità, svelate per la prima volta al BOOT, il più importante appuntamento nautico della stagione invernale, in programma a Düsseldorf dal 19 al 27 gennaio

FIV: stage Nacra 15 a Cagliari dal 7 al 10 febbraio

Il settore giovanile della Federazione Italiana Vela ha programmato, in collaborazione con la III Zona, a Cagliari presso il Windsurfing Club Cagliari, per i giorni 7-10 febbraio uno Stage per la classe Nacra 15

Trofeo Jules Verne: per Spindrift è record all'Equatore

Inizia bene il tentativo di Spindrift 2 di conquistare il Trofeo Jules Verne con un primo passaggio record all’Equatore, attraversato oggi 21 gennaio alle 07h45 UTC

Campionato invernale di Napoli, domenica il Trofeo Martinelli

Quinto appuntamento con il Campionato Invernale di vela d’altura del Golfo di Napoli, edizione 2018-19, la 48 esima della rassegna velica partenopea

La Fremm “Carlo Margottini” in missione nell’Oceano Indiano

Il 17 gennaio, la Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carlo Margottini è partita dalla base navale di La Spezia, per iniziare una campagna navale che la vedrà impegnata in Oceano Indiano, Medio Oriente e Mare Arabico

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci