venerdí, 23 febbraio 2018

MELGES 32

Tavatuy porta in Russia il titolo di Campione del Mondo Melges 32 2017

tavatuy porta in russia il titolo di campione del mondo melges 32 2017
redazione

Il nuovo Campione del Mondo Melges 32 è TAVATUY dell’armatore e timoniere Pavel Kuznetsov (con Eugeny Neugodnikov alle scelte tattiche) che porta il più importante Trofeo della Classe Melges 32, per la prima volta, in Russia.
TAVATUY conquista il titolo iridato dopo aver guidato il Melges 32 Boero World Championship dalla prima alla decima e ultima prova del programma, meritando senza discussioni un titolo che premia la solidità di questo equipaggio che non ha mostrato alcun timore reverenziale e alcuna debolezza di fronte a una flotta pronta a tutto per salire sul tetto del mondo.
Fino all’ultimo il Melges 32 Boero World Championship 2017 è stato tenuto aperto dal Campione Europeo in carica TORPYONE di Edoardo Lupi e Massimo Pessina (con Lorenzo Bressani alla tattica) che, prima dell’ultima prova, partiva a soli due punti di distacco dal leader. Di fatto la prova decisiva si trasformava in un vero e proprio match race e, già dalla partenza (sotto bandiera uniform), TAVATUY risolveva il duello a proprio favore spingendo TORPYONE di un paio di secondi fuori dalla linea di partenza. Mossa che estrometteva automaticamente dalla rincorsa al titolo mondiale l’equipaggio azzurro che doveva così accontentarsi dell’argento (per la seconda volta nella propria carriera dopo il titolo di vicecampione del mondo di Miami 2014).
Alle spalle della sfida a due per il titolo l’ultima giornata del Mondiale ha visto una vera e propria battaglia per l’ultimo gradino del podio disponibile. La spunta all’ultimo prova il team italiano del veterano FRA MARTINA dei fratelli Edoardo e Vanni Pavesio (Manuel Weiler alla tattica), che mettono in fila rispettivamente il monegasco G.SPOT di Giangiacomo Serena di Lapigio (con Branko Brcin) e il tedesco LA PERICOLOSA di Christian Schwoerer (Nick Asher).
Proprio G.SPOT ha comunque modo di gioire per il trionfo nella prima edizione della Melges World League, il circuito di 5 tappe di cui l’evento organizzato dal Circolo Nautico e della Vela Argentario rappresentava il quinto e ultimo appuntamento.
Se alla Russia va il titolo assoluto l’Italia oltre all’argento e bronzo può sorridere anche per il Mondiale conquistato nella divisione corinthian da VITAMINA di Francesco Graziani.
Il commento di Pavel Kuznetsov nuovo Campione del Mondo Melges 32  - “ Dopo quattro anni di grande vela e divertimento in questa splendida classe monotipo e dopo aver risalito centimetro dopo centimetro la gerarchia della flotta con un grande lavoro da parte di tutto il team, possiamo alzare al cielo il Trofeo più bello ed importante della nostra carriera. Sono orgoglioso di essere riuscito a portare per la prima volta il titolo iridato in Russia, un Paese che ama profondamente la vela e che non smette di mietere successi non solo in questa Classe. Non partivamo con i favori del pronostico e proprio il fatto di non avere tutta la pressione sulle nostre spalle ci ha permesso di ingranare la marcia giusta fin dalla prima prova. Nel corso del Mondiale, vedendo la nostra velocità, scelte tattiche e cattiveria agonistica abbiamo capito che il grande risultato era sempre più alla nostra portata e oggi vogliamo solo festeggiare questo enorme successo che ci ripaga di tutto l’impegno messo incessantemente sui campi di regata Melges 32 sin dal nostro esordio”.
Francesco Graziani, Campione del Mondo corinthian  - “Abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo prefissati ad inizio stagione. Tutto ciò è stato possibile grazie al grande lavoro di squadra del nostro equipaggio che regata con il migliore spirito, fatto di amicizia e sacrificio l’uno per l’altro. È stato un Campionato durissimo nella nostra divisione perché fino a stamane partivamo a pari punti con i nostri connazionali di CAIPIRINHA e questo dimostra il fascino di questa Classe anche nella divisione corinthian che, nella prossima stagione, vedrà l’arrivo di altri nuovi team.”
Alessandra Sensini, oro olimpico e vice Presidente CONI a margine della cerimonia di premiazione - "Il Melges 32 è una delle classi tecnicamente più interessanti della vela d'altura e sono contenta che abbia scelto la mia terra, la Toscana, e il Circolo Nautico e della Vela Argentario, che ha fatto la storia della vela italiana, per disputare il Mondiale 2017"
Giangiacomo Serena di Lapigio, Presidente Melges 32 International Class Association - " Da presidente della Classe Melges 32 e da vice Presidente del circolo organizzatore, sono molto soddisfatto della serie di regate, combattute fino all'ultimo minuto. Sono anche grato al Comitato di Regata che è riuscito a farci disputare tutte e dieci le prove previste, con il gradimento di tutti i partecipanti. Da competitor avrei preferito chiudere sul podio di questo Mondiale, ma sono comunque soddisfatto di aver vinto la Melges 32 World League, ovvero l' intero circuito dell'anno".


27/08/2017 12:53:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La X-Yachts Med Cup 2018

L'evento che coniugherà un week end di regate a momenti di socializzazione tra armatori, si svolgerà nel golfo del Tigullio, a Chiavari nei giorni 18-20 Maggio

Wine: Prosecco e Chianti star sul web

Kristina Isso a Londra con la sua Prosecco House e Sting in Toscana hanno catalizzato l'attenzione sul web in questa settimana. Cordoglio per la morte di Bruno Giacosa, storico produttore di Barolo e Barbaresco. Due vini foggiani premiati in Giappone

Nasce Seatec Academy, un centro di formazione per ingegneri e architetti nautici

In programma dal 5 al 7 aprile, IMM CarraraFiere lancia Seatec Academy un’offerta formativa rivolta ai professionisti della nautica da diporto che necessitino di CFP, Crediti Formativi Professionali

De Magistris: “Nauticsud, bilancio positivo per l’economia del mare”

63mila presenze e trend positivo di vendite, il resoconto del 45° salone nautico di Napoli. Nauticsud Award 2018 per le aziende: Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

Gommoni a gas e con tecnologia Foil il progetto di Coastal Boat e Newtak

Le due importanti innovazioni emerse, che potrebbero rivoluzionare il settore della nautica, sono HEB (Hybrid Ecological Boat) e FRB (Foil Rubber Boat).

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Rinviata causa allerta meteo la ripresa del Memorial Pirini

È al comando il vincitore delle ultime due edizioni, Kismet, armato da Francesca Focardi e timonato da Dario Luciani, battente bandiera del circolo ospitante

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci