sabato, 20 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

match race    vele d'epoca    kite    vela    melges 32    cnsm    circoli velici    campionati invernali    veleziana    star    vela paralimpica    ambiente    melges 24    porti    invernali    soldini   

SUZUKI

Suzuki annuncia i risultati finanziari del secondo trimestre 2017 (da aprile 2017 a settembre 2017)

Il fatturato netto consolidato di questo secondo trimestre (da aprile 2017 a settembre 2017) registra una crescita di 332,1 miliardi di Yen (22,2% - 2,7 miliardi di Euro) in rapporto al pari periodo del precedente anno fiscale, per un totale di 1.831,1 miliardi di Yen (14,9 miliardi di Euro). Il fatturato netto sul mercato interno giapponese è aumentato di 34,8 miliardi di Yen (7,0% - 283 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 531,4 miliardi di Yen (4,3 miliardi di Euro), principalmente grazie a un incremento delle vendite nel segmento delle minicar.
Il fatturato netto estero è cresciuto di 297,3 miliardi di Yen (29,7% - 2,4 miliardi di Euro) rispetto allo scorso anno e si attesta a 1.299,7 miliardi di Yen (10,6 miliardi di Euro), in virtù di una crescita nelle vendite di automobili e motocicli in vari mercati, quali l’India e l’Europa.
In termini di utili consolidati, l’utile operativo è aumentato di 57,4 miliardi di Yen (467 milioni di Euro) (49,7%) rispetto all’anno precedente, arrivando a 172,9 miliardi di Yen (1,4 miliardi di Euro), principalmente per effetto dei maggiori profitti registrati in Giappone, In Asia e in Europa. L’utile della gestione ordinaria è incrementato di 65,1 miliardi di Yen (53,4% - 529 milioni di Euro) e ammonta così a 186,9 miliardi di Yen (1,5 miliardi di Yen). L’utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo è aumentato di 4,3 miliardi di Yen (35 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente (4,3%), raggiungendo i 104,2 miliardi di Yen (847 milioni di Yen).
I dividendi in contanti corrisposti durante l’esercizio aumenteranno di 8 Yen (0,065 Euro) per azione rispetto alle precedenti previsioni, portandosi a 30 Yen (0,244 Euro) per ogni azione (i precedenti dividendi semestrali erano di 17 Yen - 0,138 Euro - per azione), dal momento che i risultati del secondo trimestre hanno superato le previsioni fatte all’inizio dell’anno fiscale. I dividendi che verranno erogati alla chiusura raggiungeranno i 30 Yen (0,244 Euro).
2 – Risultati operativi consolidati per settore di attività
Nel comparto auto, il fatturato netto relativo al mercato automobilistico interno giapponese è aumentato rispetto all’anno precedente soprattutto in virtù del contributo portato alle vendite dai nuovi modelli, come la WagonR e la Swift, che sono state lanciate nel corso dello scorso anno fiscale.
Nel confronto anno su anno, il fatturato netto sui mercati stranieri è aumentato in particolare grazie alla crescita delle vendite in mercati quali l’India e l’Europa. Di conseguenza, il fatturato netto del settore auto è aumentato di 301,4 miliardi di Yen (22,0% - 2,45 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente, arrivando a 1.669,1 miliardi di Yen (13,6 miliardi di Euro).
L’utile operativo è cresciuto di 53,1 miliardi di Yen (48,5% - 431,7 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente fino ai 162,4 miliardi di Yen (1,3 miliardi di Euro), principalmente in virtù dell’aumento dei profitti registrati in Giappone, In Asia e in Europa.
Nel settore motociclistico, il fatturato netto è aumentato di 27,8 miliardi di Yen (28,8% - 226 milioni di Euro) toccando i 124,4 miliardi di Yen (1,01 miliardi di Euro), grazie all’apporto della nuova supersportiva GSX-R1000 su scala globale e della sportiva GSX-R150 nei mercati emergenti. La perdita operativa di 0,7 miliardi di Yen (5,7 milioni di Euro) registrata nello stesso periodo dello scorso anno fiscale si è trasformata in un utile di 3,7 miliardi di Yen (30,1 milioni di Euro).
Nel comparto Marine e nelle restanti attività di Suzuki Motor Corporation il fatturato netto è cresciuto di 2,9 miliardi di Yen (8,4% - 23,6 milioni di Euro) rispetto al primo semestre dell’anno fiscale 2016, raggiungendo i 37,6 miliardi di Yen (305,7 milioni di Euro), per merito soprattutto dell’incremento nelle esportazioni dei motori fuoribordo in Europa. L’utile operativo è diminuito di 0,1 miliardi di Yen (813 mila Euro) rispetto allo scorso anno, fermandosi a 6,8 miliardi di Yen (55,3 milioni di Euro), principalmente a causa di un aumento delle spese varie.
Per quanto concerne l’utile operativo per aree geografiche, il Giappone, l’Europa, l’Asia e le altre aree hanno tutti fatto registrare aumenti sia nelle vendite sia negli utili.

3 – Previsione risultati operativi consolidati per l’intero anno fiscale
Per quanto riguarda le previsioni per i risultati operativi consolidati, alla luce dei risultati di questo secondo trimestre e tenendo conto di dati quali le unità vendute e i tassi di cambio sulle valute straniere, l’Azienda ha apportato le seguenti revisioni. Il Gruppo lavorerà all'unisono per riformarsi in ogni settore e perseguire le attività di business, al fine di ottenere risultati migliori di quelli nelle previsioni sotto riportate relative ai risultati operativi consolidati.

Previsioni dei risultati operativi consolidati per l'intero anno fiscale:

Fatturato netto:
3.600 miliardi di Yen (+13,6% rispetto all’anno precedente – 29,3 miliardi di Euro, con una crescita di 200 miliardi di Yen – 1.6 miliardi di Euro – rispetto alle precedenti previsioni)

Utile operativo:
300 miliardi di Yen (+12,5% rispetto all’anno precedente – 2,44 milioni di Euro, con una crescita di 60 miliardi di Yen – 488 milioni di Euro - alle precedenti previsioni)

Utile della gestione ordinaria:
320 miliardi di Yen (+11,6% rispetto all’anno precedente – 2,6 milioni di Euro, con una crescita di 65 miliardi di Yen – 528 milioni di Euro - alle precedenti previsioni)

Utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo:
180 miliardi di Yen (+12,5% rispetto all’anno precedente – 1,5 miliardi di Euro, con una crescita di 35 miliardi di Yen – 284 milioni di Euro - alle precedenti previsioni).

Tassi di cambio:
¥ 123/Euro
¥ 111/Dollaro USA
¥ 1,70/Rupia Indiana
¥ 0,85/100 Rupie Indonesiane
¥ 3,19/Baht Tailandese


03/11/2017 14:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Barcolana: nella lotta tra ex la spunta Morning Glory (Spirit of Portopiccolo)

Vince Spirit of Portopiccolo, ovvero l'ex Morning Glory costruita nel 2006, davanti a CQS Tempus Fugit, ex Nicorette un 29,76 metri del 2004 e all'ex Maxi Iena Way of Live

Elements Race: Cagliari ospiterà la 3a edizione

Dopo le prime edizioni organizzate nell'Arcipelago della Maddalena, la manifestazione che unisce Vela e Off Road si sposta nel Sud della Sardegna, a Cagliari, con nuove rotte e a bordo dei GIRO 34

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Muore Ian Kiernan, l'uomo della "Mission Impossible" di pulire il Mondo

E’ morto a 78 anni portato via da un cancro un grande uomo, Ian Kiernan, velista ed ecologista, che si era dato il compito di “pulire il mondo”

Parte domenica l'Autunnale Peloritano

Prende il via domenica 21 il Campionato Autunnale Peloritano al Marina di Capo d'Orlando che riapre le sue braccia, ovvero le su banchine, ai velisti dopo il successo del Vela Cup del mese scorso

Una "Mare e Monti" per Giovanni Soldini

Giovanni Soldini e l'alpinista Hervé Barmasse faranno insieme una serie di traversate e di scalate con lo scopo di confrontare due mondi così diversi.

Garda: il Trofeo dell'Odio a Diavolasso

“Diavolasso” della scuderia velica “Ac&e-Sicurplanet” con lo skipper veronese Andrea Farina (Cn Brenzone) ha vinto la 66° edizione e del Trofeo dell’Odio, classica autunnale del Circolo Vela Gargnano.

Caorle: la stagione della vela chiude con La Cinquanta

Il 27 e 28 ottobre ultimo appuntamento con l’altura a Caorle

Viareggio, arriva in porto la flotta delle vele d’epoca

Oltre 60 barche a vela d’epoca e circa 500 membri di equipaggio stanno convergendo a Viareggio dove dal 18 al 21 ottobre si svolgerà la XIV edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Melges 32 a Cagliari per giocarsi il Mondiale

Diciotto i team al via in rappresentanza di 8 Nazioni (Russia, Germania, Giappone, Norvegia, Principato di Monaco, Svizzera, Polonia, Italia) per un Campionato del Mondo assolutamemte aperto

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci