sabato, 18 novembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

surf    clima    j24    melges 40    volvo ocean race    protagonist    disabili    riva    nautica    windsurf    attualità    guardia costiera    mare   

SUZUKI

Suzuki annuncia i risultati finanziari del secondo trimestre 2017 (da aprile 2017 a settembre 2017)

Il fatturato netto consolidato di questo secondo trimestre (da aprile 2017 a settembre 2017) registra una crescita di 332,1 miliardi di Yen (22,2% - 2,7 miliardi di Euro) in rapporto al pari periodo del precedente anno fiscale, per un totale di 1.831,1 miliardi di Yen (14,9 miliardi di Euro). Il fatturato netto sul mercato interno giapponese è aumentato di 34,8 miliardi di Yen (7,0% - 283 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 531,4 miliardi di Yen (4,3 miliardi di Euro), principalmente grazie a un incremento delle vendite nel segmento delle minicar.
Il fatturato netto estero è cresciuto di 297,3 miliardi di Yen (29,7% - 2,4 miliardi di Euro) rispetto allo scorso anno e si attesta a 1.299,7 miliardi di Yen (10,6 miliardi di Euro), in virtù di una crescita nelle vendite di automobili e motocicli in vari mercati, quali l’India e l’Europa.
In termini di utili consolidati, l’utile operativo è aumentato di 57,4 miliardi di Yen (467 milioni di Euro) (49,7%) rispetto all’anno precedente, arrivando a 172,9 miliardi di Yen (1,4 miliardi di Euro), principalmente per effetto dei maggiori profitti registrati in Giappone, In Asia e in Europa. L’utile della gestione ordinaria è incrementato di 65,1 miliardi di Yen (53,4% - 529 milioni di Euro) e ammonta così a 186,9 miliardi di Yen (1,5 miliardi di Yen). L’utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo è aumentato di 4,3 miliardi di Yen (35 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente (4,3%), raggiungendo i 104,2 miliardi di Yen (847 milioni di Yen).
I dividendi in contanti corrisposti durante l’esercizio aumenteranno di 8 Yen (0,065 Euro) per azione rispetto alle precedenti previsioni, portandosi a 30 Yen (0,244 Euro) per ogni azione (i precedenti dividendi semestrali erano di 17 Yen - 0,138 Euro - per azione), dal momento che i risultati del secondo trimestre hanno superato le previsioni fatte all’inizio dell’anno fiscale. I dividendi che verranno erogati alla chiusura raggiungeranno i 30 Yen (0,244 Euro).
2 – Risultati operativi consolidati per settore di attività
Nel comparto auto, il fatturato netto relativo al mercato automobilistico interno giapponese è aumentato rispetto all’anno precedente soprattutto in virtù del contributo portato alle vendite dai nuovi modelli, come la WagonR e la Swift, che sono state lanciate nel corso dello scorso anno fiscale.
Nel confronto anno su anno, il fatturato netto sui mercati stranieri è aumentato in particolare grazie alla crescita delle vendite in mercati quali l’India e l’Europa. Di conseguenza, il fatturato netto del settore auto è aumentato di 301,4 miliardi di Yen (22,0% - 2,45 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente, arrivando a 1.669,1 miliardi di Yen (13,6 miliardi di Euro).
L’utile operativo è cresciuto di 53,1 miliardi di Yen (48,5% - 431,7 milioni di Euro) rispetto all’anno precedente fino ai 162,4 miliardi di Yen (1,3 miliardi di Euro), principalmente in virtù dell’aumento dei profitti registrati in Giappone, In Asia e in Europa.
Nel settore motociclistico, il fatturato netto è aumentato di 27,8 miliardi di Yen (28,8% - 226 milioni di Euro) toccando i 124,4 miliardi di Yen (1,01 miliardi di Euro), grazie all’apporto della nuova supersportiva GSX-R1000 su scala globale e della sportiva GSX-R150 nei mercati emergenti. La perdita operativa di 0,7 miliardi di Yen (5,7 milioni di Euro) registrata nello stesso periodo dello scorso anno fiscale si è trasformata in un utile di 3,7 miliardi di Yen (30,1 milioni di Euro).
Nel comparto Marine e nelle restanti attività di Suzuki Motor Corporation il fatturato netto è cresciuto di 2,9 miliardi di Yen (8,4% - 23,6 milioni di Euro) rispetto al primo semestre dell’anno fiscale 2016, raggiungendo i 37,6 miliardi di Yen (305,7 milioni di Euro), per merito soprattutto dell’incremento nelle esportazioni dei motori fuoribordo in Europa. L’utile operativo è diminuito di 0,1 miliardi di Yen (813 mila Euro) rispetto allo scorso anno, fermandosi a 6,8 miliardi di Yen (55,3 milioni di Euro), principalmente a causa di un aumento delle spese varie.
Per quanto concerne l’utile operativo per aree geografiche, il Giappone, l’Europa, l’Asia e le altre aree hanno tutti fatto registrare aumenti sia nelle vendite sia negli utili.

3 – Previsione risultati operativi consolidati per l’intero anno fiscale
Per quanto riguarda le previsioni per i risultati operativi consolidati, alla luce dei risultati di questo secondo trimestre e tenendo conto di dati quali le unità vendute e i tassi di cambio sulle valute straniere, l’Azienda ha apportato le seguenti revisioni. Il Gruppo lavorerà all'unisono per riformarsi in ogni settore e perseguire le attività di business, al fine di ottenere risultati migliori di quelli nelle previsioni sotto riportate relative ai risultati operativi consolidati.

Previsioni dei risultati operativi consolidati per l'intero anno fiscale:

Fatturato netto:
3.600 miliardi di Yen (+13,6% rispetto all’anno precedente – 29,3 miliardi di Euro, con una crescita di 200 miliardi di Yen – 1.6 miliardi di Euro – rispetto alle precedenti previsioni)

Utile operativo:
300 miliardi di Yen (+12,5% rispetto all’anno precedente – 2,44 milioni di Euro, con una crescita di 60 miliardi di Yen – 488 milioni di Euro - alle precedenti previsioni)

Utile della gestione ordinaria:
320 miliardi di Yen (+11,6% rispetto all’anno precedente – 2,6 milioni di Euro, con una crescita di 65 miliardi di Yen – 528 milioni di Euro - alle precedenti previsioni)

Utile netto attribuibile agli azionisti della capogruppo:
180 miliardi di Yen (+12,5% rispetto all’anno precedente – 1,5 miliardi di Euro, con una crescita di 35 miliardi di Yen – 284 milioni di Euro - alle precedenti previsioni).

Tassi di cambio:
¥ 123/Euro
¥ 111/Dollaro USA
¥ 1,70/Rupia Indiana
¥ 0,85/100 Rupie Indonesiane
¥ 3,19/Baht Tailandese


03/11/2017 14:48:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Ad Otranto la III regata "Piu' Vela per Tutti"

In onore di Lele Coluccia, grande uomo di mare

"Caccia ai pirati somali” il libro di Gualtiero Mattesi

L’Ammiraglio Mattesi, Comandante del gruppo di 5 navi sotto insegne NATO nell’operazione «Ocean Shields», ha spiegato che i pirati attuali, altro non sono che criminali senza scrupoli

Marina Cala de’ Medici, riprendono i lavori in diga foranea per l’allungamento della berma sommersa

Stamani l’incontro in Porto della 4ª Commissione Consiliare del Comune di Rosignano M.mo col Prof. Aminti per l’aggiornamento sullo stato lavori

Transat Jacques Vabre: strambata involontaria per Giancarlo Pedote

Inizio di regata movimentata per Fabrice Amedeo e Giancarlo Pedote, che però reagiscono cercando di recuperare una posizione, miglio dopo miglio

Volvo Ocean Race: incontri ravvicinati del tipo equatoriale

Per la prima volta dall’inizio della seconda tappa, sono meno di 50 le miglia che separano il leader dal settimo team, la flotta si è compattata e le calme equatoriali stanno rispettando la loro fama

FVG Marinas: il 2017 si chiude con un +30% di transiti

Rete FVG Marinas Network: è tempo di bilanci. 30% in più di transiti nei Marina del Friuli Venezia Giulia nella stagione turistica

Montura presenta la linea Keep Sailing

Linea di abbigliamento destinato alla nautica e all'agonismo velico ricca di soluzioni innovative e realizzata con tecnologie applicate per la prima volta nel mondo della vela

La vela d’altura protagonista a Viareggio per la chiusura della stagione agonistica del Club Nautico Versilia

La tradizionale manifestazione è stata affiancata da una graditissima novità che invitava i regatanti a raccontare, attraverso immagini fotografiche, tutte le fasi della regata, il proprio equipaggio, la propria barca o le imbarcazioni avversarie

Transat Jacques Vabre: vittoria e record per Sodebò

Thomas Coville e Jean Luc Nélias hanno tagliato il traguardo della 13ma Transat Jacques Vabre vincendo nella categoria Ultimes davanti a Sebastien Josse e Thomas Rouxel

Nauta firma il Tender 48’ dei cantieri Maxi Dolphin di Erbusco

Nasce come progetto di imbarcazione veloce da appoggio e connessione per un superyacht di maggiori dimensioni; è dotata di un bottazzo continuo e morbido di protezione che agevola l’appoggio alla barca “madre”

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci