domenica, 25 febbraio 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    reale yacht club canottieri savoia    ucina    perini    press    volvo ocean race    soldini    saetec    altura    nautica    crn    radar    mascalzone latino    giovanni soldini    pesca    marevivo   

MELGES 40

Stig di Alessandro Rombelli firma la Prima Giornata di Regata del Melges 40

stig di alessandro rombelli firma la prima giornata di regata del melges
redazione

La storia del Melges 40 Grand Prix è iniziata quest’oggi sul campo di regata dello Yacht Club Costa Smeralda alle ore 15.20 quando, dopo aver atteso che il vento da 120 gradi di direzione si stendesse, è stato dato il colpo di cannone della prima prova.
Tutti i team hanno iniziato immediatamente, sin dallo schieramento sulla linea di partenza, a sfruttare il “turbo” di cui dispone il Melges 40, ossia la canting keel che, unitamente al doppio timone, ha impressionato per i numeri che offre all’imbacazione sia in velocità di percorrenza che in accelerazione.
Subito è stata battaglia con STIG di Alessandro Rombelli (Jordi Calafat nell’afterguard) che mette la prua davanti a tutti al primo giro di boa, seguito a pochi metri dallo svedese INGA di Richard Goransson (Vasco Vascotto alla tattica), dal monegasco SYNERGY GT di Valentin Zavadnikov (con Ed Baird) e da NIGHTSHIFT di Hannes Waimer (Gordon Maguire). Oltre alle scelte tattiche è tutto il lavoro (perfetto) dell’equipaggio di Rombelli a fare la differenza, non lasciando spazio alcuno al rientro degli avversari. Per STIG quindi la grande soddisfazione nell’iscrivere il proprio nome nella storia del Melges 40 Grand Prix quale vincitore della prima prova di sempre. 
STIG è il team più a proprio agio nelle odierne condizioni di vento (molto leggero mai oltre i 7 nodi) e quello che sa sfruttare al meglio l’intero “arsenale” messo a disposizione dal Melges 40. Nella seconda prova sono ancora gli uomini di Rombelli ad imporsi dopo una regata condotta sempre davanti a tutti, lasciandosi alle spalle nell'ordine SYNERGY, INGA e NIGHTSHIFT
 
Il commento dei protagonisti al rientro in banchina:

Alessandro Rombelli – “Non vedevamo l’ora di regatare con questo nuovo one design e siamo più che soddisfatti di quanto visto e vissuto quest’oggi sul campo di regata: certamente la nostra prestazione con due vittorie di giornata ci riempie di orgoglio, ma la felicità è data anche dall’aver riscontrato, in regata, le impressionanti prestazioni di questa barca il cui reale potenziale è ancora tutto da esplorare”. 
Ed Baird tattico di Synergy GT di Valentin Zavadnikov – “Un gran divertimento quest’oggi! Una barca leggera, veloce e con una forte accelerazione. Regatare nel Melges 40 Grand Prix è un gioco nuovo, in cui tutti i team dovranno imparare a sfruttare al meglio e il prima possibile ogni singolo dettaglio della propria imbarcazione per poter spingere l'intero "pacchetto" al limite. Il Melges 40 mi ha realmente impressionato per i propri numeri, per ora con aria leggera. Noi ovviamente vogliamo essere i più veloci ad apprendere tutti i segreti di questo one design da regata".
 
La classifica generale dopo due prove del Melges 40 Grand Prix Event 1 – Porto Cervo.
ITA 4 STIG - Alessandro Rombelli (1,1) pt. 2
MON 3 SYNERGY GT – Valentin Zavadnikov (3,2) pt. 5
SWE 2 INGA – Richard Goransson (2,3) pt. 5
UAE 1 NIGHTSHIFT – Hannes Waimer (4,4) pt. 8


16/06/2017 19:41:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70: arrivati nella Manica

L’arrivo a Londra è previsto domani verso le 11 UTC

Volvo Ocean Race: donne al comando

La skipper britannica Dee Caffari e il suo giovane team (tra cui c'è Francesca Clapcich) si stanno preparando a guidare la flotta nella zona della seconda barriera corallina più grande del pianeta

La lunga stagione velica dei "Protagonist" sul Lago di Garda

Un calendario agonistico ricco e variegato dunque, con molte conferme e importanti novità. Alle tradizionali regate suddivise tra i circuiti Sailing Series, Long Distance e Campionato Nazionale, si aggiunge il Trofeo Protagonist nella sua prima edizione

VOR: Turn the Tide on Plastic prende il comando

Il giovane equipaggio di Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich, ha preso il comando della Leg 6 della Volvo Ocean Race, quando mancano meno di 1.500 miglia ad Auckland

Invernale West Liguria: vittoria per MC SEAWONDER

Seguito al 2° posto da ANGE TRASPARENT II di Valter Pizzoli (Yacht Club Monaco) e Terzo Classificato CRISTIANA TI. di Emilio Milanino (Yacht Club Aregai)

Soldini e Maserati a 1.000 miglia dall'arrivo

Ultime 1000 miglia per Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70. L’arrivo a Londra è previsto nella mattinata di venerdì 23 febbraio

Record per il Nauticsud: in crescita del 13% i visitatori

Trend positivo di vendite per la 45.ma edizione. Award 2018 a Nautica Salpa, Coastal boat e Rivellini design ed ai giornalisti Antonino Pane (Il Mattin) e Sandro Donato Grosso (Sky)

Invernale Riva di Traiano: un week end che vale doppio

Si regaterà sabato e domenica per il recupero delle prove perse questo inverno. Iniziano a crescere le iscrizioni alla Roma per 1/2/Tutti

Volvo Ocean Race: alla ricerca del vento

La flotta della Volvo Ocean Race sta affrontando altre ore di navigazione difficile, essendo entrata in pieno in una ampissima zona di aria leggera

Consegnato il “Premio Perini Navi” nei Premi di Laurea del Comitato Leonardo

Ad aggiudicarsi il premio è stato il progetto denominato “Soluzioni tecnologiche innovative per un diporto ecosostenibile integrate nel design di un sailing luxury yacht” a cura di Giuseppe Sorrenti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci