sabato, 18 gennaio 2020

AMBIENTE

Si conclude allo YC Italiano il periplo di Pelaschier per la salvaguardia del mare

si conclude allo yc italiano il periplo di pelaschier per la salvaguardia del mare
Roberto Imbastaro

Con l’arrivo a Genova di Crivizza e il suo skipper, si conclude la prima fase del progetto della One Ocean Foundation per testimoniare il rispetto degli ecosistemi marini. Partito da Trieste lo scorso 29 giugno a bordo di Crivizza, sloop in legno del 1966, Mauro Pelaschier in 12 tappe ha toccato altrettanti club ove si è fatto ambasciatore dei valori fondanti della cultura e del rispetto dell’ambiente marino.
Il giro d’Italia si è concluso in occasione del Salone Nautico e della regata Millevele cui Mauro Pelaschier non ha mancato di partecipare. La tappa finale è prevista infine sulla terraferma, a Milano in ottobre, in occasione del Milano Expo Educational, voluto dal CONI e supportato dalla FIV.
Ad accogliere Crivizza e il suo equipaggio, provenienti dalla penultima tappa di Punta Ala, molti Soci del Club che hanno festeggiato l’aggiunta al gran pavese dell’ultimo guidone, ovvero quello dello Yacht Club Italiano che fin dalla presentazione della Charta Smeralda, ne ha sposato i valori e i principi.
Per celebrare l’impresa di Mauro Pelaschier, nella sede dello YCI è stata organizzata una serata per illustrare gli scopi e i risultati raggiunti da questo primo periplo.
A fare gli onori di casa, dalle 18:30 di domenica, ci saranno il Presidente dello Yacht Club Italiano Nicolò Reggio assieme al Commodoro dello Yacht Club Costa Smeralda, Riccardo Bonadeo. In rappresentanza delle Istituzioni saranno presenti il Sindaco di Genova Marco Bucci, l’Ammiraglio Pierpaolo Ribuffo, Comandante della Accademia Navale di Livorno e il Contrammiraglio Luigi Sinapi, direttore dell’Istituto Idrografico della Marina Militare.
Durante la serata Nicoletta Viziano, Presidente del Mu.MA e Riccardo Bonadeo, Vicepresidente esecutivo della One Ocean Foundation, annunceranno ai presenti la collaborazione delle due Istituzioni all'insegna della tutela del mare, attraverso il mutuo riconoscimento della Carta del Mare e della Charta Smeralda.
A chiudere l’Intervento di Rosella Bertolotto, responsabile dell’Unità Tecnica Complessa Regionale dell’Arpal sul tema del monitoraggio delle microplastiche in mare.

La Carta del Mare
Nata nel 2009 da un progetto del Mu.MA-Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, rappresenta uno strumento utile alla conoscenza di esperienze, all'individuazione di buone pratiche e alla creazione di una vera e propria rete di soggetti uniti dalla condivisione di valori ed esperienze connesse alla cultura del mare. 

La Fondazione One Ocean e la Charta Smeralda
La mission della Fondazione è quella di accelerare soluzioni riguardo l'inquinamento marino ispirando leader internazionali, promuovendo la Blue Economy e diffondendo la cultura di sostenibilità e preservazione dell'ambiente marino. La Fondazione si propone di diventare una piattaforma che possa riunire e consolidare tutte le realtà che operano in varie parti del mondo a favore della tutela dei mari. La Charta Smeralda è un codice etico per condividere principi e azioni a tutela dei mari, rivolto tanto ai singoli quanto alle organizzazioni.

 


22/09/2018 18:41:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Fiumicino: un'ottima giornata per Mart d'Este

Massimo Pettirossi: “Abbiamo avuto un fine settimana davvero ‘a gonfie vele’, iniziato con l’incontro di approfondimento organizzato sabato scorso al circolo, che ha avuto ancora una volta un gran seguito”

Cape2Rio: Soldini e Maserati passano al comando della corsa

Maserati naviga su una rotta più a Sud rispetto a LoveWater, su cui è in vantaggio. Le condizioni meteo si fanno dure con vento debole e ulteriormente in calo. Il Team italiano punta a uscire dalle calme il prima possibile

Cape2Rio: Soldini e Maserati recuperano su LoveWater

Mossa tattica di Giovanni che ha tagliato una strambata e recuperato metà dello svantaggio

Vennvind presente a Boot Düsseldorf con le novità della linea d’abbigliamento per il diporto nautico

Vennivind, la nuova linea di abbigliamento per regatanti e diportisti, non poteva mancare alla più importante fiera del settore nautico, quella di Boot Düsseldorf dal 18 al 26 gennaio 2020

Otranto: prima regata del 2020 per l'Invernale

Si è svolta domenica la prima regata dell’anno, la quinta del campionato invernale ‘Più Vela Per Tutti’ alla sua undicesima edizione

Ripreso l'Invernale di Marina di Loano

Due giornate con vento leggero e bel tempo hanno accolto i partecipanti alle prime regate del 2020 del Campionato Invernale di Marina di Loano

Cape2Rio: partiti Soldini e Maserati

Giovanni Soldini e Maserati Multi 70 sono partiti per la 16a edizione della Cape2Rio. Soldini: «La barca è pronta e l’equipaggio è super rodato, ce la metteremo tutta!»

Invernale Argentario: domina l'M37 Iemanja di Piero De Pirro

Domenica 12 gennaio si è disputata la sesta giornata del XII Campionato Invernale di Porto Santo Stefano, evento al quale sono iscritte 22 imbarcazioni

Il Gel Laser di Desenzano è di Mattia Pagani

Prima regata sul lago di Garda per il 2020 con la tappa del circuito Gel Laser

West Liguria: prime regate del 2020

E’ iniziata sabato 11 gennaio la terza tappa del trentaseiesimo Campionato Invernale West Liguria, ovvero l’ “Inverno in regata”, organizzato dallo Yacht Club Sanremo, sempre supportato dal Comune di Sanremo

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci