giovedí, 16 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

rs feva    420    fiv    attualità    les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    circoli velici    luna rossa    farr 40    vela olimpica    nacra 17    optimist    windsurf    press   

MAXI YACHT ROLEX CUP

Shirlaf sul podio dei Mini Maxi alla Rolex Cup

shirlaf sul podio dei mini maxi alla rolex cup
redazione

Lo Swan 65 Shirlaf, timonato da Giuseppe Puttini, coadiuvato alla tattica da Pierluigi Fornelli, fino a ieri sera leader della sua classe (Mini Maxi Racer Cruiser 2) cede il primato solo nell'ultima giornata di regate della Maxi Yacht Rolex Cup, disputata da lunedì 4 a sabato 9 settembre a Porto Cervo, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda.
Nella quinta regata costiera del programma generale (giovedì 7 è stata riservata una giornata di riposo) il Red Devil Sailing Team non trova le condizioni meteo favorevoli e scivola su un quinto posto che, dopo gli ottimi due primi e due secondi posti non gli consentono di conservare la leadership. Proprio chi lo seguiva in classifica, il Vallicelli 80 H2O di Riccardo De Michele, è riuscito a strappargli la vittoria grazie a un primo posto di giornata.
L'ultima prova della Maxi Yacht Rolex Cup si è disputata su un percorso di 18 miglia che ha visto i concorrenti passare la secca dei Monaci, navigare a nord di Caprera e della Maddalena, lasciare poi sulla sinistra l'isola di Santo Stefano e tagliare il traguardo a Capo d'Orso. La regata si sarebbe dovuta concludere davanti a Porto Cervo dopo 25 miglia di navigazione, ma il Comitato di Regata ha ridotto il percorso per via di un prolungato calo di vento.
Arrivederci al 2018, magari con un raggruppamento di "barche classiche"
Shirlaf chiude quindi la Maxi Yacht Rolex Cup con 6 punti, contro i 5 di H20. Terza classificata Lunz Am Meer, Swan 651 di Marietta Grafin Strasoldo, con 11 punti. "Sono felice per il secondo posto, ma ho un po' di amaro in bocca nel vedere che due primi e due secondi posti di giornata, ovvero quattro ottimi piazzamenti nell'arco di cinque prove, non sono stati sufficienti a garantirci la vittoria", ha dichiarato Giuseppe Puttini al termine della Maxi Yacht Rolex Cup. "Il prossimo anno saremo ancora qui, con la speranza che gli organizzatori creino un raggruppamento di barche classiche. Noi, ma anche altri, ce la siamo dovuta vedere con barche un po' troppo diverse dalla nostra, come misure e tipologia. Sarebbe bello per tutti vedere raggruppamenti più omogenei".
Le dichiarazioni del navigatore Giuseppe Montella
"L'equipaggio ha regatato molto bene tutta la settimana, ma oggi tutti noi non siamo stati perfetti", ha dichiarato il navigatore di Shirlaf Giuseppe Montella. "Dopo tutto, appena il Comitato di Regata ha annunciato il percorso della regata costiera, abbiamo capito che per noi sarebbe stato difficile trovare il passo per difendere il primo posto. Il meteo ha rispettato le nostre previsioni, con un vento da nord-ovest in calo che ha poi lasciato il posto al vento da sud-est. Una transizione totalmente in contro tempo con il nostro passo che ci ha costretto a navigare spesso di bolina con poca aria e fronteggiare pure un momento di bonaccia nell'attesa del cambio di direzione del vento".
Giuseppe Montella ha voluto complimentarsi con il tattico Pierluigi Fornelli, che di solito nel Red Devil Sailing Team ricopre il ruolo di randista. "Solo alla vigilia del campionato gli è stato dato il compito di dedicarsi alla tattica di regata e si è fatto trovare assolutamente pronto e preparato. Ha svolto un ottimo lavoro".
Per la Maxi Yacht Rolex Cup era stato convocato alla tattica Branko Brcin che, però, proprio all'ultimo momento si è tirato indietro cogliendo di sorpresa il team, comunque abile a trovare immediatamente una valida soluzione alternativa.
L'equipaggio di Shirlaf alla Maxi Yacht Rolex Cup 2017
Giuseppe Puttini (timoniere), Pierluigi Fornelli (tattico), Giuseppe Montella (navigatore), Pietro Moschini, Vincenzo Race, Zio Vinz, Davide Innocenti, Stefano Selo, Danilo Margiotta, Mario Noto, Giovanni Scala (comandante), Giovanni Buono, Marzio Dotti, Nicolò, Francesco Izzo, Fabio Montefusco


09/09/2017 19:06:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 650, SAS: Ambrogio Beccaria domina tra i Serie

Ecco la sua prima intervista una volta a terra. Il milanese, ha vinto entrambe le tappe e ha conquistato il titolo di Campione di Francia di Course au Large

Caorle, "Festa del Pesce": una sfida a colpi di sarde

La Festa del Pesce - A settembre l’evento culinario più tradizionale di Caorle (VE)

Mondiali Aarhus: Carolina Albano qualifica l'Italia nel Laser Radial a Tokyo 2020

L’Italia conquista oggi ad Aarhus la terza qualifica per le Olimpiadi di Tokyo 2020! Si tratta del Laser Radial e a compiere l’impresa è stata la giovane Laserista triestina Carolina Albano (CV Muggia) non ancora ventenne

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Tokio 2020: altre 3 qualifiche per l'Italia ai mondiali di Aarhus

L’Italia è qualificata alle Olimpiadi di Tokyo 2020 anche nelle classi RS:X maschile, RS:X femminile con Marta Maggetti e il Nacra 17 con Ruggero Tita e Caterina Banti

Techno 293: 3 volte Campioni del mondo con Speciale, Graciotti e Renna

Mondiale da incorniciare per gli azzurri quello appena conclusosi a Liepāja in Lettonia.

Iniziati a Newport i mondiali classe 420

In rappresentanza dell’Italia nella classifica Open con 73 iscritti provenienti da 15 nazioni abbiamo 7 equipaggi:

Benetti vara lo "Spectre", nuovo omaggio a James Bond

Lo scafo, concepito dallo studio olandese Mulder Design, punta a ottenere prestazioni straordinarie per yacht di queste dimensioni e dispone della nuova tecnologia Ride Control di Naiad Dynamics

Gargnano festeggia l'argento di Waink e Gambarin

Ferragosto di festa al Circolo Vela Gargnano-lago di Garda grazie a Michelle Waink e Claudia Gambarin, vice campionesse d'Europa 29Er alle regate disputate sul mare finlandese di Helsinki

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci