giovedí, 26 aprile 2018

NAUTICA

Seconda edizione della Italian Yacht Design Conference

seconda edizione della italian yacht design conference
redazione

L’Aula Castiglioni del Politecnico di Milano è uno dei templi della architettura nazionale, intitolata a uno studio che ha scritto la storia del design, quello dei fratelli Livio Piergiacomo e Achille, il più giovane e il più conosciuto. Sarà in questa sede la seconda edizione della Italian Yacht Design Conference, un evento che ha riscosso successo non solo presso gli studenti della materia ma anche presso gli industriali i designer affermati e i giornalisti. Una giornata di lavoro per discutere del design dedicato alle imbarcazioni da diporto che in questi anni sta cercando una nuova identità e cerca ossigeno e ispirazione guardando a quanto avviene per l’architettura classica. Gli spazi si evolvono soprattutto nel settore delle grandi barche, dove  dimensioni  e funzioni stanno cambiando con  le modalità della vita a bordo. Sullo sfondo resta un quesito importante: la barca è ancora uno strumento per vivere il mare? Quale identità avrà quando questo processo di trasformazione sarà completo? Il coordinamento scientifico sarà del professor Andrea Ratti, uno dei docenti che in Italia si occupano con maggiore intensità della formazione di designer nautici e del giornalista Antonio Vettese.
“Il tema delle contaminazioni intersettoriali ha sempre costituito per la pratica del design un terreno di ricerca e sperimentazione estremamente fertile – dichiara il prof Andrea Ratti  - nel design degli interni il confronto tra la connotazione estetica, funzionale e simbolica di spazi abitativi di terra e spazi in movimento, ossia tra le condizioni imposte dallo “stare” o dal navigare, ha storicamente offerto stimoli per tradurre segni e linguaggi. Indagare tra casa e barca quale possa essere il confine tra sperimentazione e coerenza è questione molto stimolante e contemporanea e in questa riflessione il confronto tra generazioni di professionisti e imprenditori da un lato e giovani talenti in formazione ritengo sia fondamentale ed è forse questo il vero motore che anima la Conference”.
La giornata di lavoro è resa possibile dalla collaborazione di Boero YachtCoatings e si anuncia  intensa con  un panel di docenti, designer e industriali di particolare valenza.  Le sessioni previste sono due, mattino e pomeriggio. La prima vive con il titolo "Contaminazioni, il confine casa-barca" e sarà l'occasione per discutere di come le grandi firme  siano sempre più richieste per generare idee. Un movimento di opinione che talvolta porta forti novità ma che ha un contrario che si traduce una rinuncia a una grammatica funzionale tradizionale ed estetica senza un vero risultato in contenuti. Interverranno al mattino l'architetto Sergio Buttiglieri che lavora per Sanlorenzo, l'architetto Piero Lissoni che da anni interviene nello yachting, Lamberto Tacoli CEO di Perini Navi, Federico Lantero del Gruppo Azimut Benetti, Federico Peruccio di Monte Carlo Yachts un marchio che è partito da zero e ha dovuto creare una firma riconoscibile e Paola Siniramed Trifirò armatrice di Ribelle una imbarcazione dirompente per gli interni realizzati con la firma di Remì Tessier, e infine l'imprenditrice Barbara Amerio di Amer Yachts.
Il tema dei lavori del pomeriggio sarà  "Nuove identità per il prodotto nautico" aprirà i lavori Carlo Nuvolari di Nuvolari&Lenard, ci saranno poi la designer Ivana Porfiri che si è dedicata agli interni di molti grandi yachts,  ​il progettista ​Umberto Felci autore di apprezzate imbarcazioni di serie e a contatto con il grande pubblico, Majiana Radovic e Marco Bonelli di M2Atelier, Andrea Vallicelli docente e progettista, Giovanni Ceccarelli presidente di As.Pro.Na.Di. Aldo Parisotto di ParisottoFormenton​  armatore e progettista di barche, e infine Vittorio Garroni Carbonara, docente storico dell’Università di Genova e avanguardia della formazione specifica per il diporto. 
Gli organizzatori ringraziano per il patrocinio e la collaborazione UCINA Confindustra Nautica, Nautica Italiana, Assocompositi, As.Pro.Na.Di, Atena.


24/11/2017 18:19:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Francesca e Giovanna, facce da Mini

La Marina Militare e l'Aeronautica militare hanno affidato i loro colori a due ottime veliste come Giovanna Valsecchi e Francesca Komatar

Luise Group: nuovi uffici a Portofino, Viareggio, Capri e Castellammare di Stabia

Il viaggio partito da Napoli nel 1847 della famiglia Luise continua dunque nei porti più importanti al mondo, con l'apertura di nuovi uffici e creando addirittura a Napoli nuovi dipartimenti tecnici

“Una Vela Senza Esclusi” diventa una tappa del progetto Sailing For Health

Tante le novità di questa edizione, a partire dalla flotta che accanto alle Azzurre 600 vedrà sfidarsi anche le nuove Hansa 303, imbarcazioni affidate dal Panathlon Club Palermo alla L.N.I. e finalizzate alla formazione atletica dei ragazzi diversabili

A Brenzone i monotipi d'acqua dolce

Nella flotta dei Dolphin vince proprio il detentore del titolo tricolore, "Fantastica" della sorelle Navoni della Fraglia Desenzano, scafo condotto da Davide Bianchini (Canottieri Garda) con ben 4 primi posti su 6 manche

VOR: Scallywag è arrivato, oggi la Itajaì In-Port Race

Scallywag è arrivato nel porto di Itajaì dopo un lungo viaggio dal Cile, e affronta una corsa contro il tempo per poter prendere parte alla ottava tappa. Gli altri sei team invece si preparano per la Itajaí In-Port Race di oggi

La Settimana Velica Internazionale Accademia Navale e Città di Livorno 2018”

600 imbarcazioni, 1000 regatanti e 9 circoli velici impegnati in 15 classi di regate

Ieri Norwegian Cruise Line ha preso in consegna la Norwegian Bliss

La nuova nave di Norwegian Cruise Line debutta in Europa prima di iniziare il suo tour inaugurale intorno agli Stati Uniti. La cerimonia ufficiale di battesimo si terrà a Seattle, nello Stato di Washington

La Regata dell'Accademia Navale

Alla gara, che sarà valida anche come tappa di qualificazione per la regata “Madeira Race 950”, possono partecipare le imbarcazioni d’altura Maxi, IRC/ORC e 9.50

Lab Boat: navigare con la scienza

Lunedì a Cagliari laboratori didattici per le scuole e seminari per il pubblico

Senza vento la Bolina è più Lunga

Difficoltà in partenza per la Lunga Bolina, che ha sofferto per un vento latitante per quasi tutto il percorso

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci