lunedí, 24 novembre 2014

REGATE

Sardinia Cup a Stelle e Strisce

sardinia cup stelle strisce
redazione

Vela, Sardinia Cup - Va agli Stati Uniti, per la terza volta nella storia, l'ambito Trofeo "Challenge" che viene assegnato con cadenza biennale dallo Yacht Club Costa Smeralda al team nazionale vincitore dell'Audi Sardinia Cup. Il Soto 40 Iberdrola Team e il TP52 Quantum Racing oggi hanno dato seguito alle loro ottime prestazioni di questi giorni con la quarta vittoria individuale su sette regate che sono state disputate. Secondo posto per l'Italia del Soto 40 Alegre e di Audi Azzurra Sailing Team, il TP52 che porta i colori dello YCCS; in terza posizione chiude invece la Gran Bretagna, rappresentata da Ngoni (Soto 40) e Gladiator (TP52).

Vento da est intorno ai 6/7 nodi per la regata a bastone di oggi, che ha visto Quantum Racing di Doug DeVos, timonato da Ed Baird, girare per primo il gate di poppa, dopo aver passato Paprec, e incrementare poi il suo vantaggio fino al traguardo. Hanno chiuso dietro di lui nell'ordine Paprec Recyclage e Gladiator. La classifica finale della classe TP52, per i quali la manifestazione è valida anche come tappa del circuito 52 Super Series, riconosce dunque il primo posto a Quantum, in seconda posizione il team italiano Azzurra, lo scafo di Alberto Roemmers timonato da Guillermo Parada e al terzo posto Gladiator con alla tattica Chris Larson, velista di Coppa America.

Stesse condizioni di vento e un percorso leggermente più breve per la classe Soto 40, guidata oggi da Iberdrola che ha tagliato il traguardo davanti ad Alegre e Ngoni. Alegre, lo scafo di Andres Soriano con alla tattica il neozelandese Chris Main, grazie alla buona prova di oggi si assicura il secondo posto della classifica finale dei Soto 40, in corsa anche per il Campionato Europeo della classe. Terzo classificato Bigamist di Pedro Mendonça, timonato da Afonso Domingos.

Durante la cerimonia di premiazione è stato consegnato anche un riconoscimento ai primi classificati di ogni classe con l'armatore al timone. Per la classe Soto 40 ha ritirato il premio Andres Soriano, armatore e timoniere di Alegre; vince nella classe TP52 il britannico Tony Langley, armatore e timoniere di Gladiator.

Ed Reynolds, coach di Quantum Racing è entusiasta della regata appena conclusa: "Ci sono stati alti e bassi, ma soprattutto questo è il posto più bello del mondo quindi è stato fantastico essere qui. Regatare in queste acque è una sfida continua, devi essere pronto a ogni tipo di condizione. Oggi è andata molto bene per noi, eravamo dietro di un punto e mezzo, dovevamo vincere a tutti costi e la squadra ha fatto tutto quello che doveva. È un'incredibile soddisfazione."

Antonio Piris Turner, tattico di Iberdrola Team è ugualmente soddisfatto: "La settimana è stata fantastica, c'è mancato un po' di vento, ma è stato ancora più bello vincere in condizioni estreme proprio perché era così leggero. Regatare a Porto Cervo è sempre un'esperienza speciale, c'è una splendida atmosfera e la Sardinia Cup è una regata che ha tanta storia perciò è un onore conquistarla."

Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS ringrazia per l'ottima riuscita dell'evento: "Queste due classi altamente competitive - i TP52, regolari frequentatori delle nostre acque, e I Soto 40 qui a regatare per la prima volta - hanno reso l'Audi Sardinia Cup un evento spettacolare. Un grazie va al Comitato di Regata per aver gestito bene queste sette regate in condizioni difficili e naturalmente un ringraziamento speciale ad Audi, il nostro title sponsor  e partner automobilistico ufficiale dello YCCS."

Si chiude qui quest'edizione dell'Audi Sardinia Cup, la manifestazione biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda fin dal 1978, ma il calendario delle regate 2012 continua ad essere ricco di appuntamenti. In programma da venerdì 22 giugno a domenica 24 la Coppa Europa Smeralda 888, a seguire da giovedì 28 giugno a domenica 01 luglio l'Audi Melges 32 European Championship.

 


17/06/2012 22.15.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

MSC Armonia: più lunga e più bella dopo la cura Fincantieri

I lavori hanno previsto l’inserimento al centro dello scafo della nave di un nuovo troncone, varato alla fine del mese di luglio, ottenendo in questo modo circa 200 nuove cabine

Route du Rhum: la ricetta di zia Anne per cucinare Andrea Mura

Anne Caseneuve è la terza donna a vincere questa difficile corsa in solitario dopo Florence Arthaud (24 anni fa) e Ellen MacArthur (12 anni fa)

Invernale Riva di Traiano: video colllisione Milu - Costellation

Riva di Traiano, 1a giornata del Campionato Invernale Trofeo Paolo Venanzangeli. Collisione Milu - Costellation

Guardia Costiera: il filmato dei salvataggi di oggi in acque libiche

Le segnalazioni sono giunte alla Centrale Operativa di Roma tramite telefonate satellitari che indicavano la presenza in acque S.A.R. libiche di 11 unità con a bordo migranti in difficoltà - il filmato dell'operazione

VOR: condizioni "orrende" nella prima notte di regata

Per rischio cicloni stabilita una ulteriore zona di esclusione alla navigazione nel tratto verso l'arcipelago delle Seychelles

Route du Rhum: Pedote rallenta e poi riparte

Un nuovo problema (risolto) per Giancarlo Pedote e Fantastica in corsa verso Guadalupe. Il racconto di Giancarlo Pedote dall'Oceano

Route du Rhum: avaria al sistema di comunicazione satellitare di Giancarlo Pedote

Il nuovo imprevisto rende più difficile per Giancarlo Pedote e il Class 40 Fantastica di Lanfranco Cirillo affrontare le ultime 350 miglia

(Dai team) VOR: il Team SCA si prepara per la partenza della seconda tappa

Allenamento fisico, riposo e corretta alimentazione per le ragazze del Team SCA, in preparazione alla navigazione da Città del Capo ad Abu Dhabi. Si parte mercoledì 19 novembre alle ore 18:00

Volvo Ocean Race: incontro ai cicloni

Domani i sette equipaggi partecipanti alla VOR prenderanno di nuovo il mare per la 2a tappa, da Città del Capo ad Abu Dhabi. E' stagione di cicloni nella zona, e le previsioni confermano che la seconda tappa sarà tutto tranne che semplice

Route du Rhum: ultime 100 miglia per Alessandro Di Benedetto

L'arcobaleno in Atlantico: così è la Route du Rhum vista dalla prospettiva di Alessandro Di Benedetto