giovedí, 18 dicembre 2014

REGATE

Sardinia Cup a Stelle e Strisce

sardinia cup stelle strisce
redazione

Vela, Sardinia Cup - Va agli Stati Uniti, per la terza volta nella storia, l'ambito Trofeo "Challenge" che viene assegnato con cadenza biennale dallo Yacht Club Costa Smeralda al team nazionale vincitore dell'Audi Sardinia Cup. Il Soto 40 Iberdrola Team e il TP52 Quantum Racing oggi hanno dato seguito alle loro ottime prestazioni di questi giorni con la quarta vittoria individuale su sette regate che sono state disputate. Secondo posto per l'Italia del Soto 40 Alegre e di Audi Azzurra Sailing Team, il TP52 che porta i colori dello YCCS; in terza posizione chiude invece la Gran Bretagna, rappresentata da Ngoni (Soto 40) e Gladiator (TP52).

Vento da est intorno ai 6/7 nodi per la regata a bastone di oggi, che ha visto Quantum Racing di Doug DeVos, timonato da Ed Baird, girare per primo il gate di poppa, dopo aver passato Paprec, e incrementare poi il suo vantaggio fino al traguardo. Hanno chiuso dietro di lui nell'ordine Paprec Recyclage e Gladiator. La classifica finale della classe TP52, per i quali la manifestazione è valida anche come tappa del circuito 52 Super Series, riconosce dunque il primo posto a Quantum, in seconda posizione il team italiano Azzurra, lo scafo di Alberto Roemmers timonato da Guillermo Parada e al terzo posto Gladiator con alla tattica Chris Larson, velista di Coppa America.

Stesse condizioni di vento e un percorso leggermente più breve per la classe Soto 40, guidata oggi da Iberdrola che ha tagliato il traguardo davanti ad Alegre e Ngoni. Alegre, lo scafo di Andres Soriano con alla tattica il neozelandese Chris Main, grazie alla buona prova di oggi si assicura il secondo posto della classifica finale dei Soto 40, in corsa anche per il Campionato Europeo della classe. Terzo classificato Bigamist di Pedro Mendonça, timonato da Afonso Domingos.

Durante la cerimonia di premiazione è stato consegnato anche un riconoscimento ai primi classificati di ogni classe con l'armatore al timone. Per la classe Soto 40 ha ritirato il premio Andres Soriano, armatore e timoniere di Alegre; vince nella classe TP52 il britannico Tony Langley, armatore e timoniere di Gladiator.

Ed Reynolds, coach di Quantum Racing è entusiasta della regata appena conclusa: "Ci sono stati alti e bassi, ma soprattutto questo è il posto più bello del mondo quindi è stato fantastico essere qui. Regatare in queste acque è una sfida continua, devi essere pronto a ogni tipo di condizione. Oggi è andata molto bene per noi, eravamo dietro di un punto e mezzo, dovevamo vincere a tutti costi e la squadra ha fatto tutto quello che doveva. È un'incredibile soddisfazione."

Antonio Piris Turner, tattico di Iberdrola Team è ugualmente soddisfatto: "La settimana è stata fantastica, c'è mancato un po' di vento, ma è stato ancora più bello vincere in condizioni estreme proprio perché era così leggero. Regatare a Porto Cervo è sempre un'esperienza speciale, c'è una splendida atmosfera e la Sardinia Cup è una regata che ha tanta storia perciò è un onore conquistarla."

Riccardo Bonadeo, Commodoro dello YCCS ringrazia per l'ottima riuscita dell'evento: "Queste due classi altamente competitive - i TP52, regolari frequentatori delle nostre acque, e I Soto 40 qui a regatare per la prima volta - hanno reso l'Audi Sardinia Cup un evento spettacolare. Un grazie va al Comitato di Regata per aver gestito bene queste sette regate in condizioni difficili e naturalmente un ringraziamento speciale ad Audi, il nostro title sponsor  e partner automobilistico ufficiale dello YCCS."

Si chiude qui quest'edizione dell'Audi Sardinia Cup, la manifestazione biennale organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda fin dal 1978, ma il calendario delle regate 2012 continua ad essere ricco di appuntamenti. In programma da venerdì 22 giugno a domenica 24 la Coppa Europa Smeralda 888, a seguire da giovedì 28 giugno a domenica 01 luglio l'Audi Melges 32 European Championship.

 


17/06/2012 22.15.00 © riproduzione riservata





I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Matteo Miceli: "Sono al centro di Roma!!!"

Matteo Miceli: diario di bordo dell'11 dicembre 2014

"Il Pianeta ci ascolta". Così Matteo Miceli festeggia in Oceano il suo compleanno

Nei 40 ruggenti Matteo Miceli affronta l'Indiano e i suoi 44 anni vissuti "ecologicamente". Non solo questo giro del mondo nel suo ecocurriculum ma tante altre imprese da ricordare

VOR: verso lo stretto

Ventiduesimo giorno di regata della seconda tappa della Volvo Ocean Race. Il terzetto di testa naviga nel golfo di Oman alla ricerca della migliore soluzione per passare oltre lo stretto di Hormuz e puntare verso la linea del traguardo di Abu Dhabi

Riva di Traiano: omaggio a Straulino poi Lancillotto fa sua la regata

Un minuto di silenzio per ricordare l’Ammiraglio Agostino Straulino nel decennale della morte. Così è iniziato questa mattina il briefing dell’Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli

Volvo Ocean Race: "Tris d'Assi" per la vittoria

Mancano ormai meno di 170 miglia alla linea del traguardo di Abu Dhabi ed è ancora testa a testa fra i tre leader, distanziati di pochissimo, per cercare di guadagnare un margine significativo

Maxi-Tri: prende forma il nuovo sogno di François Gabart

In questi giorni è stato consegnato dello scafo centrale trasferito con un trasporto eccezionale dal cantiere Multiplast al cantiere CDK Keroman. Il varo previsto nell'estate del 2015

Invernale Riva di Traiano: Vahine' 7 difende la sua leadership

In testa in "Regata" c’è Francesco Raponi, con il suo First 45 Vahine’ 7 (pt.3), incalzato dal First 40’ Lancillotto (Alberto Ammonini) ad un solo punto e dal First 34.7’ Vulcano 2 di Morani Zamorani a 3 punti

Volvo Ocean Race: Team Brunel "quasi" al fotofinish

In un finale ancora una volta combattuto Team Brunel, guidato dal veterano olandese Bouwe Bekking ha tagliato la linea del traguardo di Abu Dhabi alle 8.25.20 UTC battendo di soli 16 minuti Team Dongfeng

La Volvo Ocean Race commissiona un rapporto sull'incidente di Team Vestas Wind

Gli organizzatori della Volvo Ocean Race hanno commissionato un rapporto indipendente sull'incagliamento della barca di Team Vestas Wind su una barriera corallina nell'oceano Indiano - ph. Brian Carlin

Extreme 40: The Wave, Muscat in testa a Sydney

Le condizioni ideali della prima giornata delle Extreme Sailing Series, 18 nodi di vento con raffiche fino a 24 nodi, hanno permesso agli Extreme 40 di esprimere tutta la loro potenza nello stretto campo di regata - ph. Lloyd Images