lunedí, 22 ottobre 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

vele d'epoca    veleziana    match race    middle sea race    dolphin    optimist    melges32    regate    kite    vela    melges 32    cnsm    circoli velici    campionati invernali   

GC32

Sarà lotta a due per il Mondiale GC32?

sar 224 lotta due per il mondiale gc32
Roberto Imbastaro

Alla vigilia della giornata conclusiva del primo Mondiale GC32 di Riva del Garda la corsa per il titolo sembra ristretta a due team ma con cinque prove ancora da disputare, potrebbero essere addirittura undici gli equipaggi con una chance di vittoria. A conferma di quanto combattuta sia la classe dei catamarani volanti. Ci sono tuttavia due team che hanno dato prova di grande continuità: Team Tilt di Sébastien Schneider che ha un margine di due punti su  SAP Extreme Sailing Team di Jes Gram-Hansen e Rasmus Køstner e di 14 su Oman Air, attualmente terzo e che si dovrà guardare da quattro barche ai piedi del podio e racchiuse in soli sette punti.

Anche oggi il Garda Trentino ha offerto condizioni ideali, con l’Ora, il vento da sud, che ha spirato con un’intensità di circa dieci nodi per le prime tre prove, per poi scendere e morire quasi completamente nel corso della quinta regata, che il Comitato di Regata si è visto costretto a ridurre.

SAP Extreme Sailing Team ha vinto tre prove, recuperando ma non riuscendo ad acchiappare la testa della classifica a causa della partenza anticipata di ieri. 

Per gran parte della giornata il lato favorito del campo di regata è stato il destro, sotto le imponenti rocce di Riva del Garda, il che ha limitato le opportunità tattiche, premiando invece la conduzione della barca. “Più ti avvicini al “muro” e più vento trovi e più da destra.” Ha spiegato il timoniere di SAP Extreme Sailing Team, Adam Minoprio. “Nella prima regata, abbiamo fatto foiling fino alla prima boa a 25 nodi perché il vento era girato più a destra. Abbiamo virato insieme a INEOS, che era sulla layline,e li abbiamo passati a dieci nodi di velocità in più…” 

L’equipaggio di Team Tilt, con lo skipper vincitore della Coppa America su Emirates Team New Zealand, Glenn Ashby, anche oggi non ha mai concluso peggio di quarto dimostrando una continuità impressionante. La barca rossa si è anche aggiudicata la prova di velocità in linea dell’ANONIMO Speed Challenge. 

Alinghi di Ernesto Bertarelli è sempre al comando della speciale classifica riservata agli Owner Driver (gli armatori-timonieri) a 62 punti, quando il secondo Argo dello statunitense Jason Carroll ne ha 101. Nella categoria la giornata di oggi ha sorriso al francese Erik Maris su Zoulou che oggi avrebbe potuto totalizzare gli stessi punti di Alinghi se non fosse stato vittima di una collisione con Argo per cui i giudici lo hanno penalizzato di quattro punti.

“E’ stata una giornata migliore di ieri.” Ha dichiarato Maris. “Abbiamo trovato un modo diverso di portare la barca e siamo stati più a contatto con le barche di punta. Il vento era leggermente più basso rispetto a persi e, a parte un piccolo incidente con i  nostri amici di Argo, è stata una buona giornata."

Sia Zoulou che  Argo sono state messe in terra per effettuare dei lavori, ma entrambi torneranno in mare domani. Anche Team México ha rischiato di dover fare delle riparazioni, dopo aver quasi scuffiato ma essersi prontamente ripreso. “Sulla boa di bolina abbiamo preso una raffica mentre stavamo virando e stavamo issando la vela per la poppa.” Ha raccontato lo skipper Erik Brockmann. Purtroppo il GC32 messicano deve ancora recuperare la prestazione opaca di ieri e i ritiri dovuti alla rottura della drizza della randa. “Abbiamo avuto solo 10/15 giorni di allenamento e miglioriamo ogni giorno. Oggi siamo riusciti a migliorare molto.”

Malgrado abbia navigato sul suo GC32 Frank Racing per un paio di anni, Simon Hull sta prendendo parte al suo primo evento in Europa, scontrandosi con team di livello internazionale. Oggi nella prova conclusiva, il team neozelandese è riuscito a ottenere un bel terzo posto. “E’ calata molto l’aria sull’ultimo lato, ma siamo riusciti a trovare una buona soluzione.” Ha spiegato Hull che ha anche detto di apprezzare moltissimo le condizioni del Garda. “E’ un luogo magnifico e c’è vento. Mi piace molto. Stiamo ancora imparando. Ieri ho provato le partenze al lasco per la prima volta perché in Nuova Zelanda non si usano.Ci sono nomi importanti, con tanta esperienza. Quando regati contro queste persone, è proprio divertente.” 

Per cercare di recuperare prove che non si sono potute disputare il primo giorno del campionato, il Comitato di regata pensa domani di sfruttare in vento da nord che normalmente spira il mattino, il famoso Peler, e dunque di dare il primo segnale di partenza alle ore 8.30.

 


27/05/2018 10:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Elements Race: Cagliari ospiterà la 3a edizione

Dopo le prime edizioni organizzate nell'Arcipelago della Maddalena, la manifestazione che unisce Vela e Off Road si sposta nel Sud della Sardegna, a Cagliari, con nuove rotte e a bordo dei GIRO 34

Muore Ian Kiernan, l'uomo della "Mission Impossible" di pulire il Mondo

E’ morto a 78 anni portato via da un cancro un grande uomo, Ian Kiernan, velista ed ecologista, che si era dato il compito di “pulire il mondo”

Olimpiadi Giovanili: arriva un altro oro con Sofia Tomasoni

Sofia Tomasoni (CV Windsurfing Club Cagliari) è la prima Campionessa Olimpica Giovanile della classe Kiteboard Twin Tip Racing femminile

Parte domenica l'Autunnale Peloritano

Prende il via domenica 21 il Campionato Autunnale Peloritano al Marina di Capo d'Orlando che riapre le sue braccia, ovvero le su banchine, ai velisti dopo il successo del Vela Cup del mese scorso

Caorle: la stagione della vela chiude con La Cinquanta

Il 27 e 28 ottobre ultimo appuntamento con l’altura a Caorle

Una "Mare e Monti" per Giovanni Soldini

Giovanni Soldini e l'alpinista Hervé Barmasse faranno insieme una serie di traversate e di scalate con lo scopo di confrontare due mondi così diversi.

Garda: il Trofeo dell'Odio a Diavolasso

“Diavolasso” della scuderia velica “Ac&e-Sicurplanet” con lo skipper veronese Andrea Farina (Cn Brenzone) ha vinto la 66° edizione e del Trofeo dell’Odio, classica autunnale del Circolo Vela Gargnano.

Garda: grande festa per i Dolphin

Grande festa per la classe velica dei Dolphin che ha premiato i suoi Campioni 2018. La Piccola Vela di Desenzano ha ospitato skipper, armatori, prodieri e Vip per il tradizionale incontro di fine stagione,

Viareggio, arriva in porto la flotta delle vele d’epoca

Oltre 60 barche a vela d’epoca e circa 500 membri di equipaggio stanno convergendo a Viareggio dove dal 18 al 21 ottobre si svolgerà la XIV edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Middle Sea Race: Soldini va subito in testa

Dopo aver preso il largo, Maserati Multi 70, partito con randa piena e solent, ha sorpassato PowerPlay e naviga ora in vantaggio a una velocità di 15 nodi

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci