sabato, 18 agosto 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

microclass    vela oceanica    nacra 15    circoli velici    centomiglia    420    pesca    rs feva    fiv    attualità    les sables-les açores-les sables    mini 650    turismo    luna rossa    farr 40   

GC32

Sarà lotta a due per il Mondiale GC32?

sar 224 lotta due per il mondiale gc32
Roberto Imbastaro

Alla vigilia della giornata conclusiva del primo Mondiale GC32 di Riva del Garda la corsa per il titolo sembra ristretta a due team ma con cinque prove ancora da disputare, potrebbero essere addirittura undici gli equipaggi con una chance di vittoria. A conferma di quanto combattuta sia la classe dei catamarani volanti. Ci sono tuttavia due team che hanno dato prova di grande continuità: Team Tilt di Sébastien Schneider che ha un margine di due punti su  SAP Extreme Sailing Team di Jes Gram-Hansen e Rasmus Køstner e di 14 su Oman Air, attualmente terzo e che si dovrà guardare da quattro barche ai piedi del podio e racchiuse in soli sette punti.

Anche oggi il Garda Trentino ha offerto condizioni ideali, con l’Ora, il vento da sud, che ha spirato con un’intensità di circa dieci nodi per le prime tre prove, per poi scendere e morire quasi completamente nel corso della quinta regata, che il Comitato di Regata si è visto costretto a ridurre.

SAP Extreme Sailing Team ha vinto tre prove, recuperando ma non riuscendo ad acchiappare la testa della classifica a causa della partenza anticipata di ieri. 

Per gran parte della giornata il lato favorito del campo di regata è stato il destro, sotto le imponenti rocce di Riva del Garda, il che ha limitato le opportunità tattiche, premiando invece la conduzione della barca. “Più ti avvicini al “muro” e più vento trovi e più da destra.” Ha spiegato il timoniere di SAP Extreme Sailing Team, Adam Minoprio. “Nella prima regata, abbiamo fatto foiling fino alla prima boa a 25 nodi perché il vento era girato più a destra. Abbiamo virato insieme a INEOS, che era sulla layline,e li abbiamo passati a dieci nodi di velocità in più…” 

L’equipaggio di Team Tilt, con lo skipper vincitore della Coppa America su Emirates Team New Zealand, Glenn Ashby, anche oggi non ha mai concluso peggio di quarto dimostrando una continuità impressionante. La barca rossa si è anche aggiudicata la prova di velocità in linea dell’ANONIMO Speed Challenge. 

Alinghi di Ernesto Bertarelli è sempre al comando della speciale classifica riservata agli Owner Driver (gli armatori-timonieri) a 62 punti, quando il secondo Argo dello statunitense Jason Carroll ne ha 101. Nella categoria la giornata di oggi ha sorriso al francese Erik Maris su Zoulou che oggi avrebbe potuto totalizzare gli stessi punti di Alinghi se non fosse stato vittima di una collisione con Argo per cui i giudici lo hanno penalizzato di quattro punti.

“E’ stata una giornata migliore di ieri.” Ha dichiarato Maris. “Abbiamo trovato un modo diverso di portare la barca e siamo stati più a contatto con le barche di punta. Il vento era leggermente più basso rispetto a persi e, a parte un piccolo incidente con i  nostri amici di Argo, è stata una buona giornata."

Sia Zoulou che  Argo sono state messe in terra per effettuare dei lavori, ma entrambi torneranno in mare domani. Anche Team México ha rischiato di dover fare delle riparazioni, dopo aver quasi scuffiato ma essersi prontamente ripreso. “Sulla boa di bolina abbiamo preso una raffica mentre stavamo virando e stavamo issando la vela per la poppa.” Ha raccontato lo skipper Erik Brockmann. Purtroppo il GC32 messicano deve ancora recuperare la prestazione opaca di ieri e i ritiri dovuti alla rottura della drizza della randa. “Abbiamo avuto solo 10/15 giorni di allenamento e miglioriamo ogni giorno. Oggi siamo riusciti a migliorare molto.”

Malgrado abbia navigato sul suo GC32 Frank Racing per un paio di anni, Simon Hull sta prendendo parte al suo primo evento in Europa, scontrandosi con team di livello internazionale. Oggi nella prova conclusiva, il team neozelandese è riuscito a ottenere un bel terzo posto. “E’ calata molto l’aria sull’ultimo lato, ma siamo riusciti a trovare una buona soluzione.” Ha spiegato Hull che ha anche detto di apprezzare moltissimo le condizioni del Garda. “E’ un luogo magnifico e c’è vento. Mi piace molto. Stiamo ancora imparando. Ieri ho provato le partenze al lasco per la prima volta perché in Nuova Zelanda non si usano.Ci sono nomi importanti, con tanta esperienza. Quando regati contro queste persone, è proprio divertente.” 

Per cercare di recuperare prove che non si sono potute disputare il primo giorno del campionato, il Comitato di regata pensa domani di sfruttare in vento da nord che normalmente spira il mattino, il famoso Peler, e dunque di dare il primo segnale di partenza alle ore 8.30.

 


27/05/2018 10:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Mini 650, SAS: Ambrogio Beccaria domina tra i Serie

Ecco la sua prima intervista una volta a terra. Il milanese, ha vinto entrambe le tappe e ha conquistato il titolo di Campione di Francia di Course au Large

Prime multe per il divieto di pesca al tonno rosso

Lo scorso 9 agosto il ministero per le politiche agricole ha firmato un decreto che vieta la pesca del tonno rosso e la Capitaneria di Porto di Policoro ha subito applicato la nuova norma

Nacra 17: oro per l'Italia ai Mondiali di Aarhus

La coppia formata da Ruggero Tita e Caterina Banti ha vinto il titolo della classe Nacra 17 al termine della 'medal race' di oggi

Mondiali Aarhus: sei le classi qualificate per Tokio 2020

Triplete per Tita-Banti che aggiungono il titolo mondiale all'europeo e all'italiano già conquistati nel 2018

Techno 293: 3 volte Campioni del mondo con Speciale, Graciotti e Renna

Mondiale da incorniciare per gli azzurri quello appena conclusosi a Liepāja in Lettonia.

Alla scoperta della Messina misteriosa

Nelle date del 16 agosto 2018 e del 1 settembre 2018 due suggestivi Tour notturni per le vie cittadine, alla scoperta di itinerari insoliti, simboli misterici, leggende e miti

Iniziati a Newport i mondiali classe 420

In rappresentanza dell’Italia nella classifica Open con 73 iscritti provenienti da 15 nazioni abbiamo 7 equipaggi:

Benetti vara lo "Spectre", nuovo omaggio a James Bond

Lo scafo, concepito dallo studio olandese Mulder Design, punta a ottenere prestazioni straordinarie per yacht di queste dimensioni e dispone della nuova tecnologia Ride Control di Naiad Dynamics

Gargnano festeggia l'argento di Waink e Gambarin

Ferragosto di festa al Circolo Vela Gargnano-lago di Garda grazie a Michelle Waink e Claudia Gambarin, vice campionesse d'Europa 29Er alle regate disputate sul mare finlandese di Helsinki

Verve Cup Offshore Regatta: Enfant Terrible è secondo a Chicago

Dopo quattro giorni di regate, e un totale di dieci prove disputate, si è chiusa a Chicago la Verve Cup Offshore Regatta, evento riservato alla classe Farr 40

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci