mercoledí, 18 ottobre 2017

REGATE

Salò e Gargnano insieme per 191 anni di storie sportive

sal 242 gargnano insieme per 191 anni di storie sportive
redazione

191 anni di storie sportive lungo le rive del Garda con 126 anni di attività (nel nuoto, nel canottaggio, nella vela, nel triathlon) per la Società Canottieri Garda, 65 edizioni del Trofeo dell’Odio del Circolo Vela Gargnano. Domenica prossima (15 ottobre) navigheranno insieme. Il Trofeo dell’Odio e la Regata dei 3 Campanili salperanno (alle 9 e mezza) dal Marina della Canottieri, nel cuore del golfo salodiano, per raggiungere Gargnano con il traguardo posto su molo dell porto di Marina di Bogliaco.
La prova velica chiuderà la stagione primaverile-estiva 2017 dei due Clubs. In gara scenderanno le flotte dei Protagonist, dei Dolphin Cvg, degli Asso 99, le barche Open, quelle della stazza internazionale dell’Orc. La regata dell’Odio  è nata nel 1953 quando gli stranieri, in particolare i tedeschi, stavano dominando la Centomiglia. I ragazzi di Gargnano con tanta voglia di rivincita inventarono una gara dal nome “forte” (ma solo in apparenza). L’odio è, infatti,  la rivalità sportiva, contro l’avversario di tutta una stagione, un guanto di sfida lanciato, nel perfetto rispetto delle regole, il consueto brindisi finale per vincitori e vinti. Gargnano archivia la sua stagione, un trend positivo per Gorla e Centomiglia (grazie al percorso unico e le tre classifiche assolute), che, di fatto è stata la World Cup delle Long Distance con il rinnovato circuito Interlake (con i laghi di Ginevra e il Balaton). Dal trofeo Bianchi in primavera (e prima ancora con il circuito Autunno-Inverno nel golfo salodiano) all’Odio sono quasi 50 mila le presenza turistiche come i successi di piazza in occasione di Gorla e Centomiglia, per non parlare della Children Wind Cup. La Canottieri Garda oltre alla vela ha saputo proporre nuovi Eventi di nuoto e triathlon con presenze che hanno superato complessivamente i 900 partecipanti.

L'ANNO PASSATO
Nella edizione dello scorso anno dell’Odio ci fu il classico “Peler” (da 20 a 25 nodi). La gara aveva sviluppato il suo percorso tra Gargnano e Campione del Garda, un lungo “bastone” come in una gara olimpica, sempre con la stessa aria. La vittoria andava nel gruppo degli Asso 99 a “SconquAsso-Ac&e” del veronese Andrea Farina del Cn Brenzone che approdava all’ arrivo a Marina di Bogliaco davanti a tutti. Secondo (ma primo nel suo gruppo) era il Melges 32 “O&Y” condotto da Luca Nassini per i colori del CV Gargnano. Secondi degli Asso 99 furono i fratelli Ferrari, Francesca al timone, portacolori (allora) del North West Garda di Campione-Limone, terzo “Assatanato” con Ivano Brighenti di Brenzone. Di seguito tagliarono “Aron-Confusione” di Elena Reboldi e Raffaele Bonatti, “Sir Lancelot” di Diego Petrucci. Nel gruppo Misto-Orc l’affermazione andò al Melges 32 dei Nassini (Luca, Damiano, Matteo); nel gruppo del Dolphin al “Tatanka” di Giovanna  Codecasa con Michele Borri al timone, secondo Alberto Osculati e terzo Oreste Bergamaschi, tutti del team velico di “Water Tribe” di Milano.


09/10/2017 19:56:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Fincantieri consegna gli ultimi due OPV alla Guardia Costiera Del Bangladesh

“Urania” e “Danaide” dismesse dalla Marina Militare sono state convertite

Mini Transat: Lipinski il migliore. Buona la prova di Beccaria ed "intrigante" la velocità di Fornaro

Vincono Ian Lipinski tra i Proto e Valentin Gautier tra i Serie. Beccaria 6° nei Serie e Fornaro 16° nei Proto per una scelta tattica eccentrica ma con un'ottima velocità media

“Piu’ Vela per Tutti” IX Edizione Campionato Invernale Otranto 2017 – 2018

Quello di domneica è stato un inizio impegnativo per le 15 barche in acqua, poiché il mare era formato e il vento non scendeva sotto i 18 nodi

Iniziativa di BCsicilia per ricordare i naufraghi della Loreto

La nave degli schiavi affondata a Isola delle Femmine

Germania sul podio con Ungheria e Italia

Gli azzurri di ITA 212 Puthod-Benedetti-Kostner del Circolo Vela Bellano, i quali nonostante avessero iniziato alla grande con due primi posti nelle prime due regate di venerdì, alla fine hanno ceduto agli avversari

Sul Garda la 65° Regata dell'Odio tra Salò e Gargnano

Star Fighter-Docktrime” e l’ufetto “Escopazzo” i primi sul Garda nel 65° Trofeo dell’Odio-3 Campanili

Spirit of Portopiccolo e Ca' Sagredo Hotel conquistano la Venice Hospitality Challenge 2017

Spirit of Portopiccolo continua infatti a conservare e incrementare la propria imbattibilità inanellando il terzo successo consecutivo dopo le vittorie al Trofeo Bernetti e alla Barcolana

Spagna pigliatutto al The Nations Trophy

Bene l'Italia al secondo posto nella classifica per nazioni e sul podio di tutti e tre i campionati

Video - Volvo Ocean Race: In Port Race Alicante

Le belle immagini della In Port Race di Alicante

La Germania allunga il passo nella classifica per nazioni del The Nations Trophy

La Spagna continua a guidare la classifica del The Nations Trophy, a un solo giorno dal termine dell'evento.

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci