mercoledí, 13 dicembre 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

ambiente    riva    volvo ocean race    nautica    ucina    invernale    il portodimare    cala de medici    press    regate    vela    campionati invernali    laser   

ROMA PER 1/2/TUTTI

Roma per Tutti: vittoria di classe e 2° posto assoluto per Shirlaf

roma per tutti vittoria di classe 176 posto assoluto per shirlaf
redazione

17 aprile 2017 - Non è stato affatto facile per il Red Devil Sailing Team condurre sempre al massimo Shirlaf (un bellissimo esemplare di Swan 65 armato a Ketch, costruito nel 1976 e con un dislocamento di 34 tonnellate) nei venti leggeri che hanno caratterizzato l'ultima edizione della Roma per Tutti, una delle più lente ed estenuanti nella storia di questa regata di grande altura. Eppure, dopo i 4 giorni, 19 ore, 4 minuti e 53 secondi che ci sono voluti per completare le 535 miglia del percorso (Riva di Traiano, passaggio obbligato a Ventotene, Lipari e ritorno a Riva di Traiano), l'equipaggio di Giuseppe Puttini ha avuto più di un motivo per festeggiare: secondo in tempo reale tra tutte le barche della flotta a tagliare la linea del traguardo, vittoria in Classe I sia nel Gruppo IRC sia ORC e secondo posto assoluto in classifica generale sia in IRC sia in ORC.

Giuseppe Puttini: "Poco vento per noi, ma grande equipaggio"
Lungo il percorso, considerando sempre i passaggi in tempo reale, Shirlaf è passato in prima posizione a Ventotene e seconda a Lipari. "L'equipaggio è stato eccezionale, non ha mai commesso un errore in manovra e ha condotto Shirlaf sempre al massimo della velocità", commenta l'armatore e timoniere Giuseppe Puttini. "I ragazzi sono stati davvero bravi, perché non è stato affatto un compito facile tenere testa a barche più leggere e agili della nostra, in condizioni meteo per noi totalmente sfavorevoli. In quasi cinque giorni di navigazione abbiamo avuto un vento superiore ai 14 nodi solo per un paio d'ore, altrimenti non ha mai soffiato oltre i 10. Ottenere un secondo posto assoluto in tempo compensato contro barche molto competitive con vento leggero è per noi un bel risultato. Stefano Pelizza, il nostro navigatore, ci ha sempre portati dalla parte giusta del percorso. La sua tattica di regata ha fortemente contribuito al raggiungimento del risultato".

Barche all'interno di zone interdette alla navigazione 
Prima di raccontare la regata di Shirlaf, Stefano Pelizza ha voluto esprimere il suo rammarico nell'avere osservato alcuni avversari non rispettare le istruzioni di regata: "Per noi è stata una bellissima regata. Unica nota dolente, il fatto che alcune barche non abbiano rispettato le zone interdette alla navigazione, ben evidenziate nelle istruzioni della regata, di fatto accorciando il loro percorso e sfalsando il reale svolgimento della regata. Abbiamo presentato una protesta in merito a questo fatto, con le posizioni delle imbarcazioni all’interno delle zone interdette, ma questo non è bastato al Comitato di Regata a prendere i giusti provvedimenti".

Il racconto tecnico della regata di Shirlaf
Stefano Pelizza ha affrontato gli ultimi due giorni di navigazione con una costola fratturata per via di una caduta in coperta durante una manovra. Eppure, al termine della regata, ha dichiarato: "La Roma per Tutti 2017 è stata una regata fantastica! Poco vento, è vero, ma tatticamente è stata una partita a scacchi. Shirlaf non è una favorita in queste condizioni, pesa 34 tonnellate ed ha scarsa superficie velica. In una regata dove il vento non ha praticamente mai superato i 9-10 nodi di intensità e spesso è stato sotto i 5, avremmo dovuto soccombere. Fortunatamente il vento di direzione non costante ci ha permesso di interpretare la tattica con molta fantasia e ci ha permesso di passare prima di tutti a Ventotene, nonostante la bonaccia della notte. Il lato Ventotene-Lipari è stato quasi tutto con vento di direzione costante, utile per guadagnare il sottovento appena usciti da Ventotene da rispendere poi nel calo d’aria. Il giro di Lipari è stato un incubo. Quando il vento cala sotto i 4 nodi, noi non manovriamo più. Abbiamo perso praticamente tutto il vantaggio che avevamo accumulato sulle barche inseguitrici. Non ci siamo persi d’animo, con una risalita che ci ha portato a essere quelli più ad est della flotta, siamo andati ad agganciare una leggerissima brezza da nord est che ci ha tirato bene avanti. Poi abbiamo attraversato tutto il campo lasciando Ponza a dritta, per prendere una rotazione antioraria del vento, che puntualmente c’è stata e che ci ha fatto fare un buon recupero su Junoplano e su Scricca, sul quale abbiamo guadagnato un bel sopravvento. L’arrivo dell’onda da ponente, dovuta al forte vento in Sardegna, ha completamente fermato la nostra barca, facendoci perdere nuovamente quanto faticosamente guadagnato. Poi è entrato lo scirocco di intensità media che ci ha portato all’arrivo e ha permesso alle barche inseguitrici di arrivare ad alta velocità e di colmare il distacco in poco tempo. Il risultato ci vede secondi in tempo reale, primi in IRC Classe I e ORC Classe I e secondi in IRC e ORC assoluti. Un risultato sopra ogni aspettativa, viste le condizioni meteo, che ha sicuramente premiato la tattica aggressiva adottata. Devo anche ammettere che la barca è stata portata con assoluta concentrazione, nonostante la difficoltà delle condizioni meteo. Questo ci ha permesso di navigare sempre alla massima velocità".
 
L’equipaggio di Shirlaf alla Roma per Tutti: 
Giuseppe Puttini (armatore e timoniere), Giovanni Scala (comandante), Stefano Pelizza (navigatore), Pierluigi Fornelli, Stefano Selo, Marzio Dotti, Giuseppe Filippis, Giovanni Buono, Francesco Izzo, Guido Pappadà, Ugo Giordano, Andrea Scarpa, Santino Brizzi, Vincenzo Race, Fabio Montefusco.

Lo Swan 65 del Red Devil Sailing Team reagata con:
Upstream, Givova, Mapei, Saces, M.T.A.


17/04/2017 19:24:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

La Commissione Nautica della Confindustria Toscana a Marina Cala de’ Medici

Un confronto su “Nautica e Portualità”a cui hanno partecipato i più rilevanti gruppi industriali della cantieristica regionale

La Talisker Whisky Atlantic Challenge

L’oceano Atlantico attraversato a bordo di una canoa che per tutto il corso dell’impresa rappresenta l’unico riparo dalle intemperie e dai pericoli e Solbian realizza un’installazione senza precedenti

Volvo Ocean Race: domani la In-port race di Città del Capo

L'8 dicembrei torna in mare per la In-port race di Città del Capo, dopo che le barche sono state sottoposte a un'attenta manutenzione e i velisti hanno ricaricato le batterie in vista delle prossime, intense, settimane nell'Oceano meridionale

Invernale Argentario: freddo e maltempo, ma il campionato va avanti

Sabato si è regatato, domenica no. In tutte le divisioni le classifiche sono molto corte e la battaglia in campo è aperta

Pershing presenta il nuovo Owner Set by Poltrona Frau

E celebra i primi 10 anni di sodalizio fra due icone del Made in Italy

Volvo Ocean Race: Dongfeng Race Team vince la In-port di Città del Capo red-line

Secondi dopo una grande rimonta gli spagnoli di MAPFRE, che mantengono la testa della classifica e terzo AkzoNobel

Dolphin e Meteor animano il 27° Cimento del Garda

La classifica provvisoria è guidata da "Fantastica" di Anna e Giulia Navoni, alla barra Davide Bianchini, team Campione Italiano in carica

Fincantieri: varata a Marghera “Nieuw Statendam”

Madrina della cerimonia è stata Anne Marie Bartels, socia élite del programma fedeltà President’s Club di Holland America Line e che da giovane fu tra le prime ad attraversare l’Atlantico da Rotterdam a New York

Kingii premiato con la Menzione d’Onore all'ADI Compasso d’Oro International Award 2017

“Un riconoscimento che premia l’impegno di Kingii Corporation nella ricerca e nell’innovazione che caratterizzano gli sforzi progettuali alla base della nuova versione di Kingii Wearable"

Meteorsharing, il punto al termine della stagione

Cominciata nel modo migliore grazie alla vittoria di Lucia Mauro a bordo di "Gatto Nero" al Cimento Invernale di Desenzano, è proseguita con gli oramai classici Match Race organizzati a Venezia e Jesolo

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci