mercoledí, 24 maggio 2017


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

starr    guardia costiera    nave italia    benetti    confitarma    fincantieri    regate    melges 24    ostar    j/70    calvi network    optimist    laser    fraglia vela riva    alinghi    america's cup    hobie cat16    mare    press   

ROMA PER 1/2/TUTTI

Roma per Tutti: vittoria di classe e 2° posto assoluto per Shirlaf

roma per tutti vittoria di classe 176 posto assoluto per shirlaf
redazione

17 aprile 2017 - Non è stato affatto facile per il Red Devil Sailing Team condurre sempre al massimo Shirlaf (un bellissimo esemplare di Swan 65 armato a Ketch, costruito nel 1976 e con un dislocamento di 34 tonnellate) nei venti leggeri che hanno caratterizzato l'ultima edizione della Roma per Tutti, una delle più lente ed estenuanti nella storia di questa regata di grande altura. Eppure, dopo i 4 giorni, 19 ore, 4 minuti e 53 secondi che ci sono voluti per completare le 535 miglia del percorso (Riva di Traiano, passaggio obbligato a Ventotene, Lipari e ritorno a Riva di Traiano), l'equipaggio di Giuseppe Puttini ha avuto più di un motivo per festeggiare: secondo in tempo reale tra tutte le barche della flotta a tagliare la linea del traguardo, vittoria in Classe I sia nel Gruppo IRC sia ORC e secondo posto assoluto in classifica generale sia in IRC sia in ORC.

Giuseppe Puttini: "Poco vento per noi, ma grande equipaggio"
Lungo il percorso, considerando sempre i passaggi in tempo reale, Shirlaf è passato in prima posizione a Ventotene e seconda a Lipari. "L'equipaggio è stato eccezionale, non ha mai commesso un errore in manovra e ha condotto Shirlaf sempre al massimo della velocità", commenta l'armatore e timoniere Giuseppe Puttini. "I ragazzi sono stati davvero bravi, perché non è stato affatto un compito facile tenere testa a barche più leggere e agili della nostra, in condizioni meteo per noi totalmente sfavorevoli. In quasi cinque giorni di navigazione abbiamo avuto un vento superiore ai 14 nodi solo per un paio d'ore, altrimenti non ha mai soffiato oltre i 10. Ottenere un secondo posto assoluto in tempo compensato contro barche molto competitive con vento leggero è per noi un bel risultato. Stefano Pelizza, il nostro navigatore, ci ha sempre portati dalla parte giusta del percorso. La sua tattica di regata ha fortemente contribuito al raggiungimento del risultato".

Barche all'interno di zone interdette alla navigazione 
Prima di raccontare la regata di Shirlaf, Stefano Pelizza ha voluto esprimere il suo rammarico nell'avere osservato alcuni avversari non rispettare le istruzioni di regata: "Per noi è stata una bellissima regata. Unica nota dolente, il fatto che alcune barche non abbiano rispettato le zone interdette alla navigazione, ben evidenziate nelle istruzioni della regata, di fatto accorciando il loro percorso e sfalsando il reale svolgimento della regata. Abbiamo presentato una protesta in merito a questo fatto, con le posizioni delle imbarcazioni all’interno delle zone interdette, ma questo non è bastato al Comitato di Regata a prendere i giusti provvedimenti".

Il racconto tecnico della regata di Shirlaf
Stefano Pelizza ha affrontato gli ultimi due giorni di navigazione con una costola fratturata per via di una caduta in coperta durante una manovra. Eppure, al termine della regata, ha dichiarato: "La Roma per Tutti 2017 è stata una regata fantastica! Poco vento, è vero, ma tatticamente è stata una partita a scacchi. Shirlaf non è una favorita in queste condizioni, pesa 34 tonnellate ed ha scarsa superficie velica. In una regata dove il vento non ha praticamente mai superato i 9-10 nodi di intensità e spesso è stato sotto i 5, avremmo dovuto soccombere. Fortunatamente il vento di direzione non costante ci ha permesso di interpretare la tattica con molta fantasia e ci ha permesso di passare prima di tutti a Ventotene, nonostante la bonaccia della notte. Il lato Ventotene-Lipari è stato quasi tutto con vento di direzione costante, utile per guadagnare il sottovento appena usciti da Ventotene da rispendere poi nel calo d’aria. Il giro di Lipari è stato un incubo. Quando il vento cala sotto i 4 nodi, noi non manovriamo più. Abbiamo perso praticamente tutto il vantaggio che avevamo accumulato sulle barche inseguitrici. Non ci siamo persi d’animo, con una risalita che ci ha portato a essere quelli più ad est della flotta, siamo andati ad agganciare una leggerissima brezza da nord est che ci ha tirato bene avanti. Poi abbiamo attraversato tutto il campo lasciando Ponza a dritta, per prendere una rotazione antioraria del vento, che puntualmente c’è stata e che ci ha fatto fare un buon recupero su Junoplano e su Scricca, sul quale abbiamo guadagnato un bel sopravvento. L’arrivo dell’onda da ponente, dovuta al forte vento in Sardegna, ha completamente fermato la nostra barca, facendoci perdere nuovamente quanto faticosamente guadagnato. Poi è entrato lo scirocco di intensità media che ci ha portato all’arrivo e ha permesso alle barche inseguitrici di arrivare ad alta velocità e di colmare il distacco in poco tempo. Il risultato ci vede secondi in tempo reale, primi in IRC Classe I e ORC Classe I e secondi in IRC e ORC assoluti. Un risultato sopra ogni aspettativa, viste le condizioni meteo, che ha sicuramente premiato la tattica aggressiva adottata. Devo anche ammettere che la barca è stata portata con assoluta concentrazione, nonostante la difficoltà delle condizioni meteo. Questo ci ha permesso di navigare sempre alla massima velocità".
 
L’equipaggio di Shirlaf alla Roma per Tutti: 
Giuseppe Puttini (armatore e timoniere), Giovanni Scala (comandante), Stefano Pelizza (navigatore), Pierluigi Fornelli, Stefano Selo, Marzio Dotti, Giuseppe Filippis, Giovanni Buono, Francesco Izzo, Guido Pappadà, Ugo Giordano, Andrea Scarpa, Santino Brizzi, Vincenzo Race, Fabio Montefusco.

Lo Swan 65 del Red Devil Sailing Team reagata con:
Upstream, Givova, Mapei, Saces, M.T.A.


17/04/2017 19:24:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Cinquecento, la faccia dura dell'Adriatico

La Cinquecento X2 e XTutti è la grande vela d’altura del Circolo Nautico Santa Margherita

Firmato da Marina Cala de' Medici il protocollo di insediamento per le aree di crisi di Livorno e Piombino

Due accordi di programma tra Governo nazionale, Regione Toscana ed Enti locali relativi a progetti industriali finalizzati a garantire nuova occupazione nella aree di crisi industriale della fascia costiera

Friuli: l'adrenalina pura della "Caccia al Tonno Rosso"

In Friuli dal 16 giugno inizia la stagione della pesca al tonno rosso, un Big Game che si pratica in alto Adriatico dal 1970. E per chi ama la fotografia subacquea i fondali di Lignano saranno una scoperta incredibile

La Fraglia Vela Riva con il progetto FIV-MIUR VelaSCUOLA

In pieno svolgimento alla Fraglia Vela Riva il progetto della Federazione Italiana Vela “VelaScuola” Kinder + Sport, che fa conoscere la vela a centinaia di ragazzi

Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme nel brand "Alto Adriatico"

L’idea è di unire le forze per presentare all’estero le spiagge delle due regioni sotto un unico brand ispirato all’area geografica di appartenenza: l’Alto Adriatico

Mare: allarme plastica

Quante micro e nano plastiche ci sono in mare? E quali effetti hanno sulla catena alimentare? Da dove provengono e quali sono le soluzioni applicabili?

Ad Eraclea gli atleti Optimist del Circolo della Vela Mestre con Giovanni Grandi sul gradino piu’ alto del podio

Quasi 60 ragazzini, di cui 25 Juniores e 34 Cadetti, si sono sfidati nelle acque di Eraclea con un vento molto difficile, instabile e in continua rotazione verso destra, di intensità iniziale di 7 nodi e provenienza da Nord Est nella prima prova

Riva di Traiano - La Maddalena: parte il 2 giugno la 1000 Vele per Garibaldi

125 miglia di traversata e due regate costiere nell'arcipelago de La Maddalena

Tutto pronto per l'Audi - Italian Sailing League

La prima selezione del 2017 organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda, si svolge a Porto Cervo: dodici gli equipaggi al via

Il Circolo Canottieri Aniene vince l'Audi - Italian Sailing League

Al secondo posto il Circolo Velico Ravennate e ottimo esordio da terzi per il Centro Velico 3V

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci