domenica, 20 agosto 2017

CAMPIONATO INVERNALE RIVA DI TRAIANO

Riva di Traiano: l'Invernale debutta con lo scirocco e un gran salto di vento

riva di traiano invernale debutta con lo scirocco un gran salto di vento
Roberto Imbastaro

Con una temperatura quasi estiva che ha sfiorato i 20 gradi, ha preso il via a Riva di Traiano il  XXVIII Campionato “Roma d’Inverno”-Trofeo Paolo Venanzangeli. Il vento si è sempre mantenuto sui 10 nodi, cambiando però direzione nel corso della regata, da 115° a 170°, costringendo la Direzione ad un cambio percorso.
In classe “Regata”, la potenza del Mylius 15E25 "Ars Una" dei campioni uscenti Biscarini/Rocchi, non è bastata. Primo in tempo reale dopo 11.9 miglia con un tempo di percorrenza di 1:50:18, "Ars Una" non è riuscita nemmeno a salire sul podio in IRC.  La prova se l’è aggiudicata con una splendida performance il First 40 “Tevere Remo Mon Ile” di Gianrocco Catalano, che ha preceduto di 54” lo Swan 45 “Ulika” di Andrea Masi con a bordo Pietro Fiammenghi, e di 1’41” il First 34.7 “Vulcano 2” di Giuseppe Morani.
In ORC, al contrario, Ars Una è riuscita a conquistare la terza posizione, preceduta da “Tevere Remo Mon Ile” (2°) e da “Ulika”, che è salita sul gradino più alto del podio.
In classe “Crociera”, la vittoria è andata al campione in carica Francesco Sette, che ha subito chiarito la sua voglia di riconferma, portando al primo posto il suo Hanse 430 “Twins” e  mettendo in fila il Sun Odyssey 44i “White Pearl” di Roberto Bonafede, secondo a 4’40”, e l’X43 “Vai Mo” di Paolo Fuiano, terzo a 17’25”.
In “Gran Crociera”, il Mescal 959 “Giuly del Mar” di Ezio Petrolini ha preceduto di 3’12” il Rush “Stella Polare” di Jacopo Turchetti e di 19’57” il First 405 “First Wave" di Guido Mancini.
Nella “Per 2” un errore collettivo ha portato tutti i concorrenti a saltare una boa con conseguente squalifica. Per le classifiche bisognerà attendere la prossima prova, con somma gioia dei pochissimi che avevano disatteso questo primo appuntamento.
”E’ stato un avvio complicato, una giornata che sapevamo sarebbe stata di rodaggio per tutti noi – commenta il Direttore del Comitato di Regata Fabio Barrasso - con nuovi meccanismi che si dovevano inserire con qualche incognita. Le barche in doppio avevano un lato di 4 miglia e con quelle distanze non si può navigare a vista, ma devi guardare i dati che ti vengono forniti, fidarti e navigare con quelli. L’errore si è infatti verificato al momento del salto di vento (ben 55°) e del conseguente cambio di percorso, che siamo riusciti ad effettuare subito per i Crociera e solo al terzo giro per i Regata, perché alcuni di loro avevano già passato la boa”.
In sintesi una buona giornata come  conferma anche il Presidente del CNRT Alessandro Farassino, che ha seguito la regata dalla barca comitato: ”Un po’ d’onda e anche un po’ di pioggia non hanno guastato la giornata, che siamo riusciti a portare a termine con tutte e tre le distanze previste: 4 miglia per i Gran Crociera, 8 per i Crociera e 12 per i Regata. Anche il disguido nella Per Due non ha lasciato tracce. Alla fine l’atmosfera è stata molto rilassata perché il ‘misunderstanding’ ha anche divertito un po’ tutti. In pratica dove è andato il primo sono andati tutti gli altri, anche se qualcuno ha ammesso di avere avuto qualche dubbio”.
Il commento più simpatico durante il “Pasta party” al Caicco, da parte di Gabriele Moccia, in barca con il campione italiano offshore “X2” Stefano Chiarotti: ”A Stè, te lo avevo detto che eravamo arrivati troppo presto”.
Alla fine tutti "squalificati e contenti" dopo la decisione del Comitato delle Proteste presieduto dal neo Presidente della IV Zona Giuseppe D'Amico, al quale sono andati i complimentati di tutti i regatanti e del CNRT.


21/11/2016 10:28:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Argento e bronzo con Marta Maggetti e Flavia Tartaglini

“Sono contenta di questo risultato piuttosto inaspettato – ci racconta una raggiante Marta Maggetti – sono soddisfatta della settimana che è stata impegnativa con condizioni difficili di vento e corrente"

Turismo: a Fiumicino la tradizionale processione a mare dell'Assunta

Ferragosto:a Fiumicino la Processione a mare dell'Assunta Attesi al rito migliaia di romani su banchine porto canale

Oggi la conclusione degli europei Juniores dei doppi 420 e 470

La flotta 420 vede i liguri Ferraro-Orlando in zona podio, mentre negli under 17 Sposato-Centrone con molta regolarità mantengono la testa della classifica

Adelasia di Torres alla Maxi Yacht Rolex Cup

A settembre il team sardo parteciperà alla prestigiosa regata organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda

La regata di Santa Chiara al Circolo della Vela Marciana Marina

Nella classe Optimist Categoria Cadetti (nati negli anni 2006/2008) il primo posto della classifica è stato conquistato dal timoniere milanese Francesco Castelli che non ha avuto praticamente rivali

Volvo Ocean Race: verso Lisbona con Mapfre al comando

La flotta della VOR è quasi tutta compatta all'altezza di Capo Finisterre con Mapfre che guida le danze cercando la vittoria nella Leg Zero

La Centomiglia gioca con il territorio del Garda

L'appuntamento con le regate in tutti i vari week end di settembre

Quattro medaglie azzurre agli Europei Juniores 420 e 470

Oro nei 470 maschili e 420 under 17, rispettivamente di Ferrari-Calabrò e Sposato-Centrone. Argento europeo nei 420 open maschili e bronzo nei 420 femminili under 17, conquistato da Ferraro-Orlando e dalle gemelle Scodnik

Volvo Ocean Race, Alberto Bolzan: "Perché ho scelto Team Brunel"

Alberto Bolzan è già da alcune settimane impegnato a bordo del VOR 65 battente bandiera dei Paesi Bassi con il quale ha completato la Leg Zero

I Campionati del Mondo MicroClass di Annecy

73 barche già iscritte ad una settimana dal via è un record assoluto per la Micro Class. 3 continenti e 10 nazioni rappresentate sono un ottimo biglietto da visita

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci