lunedí, 23 gennaio 2017

VELA OLIMPICA

Rio 2016, vela: ci fermiamo alle porte del Paradiso

rio 2016 vela ci fermiamo alle porte del paradiso
redazione

Niente da fare: come già avvenuto domenica scorsa nella disciplina della Tavola a vela RS:X femminile, l’Italia della vela si avvicina ad un passo da una medaglia, per poi vedersela svanire nell’ultima prova, la Medal Race a punteggio doppio riservata ai migliori dieci di ogni singola classifica, che in questi Giochi di Rio 2016 non ha certo portato bene agli azzurri.
Protagonisti di questa intensa giornata di vela olimpica sono stati Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri nella disciplina del Catamarano per Equipaggi Misti Nacra 17, che questa mattina, prima della Medal Race, partivano dalla seconda posizione della classifica generale, dietro l’equipaggio argentino Lange-Carranza Saroli, ma con un margine comunque minimo sugli avversari. Scattati al via con una buona velocità, e con gli argentini costretti subito ad effettuare una penalità per un’infrazione al regolamento, gli azzurri hanno perso strada fin dalla prima bolina, tanto da girare la prima boa al nono posto, seguiti dagli argentini. Decimi al cancello di poppa, nella seconda bolina Bissaro-Sicouri hanno recuperato due posizioni, per poi chiudere la regata in ottava posizione, risultato che li ha fatti scalare fino al quinto posto della classifica finale, a sei punti dal podio e a sette dall’oro, poi andato a Lange-Carranza Saroli dopo una grande rimonta. L’argento è per gli australiani Waterhouse-Darmanin e il bronzo per gli austriaci Zajac-Franck.
Assegnate oggi anche le medaglie nelle discipline del Singolo maschile Laser Standard (oro a Tom Burton, Australia), del Singolo femminile Laser Radial (oro a Marit Bouwmeester, Olanda) e del Singolo per Equipaggi pesanti Finn (oro a Giles Scott, Gran Bretagna).
Oltre alle quattro Meda Race, si è concluso il programma delle prove di flotta per le ultime discipline ancora in regata: nel 49er FX, Giulia Conti e Francesca Clapcich oggi hanno ottenuto un 6-4-7 che ha consentito alle due azzurre di risalire fino alla sesta posizione della classifica. Giovedì saranno impegnate nella Medal Race, ma visto il distacco dalle prime, purtroppo con nessuna possibilità di medaglia. Nel 49er, infine, Ruggero Tita e Pietro Zucchetti (oggi 7-10-19) chiudono 14mi e nel 470 Femminile Elena Berta e Alice Sinno sono 19me.

ph. Sailing Energy/FIV


17/08/2016 08:53:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Invernale Traiano: una costiera con vento, delfini e qualche fiocco di neve

Pochi i fiocchi di neve caduti sulla regata, ma tanto vento e tanti i delfini che hanno accompagnato le vittorie di Pierservice Luduan (Regata), Lunatika (Per 2), Twins (Crociera), Giuly Del Mar (Gran Crociera)

Stagione 2017, lo Yacht Club Cala de’ Medici riparte alla grande con un calendario ricco

Il primo dei corsi è in programma per il 21 gennaio e consisterà in una giornata formativa sanitario – marittima in cui verranno trattate le fondamentali conoscenze per la gestione del primo soccorso in ambiente velico e marittimo

Vendée Globe: Maitre Coq, Matteo Miceli e il pollo sbagliato

In arrivo le ultime due barche con i foil (escluso Pieter Heerema), poi inizia il Vendée Globe dei poveri

Vendée Globe: previsto alle 18:00 l'arrivo di Le Cleac'h

Apoteosi finale per il francese che ha staccato di 85 miglia lo skipper britannico e si avvia a godersi il meritato trionfo a Les Sables d'Olonne

Vendée Globe: Hugo Boss fa il record nelle 24 ore

Tra le Ieri 8:00 di ieri mattina (ora italiana) e quelle di oggi lunedì 16 gennaio 2017o, 2017, Alex Thomson ha viaggiato alla stupefacente media di 22.36 nodi

Vendée Globe: Armel Le Cleac'h, la sua vittoria miglio dopo miglio

Tutti i numeri della vittoria dello "Sciacallo", che ha tenuto testa a tutti i tentativi di Alex Thomson senza scomporsi quasi mai

Azimut Yachts accelera la crescita: +15% a valore nei primi 4 mesi dell’anno

La divisione del Gruppo Azimut Benetti, focalizzata sulle imbarcazioni a motore dai 12 ai 35 metri, ha raccolto ordini per oltre 221 milioni di euro

Varato il nuovo superyacht di 74 metri di CRN

Spettacolare e imponente combinazione di competenza ingegneristica e design innovativo, CLOUD 9 è il frutto della stretta collaborazione tra il cantiere CRN

Seatec e Compotec 2017: sull’onda della ripresa

Complice il clima positivo che si è instaurato nel settore nautico Seatec e Compotec 2017 si stanno scaldando per un’edizione ricca di proposizioni

Friuli Venezia Giulia Marinas a Boot Düsseldorf dal 21 al 29 gennaio

Circa 7000 posti barca dai 7 ai 100 metri di lunghezza con profondità all’ormeggio in grado di accontentare tutti i diportisti

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci