martedí, 19 giugno 2018


ARGOMENTI
IN EVIDENZA

regate    altura    azzurra    tp52    aziende    press    gc32    extreme sailing series    vele d'epoca    volvo ocean race    circoli velici    optimist    j70    giraglia rolex cup    mini 650   

REGATE

RAN 2018: la regata "secondo Pietro"

ran 2018 la regata quot secondo pietro quot
Pietro Boerio

Ci guardiamo in giro: alla partenza ci sono barche imponenti. C’è My Song di Loro Piana, Mister A e Trilogy due 60 ft con equipaggi ricchi di quotati professionisti. Quanti Golia per il nostro piccolo Pegasus. La regata ha un bel percorso: si passa da Gorgona, Isola del Giglio, Palmarola, nuovamente il Giglio, Porto Cervo, Gorgona e infine Livorno. 604 miglia di scenari e luoghi meravigliosi.

La partenza ritardata ci regala venti leggeri, che ci accompagneranno per oltre metà percorso. Da parte nostra partiamo bene. Pegasus mantiene il passo dei più grandi e si presenta nel primo gruppo a Gorgona. 

Lì la follia. Chiamiamola svista e accompagniamola con l’aggettivo colossale… perché ci dirigiamo direttamente su Porto Cervo, saltando il passaggio al Giglio. La luce si riaccende a 50 miglia da Porto Cervo e, purtroppo, anche a 50 miglia dalla coda della flotta. Ci guardiamo in faccia, io, Francesco e Ruggero, e incominciamo a recuperare posizione su posizione, con una cavalcata fino a Giglio che accorcia di una ventina di miglia il distacco. Verso Palmarola riusciamo a  superare Melagodo ed avvicinare Streap Tease. Ci ritroviamo tutti e tre abbonacciati a qualche miglio dal passaggio del Giglio. Sgattaiolare fuori dalla boa posta a 500 mt dall'isola si è rilevato veramente difficile e decisivo ed infatti Melagodo si è riuscita ad allontanare di una ventina di miglia, mentre recuperiamo sul Tripp42 Strep Tease.

Da qui inizia una difficile percorrenza che alterna sbuffi d'aria a lunghe bonacce. Ma il clima è buono e il morale nuovamente alto. In questo tratto di mare incrociamo anche due balene. Un’emozione sempre grande che però fa saltare il cuore quando una di esse devia a tutta velocità verso la nostra barca e passa sotto il bulbo di pancia. Qualche attimo di panico. Poi i sospiri di sollievo per lo scampato pericolo. Un bicchiere di Porto risulta fondamentale per poter ripartire alla volta di Porto Cervo. Sempre a sbuffetti.

Verso la sera del quarto giorno arriviamo in Sardegna e subito il maestrale ci fa vedere come sono i 35 nodi. Pegasus, con vele ridotte, sembra gioire. L'equipaggio decisamente meno, ma la luna piena non ci lascia nel buio della buriana e, proseguendo di gran lasco, la nostra piccolina vola tra i 10 -13 nodi che è una bellezza. Freddo e adrenalina si mescolano e si tira a tutta manetta. Al mattino sembra fatta. Raggiunto Streap Tease a Capraia, è evidente che ci giochiamo il secondo posto. Sembrava impensabile tre giorni prima in bonaccia e con mare contrario. Passiamo anche Capraia non senza difficoltà e purtroppo le brezze ci portano verso est dove il vento resta instabile e scarsino.

Ma all'ultimo passaggio alla Gorgona scopriamo che Streap Tease è avanti di una trentina di minuti. Mancano solo 15 miglia e va bene così. Un terzo posto certamente meritato, considerando anche il nostro certificato IRC. Come superare lo sconforto? Bicchiere pieno e cena squisita servita al tavolo presso lo YCLivorno. What else? Un grazie alla EtremeWrap, che ha fornito la nuova antivegetativa in wrap 100% ecologica, che dai primi test sembra funzionare molto bene.

 


07/05/2018 14:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Tutti i vincitori della Giraglia 2018

La regata si è dunque chiusa questa mattina con il tempo limite delle 11 del mattino e la premiazione nel villaggio allestito per i regatanti nei piazzali della sede dello Yacht Club Italiano

Giancarlo Pedote "vede" il Vendée Globe

Giancarlo Pedote entrerà nella Classe IMOCA nella stagione 2019, quando potrà recuperare la barca che gli sarà assegnata, oggi condotta da Yann Elies

Campionato italiano di vela d’altura, Ischia pronta ad accogliere i velisti

Appuntamento dal 19 al 23 giugno con un evento che unisce sport e mondanità, spettacoli e serate di gala

Panerai Classic Yacht Challenge: vincono Bertelli su Linnet e Ferruzzi con Il Moro di Venezia I

Vittoria per Patrizio Bertelli su ‘Linnet' nella categoria Vintage e di Massimiliano Ferruzzi con 'Il Moro di Venezia I' nei Classic

Volvo Ocean Race: Team Brunel vince a Göteborg

Team Brunel, guidato dallo skipper olandese Bouwe Bekking e con il velista italiano Alberto Bolzan, si è aggiudicato la decima tappa della Volvo Ocean Race in un finale ad alta tensione battendo gli spagnoli di MAPFRE

Mini 6.50, Boggi Beccaria vince il MAP

Ambrogio Beccaria vince il Trofeo Marie-AgnèsPéron” (MAP) nella categoria Serie a bordo di “Sponsor wanted”.

La “100Vele” raddoppia: all’evento di altura si affianca un percorso dedicato alle derive

La manifestazione prende il via il 24 giugno dal Pontile di Ostia: crew party e premiazione finale al Porto Turistico di Roma

Prosecco Doc - Cooking Cup: vince Keep Cool

Francesco Dal Bon e Davide Cori vincono per il terzo anno consecutivo con a bordo il cuoco professionista Alessando Ramel

A Torbole la 3^ tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport si tinge d’Argento

538 i pre-iscritti provenienti da 7 nazioni: un evento Internazionale di livello, e un’occasione per confrontarsi in una regata “open” con i timonieri più quotati del momento tra cui il Campione del mondo in carica Marco Gradoni

Si prepara al via la Venice Hospitality Challenge 2018

Sportività, luxury e lifestyle sono i mondi di riferimento di questa competizione che vedrà partecipare undici Maxi Yacht che hanno firmato pagine indimenticabili nella storia della vela abbinati ad altrettante famose realtà dell’alta hôtellerie veneta

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci