domenica, 17 febbraio 2019

REGATE

RAN 2018: la regata "secondo Pietro"

ran 2018 la regata quot secondo pietro quot
Pietro Boerio

Ci guardiamo in giro: alla partenza ci sono barche imponenti. C’è My Song di Loro Piana, Mister A e Trilogy due 60 ft con equipaggi ricchi di quotati professionisti. Quanti Golia per il nostro piccolo Pegasus. La regata ha un bel percorso: si passa da Gorgona, Isola del Giglio, Palmarola, nuovamente il Giglio, Porto Cervo, Gorgona e infine Livorno. 604 miglia di scenari e luoghi meravigliosi.

La partenza ritardata ci regala venti leggeri, che ci accompagneranno per oltre metà percorso. Da parte nostra partiamo bene. Pegasus mantiene il passo dei più grandi e si presenta nel primo gruppo a Gorgona. 

Lì la follia. Chiamiamola svista e accompagniamola con l’aggettivo colossale… perché ci dirigiamo direttamente su Porto Cervo, saltando il passaggio al Giglio. La luce si riaccende a 50 miglia da Porto Cervo e, purtroppo, anche a 50 miglia dalla coda della flotta. Ci guardiamo in faccia, io, Francesco e Ruggero, e incominciamo a recuperare posizione su posizione, con una cavalcata fino a Giglio che accorcia di una ventina di miglia il distacco. Verso Palmarola riusciamo a  superare Melagodo ed avvicinare Streap Tease. Ci ritroviamo tutti e tre abbonacciati a qualche miglio dal passaggio del Giglio. Sgattaiolare fuori dalla boa posta a 500 mt dall'isola si è rilevato veramente difficile e decisivo ed infatti Melagodo si è riuscita ad allontanare di una ventina di miglia, mentre recuperiamo sul Tripp42 Strep Tease.

Da qui inizia una difficile percorrenza che alterna sbuffi d'aria a lunghe bonacce. Ma il clima è buono e il morale nuovamente alto. In questo tratto di mare incrociamo anche due balene. Un’emozione sempre grande che però fa saltare il cuore quando una di esse devia a tutta velocità verso la nostra barca e passa sotto il bulbo di pancia. Qualche attimo di panico. Poi i sospiri di sollievo per lo scampato pericolo. Un bicchiere di Porto risulta fondamentale per poter ripartire alla volta di Porto Cervo. Sempre a sbuffetti.

Verso la sera del quarto giorno arriviamo in Sardegna e subito il maestrale ci fa vedere come sono i 35 nodi. Pegasus, con vele ridotte, sembra gioire. L'equipaggio decisamente meno, ma la luna piena non ci lascia nel buio della buriana e, proseguendo di gran lasco, la nostra piccolina vola tra i 10 -13 nodi che è una bellezza. Freddo e adrenalina si mescolano e si tira a tutta manetta. Al mattino sembra fatta. Raggiunto Streap Tease a Capraia, è evidente che ci giochiamo il secondo posto. Sembrava impensabile tre giorni prima in bonaccia e con mare contrario. Passiamo anche Capraia non senza difficoltà e purtroppo le brezze ci portano verso est dove il vento resta instabile e scarsino.

Ma all'ultimo passaggio alla Gorgona scopriamo che Streap Tease è avanti di una trentina di minuti. Mancano solo 15 miglia e va bene così. Un terzo posto certamente meritato, considerando anche il nostro certificato IRC. Come superare lo sconforto? Bicchiere pieno e cena squisita servita al tavolo presso lo YCLivorno. What else? Un grazie alla EtremeWrap, che ha fornito la nuova antivegetativa in wrap 100% ecologica, che dai primi test sembra funzionare molto bene.

 


07/05/2018 14:38:00 © riproduzione riservata








I PIU' LETTI
DELLA SETTIMANA

Picciolini/Sardi: ancora 800 miglia per Guadalupa

Ieri il catamarano ha intercettato l'Aliseo registrando ottime velocità per tutta la giornata che gli hanno consentito di recuperare il tempo perso con la scuffia. L'impresa monitorata a terra H24 dal safety team e dalla Guardia costiera

Dakar/Gaudalupa: un oggetto sommerso danneggia la deriva di Ocean Cat

Incidente durante il quarto giorno navigazione: Ocean Cat urta un oggetto cbe provoca la rottura di una deriva, nessun danno strutturale.

Caribbean 600: si rovescia Argo, il rivale di Soldini. Equipaggio in salvo

Il MOD 70 americano Argo si è capovolto a Sud di Antigua, l’equipaggio è in salvo.

Ocean Cat: si scuffia ma non si molla

Secondo le stime del routier anche dopo la scuffia ci sono ancora possibilità per raggiungere Guadeloupe entro gli 11 giorni 1 ora 9 minuti e 30 secondi.

Mascalzone Latino vince la 35° Edizione della Primo Cup con la Smeralda 888

Alto il livello degli equipaggi: ne è prova una classifica cortissima che si è risolta a favore di Mascalzone Latino solo nell’ultimissima regata

Otranto: Just a perfect day per EL NIÑO, che vince in reale e in compensato

Gran bella giornata quella di ieri nelle acque di Otranto, con un sole estivo a baciare la flotta delle 15 barche di ‘Più Vela Per Tutti’

Il CICO 2019 sarà sul Garda

La Federazione Italia Vela ha assegnati il Campionato Italiano Classi Olimpiche al Circolo Vela Gargnano, Società Canottieri Garda Salò, Univela Sailing e Circolo Velico Toscolano Maderno

Nauticsud:+20% le presenze nel weekend di apertura

Il salone nautico di Napoli supera ogni previsione di afflusso con i padiglioni affollati dal pubblico, tornano i buyers esteri che identificano il Nauticsud come mercato di riferimento

Domenica settima prova per l'Invernale di Riva di Traiano

Nel mezzo di quella che oramai viene chiamata “L’estate di San Valentino”, si torna in acqua domenica 17 febbraio per la settima giornata del Campionato Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli

Hempel World Cup Series 2019 Genova: aperte le iscrizioni

Aprono oggi - mercoledì 13 febbraio - le iscrizioni alla terza tappa delle Hempel World Cup Series 2019 che si terrà a Genova dal 14 al 21 aprile

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e pubblicità.  Approfondisci